Il Tablet PC di Acer scelto dal Politecnico di Milano

Il Tablet PC di Acer scelto dal Politecnico di Milano

Acer e Microsoft collaboreranno con il Politecnico di Milano per la realizzazione nell'anno di un innovativo progetto didattico

di pubblicata il , alle 15:44 nel canale Portatili
AcerMicrosoft
 
Acer e Microsoft collaboreranno con il Politecnico di Milano per la realizzazione nell'anno accademico 2002/03 di un innovativo progetto didattico all'interno dei corsi avanzati di ingegneria del software e di progettazione dei sistemi informativi.

Le attività didattiche sperimentali avranno l'obiettivo di promuovere la progettazione, la realizzazione, la sperimentazione e la valutazione di una piattaforma per l'erogazione di moduli didattici attraverso Internet. Il progetto, della durata di due anni, coinvolgerà un ampio numero di studenti, docenti e ricercatori della Sezione di Informatica del Dipartimento di Elettronica e Informazione, favorendo l'interazione e la cooperazione virtuale tra allievi e docenti.

In particolare, attraverso l'utilizzo dei Tablet PC Acer sarà possibile avviare attività didattiche sperimentali, svolte in aula con collegamento in rete Wireless. I Tablet PC verranno utilizzati dagli studenti sia durante la normale fruizione dei corsi, sia per la realizzazione cooperativa di progetti.

Per il progetto di ricerca il Politecnico di Milano ha scelto i Tablet PC di Acer, con sistema operativo Microsoft Windows XP Tablet PC Edition, adottando la piattaforma Acer TravelMate C100 come soluzione Tablet PC convertibile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
atomo3711 Dicembre 2002, 17:11 #1
ogni tanto anche le università Italiane hanno qualche spunto di sperimentazione!!! :P
andreasperelli11 Dicembre 2002, 17:34 #2

tablet PC

ma io proprio non capisco questi tablet PC,
quale vantaggio si può avere dallo scrivere a mano, è più lento e scomodo di una tastiera...! piuttosto pensassero a migliorare il riconoscimento vocale!
Rottweiler11 Dicembre 2002, 18:03 #3

UaU

Sicuramente un cosa fatta per l'interesse degli studenti:-) ma daiiii
atomo3711 Dicembre 2002, 18:10 #4
è più scomodo che scrivere a mano ma una volta che il contenuto è digitale ha tutti i vantaggi che ne derivano in termini di esportazione, collaborazione, integrazione, etc
lowenz11 Dicembre 2002, 22:22 #5

we eccoci :D

NOI del poli stiamo sempre + avanti (oooooooo come no ). Ho fatto lo sborone hehehe permettetemelo una volta

cmq se c'è qualcuno del poli che bazzica su HWUpgrade TROVIAMOCI un giorno
biffuz11 Dicembre 2002, 23:31 #6
L'Ada Varisco che usa uno di questi cosi è uno spettacolo da non perdere
ev812 Dicembre 2002, 00:16 #7
x lowenz

E' proprio vero che qui da noi non si butta via nulla
Al massimo gli frego qualke pezzo e me lo rimonto qui in ufficio ( magari con linux )
ste7814 Dicembre 2002, 17:57 #8
Perché non parlare allora anche della collaborazione del Politecnico di Milano con STMicroelectronics e HP per la realizzazione di uno dei pochi processori VLIW "PURI"?! Per me è + interessante!!!
L'architettura del processore è già stata definita ed ora la ricerca continua per lo sviluppo nell'ambito della tecnologia dei compilatori per ottimizzare sempre + il codice per il processore realizzato.
L'impiego di tale CPU è destinato al mercato dei sistemi embedded, per elaborazione audio e video.
ciao!
cdimauro15 Dicembre 2002, 07:10 #9
Qualche link si può avere?
ste7815 Dicembre 2002, 12:33 #10
se ti interessa quello di cui ho scritto io basta andare su
www.st.com
e cercare VLIW

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^