IBM ThinkPad con scanner biometrico presentato a SMAU

IBM ThinkPad con scanner biometrico presentato a SMAU

All'opera il nuovo ThinkPad T42p con scanner biometrico: la sicurezza è sulla punta delle dita! Ne abbiamo approfittato per rivolgere alcune domande sulla visione di mercato di IBM

di pubblicata il , alle 14:20 nel canale Portatili
IBMThinkPad
 

Il recente Smau 2004 è stato per noi l'occasione per visitare lo stand IBM, uno dei pochi big del panoama IT che ha voluto rinnovare la propria fiducia alla kermesse fieristica milanese.

Gli ambiti in cui spaziano i prodotti IBM sono assai vasti e vanno dai server di ogni dimensione e tipo, ai software per le aziende, ai pc desktop della linea Think Client e ovviamente i famosissimi notebook ThinkPad.

Proprio in ambito pc portatili IBM propone una novità tecnologica davvero interessante,che permette di gestire autenticazioni e password attraverso la scansione delle impronte digitali.

Il nuovo dispositivo integrato nei ThinkPad permette di associare alle impronte digitali dell'utente la possibilità di accedere a dati o particolari applicazioni; già qualche settimana fa ci eravamo occupati di queste nuove tecnologie, a questo indirizzo trovate un approfondimento.


La sicurezza garantita da questa nuova tecnologia si somma alle potenzialità offerte da IBM con le tecnologie Security Solution che prevedono l'uso di un chip crittografico dedicato (ESS) ed un'area per il salvataggio dei dati sensibili diversa dal disco di sistema.

Oltre a garantire una maggior sicurezza, il nuovo sistema permette anche un considerevole risparmio economico, infatti la perdita di password o di smart card è uno dei principali motivi di intervento degli help desk aziendali (informazioni da fonti IBM)

Al momento il riconoscimento delle impronte digitali sarà disponibile sul prodotto ThinkPad T42 a partire dal mese di Novembre; il prezzo indicativo è di 2300 Euro iva esclusa.

La linea ThinkPad non ha certo bisogno di presentazioni, i notebook IBM sono infatti conosciuti per le proprie caratteristiche di affidabità e robustezza meccanica; questa nomea ha fatto sì che i ThinkPad siano stati scelti in vari ambiti "mission Critical".

Esempi di questi impieghi sono alcune spedizioni scientifiche all'Everest, la partecipazione ad alcune missioni spaziali e più di recente anche l'entrata nel mondo delle corse motociclistiche con il team LCR (Lucio Cecchinello Racing).

Abbiamo approfittato di Smau 2004 per incontrare Mauro Iotti, product manager ibm pcd, al quale abbiamo rivolto qualche domanda. IBM ha confermato di volersi focalizzare sul mercato aziendale del PC, dichiarandosi non interessata a tutte le soluzioni emergenti sul fronte del mobile computing; i segmenti PDA e Tablet PC in parte presidiati in passato continueranno a non interessare Big Blue.

Anche le crescenti esigenze multimediali degli end-user non saranno in alcun modo soddisfatte, infatti i ThinkPad continueranno ad essere dei pc destinati al mondo professionale.

Da qualche tempo abbiamo avuto segnalazione in merito ad una maggior presenza di portatili ThinkPad anche nei canali destinati tipicamente agli end user, in merito a questa provocazione IBM nega ogni possibile variazione alla propria strategia commerciale e giustifica questo dato con un miglior recepimento della qualità ThinkPad anche da parte del segmento non professionale.

Le Think Vantages, ormai presentate da circa 3 anni, costituiscono un valore aggiunto per i prodotti IBM e trovano un generale accoglimento in tutte le applicazioni aziendali di medie dimensioni, dove non si hanno gli help desk interni tipici dei grossi complessi e dove il prezzo leggermente più elevato delle soluzioni hardware non costituisce problema.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
elect26 Ottobre 2004, 14:48 #1

Bhè

Sono molto contento di questa azienda per aver partecipato allo SMAU e non averlo snobbato come ora va di moda, perchè anche se non è il cebit rimane sempre la più grande fiera tecnologica d'Italia....

Spero vivamente che lo SMAU ritorni ad essere quello di una volta per l'orgoglio di tutti noi italiani :-)
Praetorian26 Ottobre 2004, 14:53 #2
ibm è sempre un passo avanti...
locaal26 Ottobre 2004, 15:10 #3
ke moto è indicata nella foto?
mi sembra di averla vista alla fiera.
dalamar26 Ottobre 2004, 15:15 #4
Non mi sono mai interessato ai problemi dell'autentificazione tramite impronte digitale, ma mi chiedo:
Cosa succede se mi scortico un dito ?
(che tolleranza hanno queste applicazioni ?, sono facilmente bypassabili ?, coesitono con il sistema di password o lo sostituiscono ?)

Grazie a chi sa rispondere.
AlexXP26 Ottobre 2004, 15:34 #5
Mah... IBM propone sempre un layout vecchio... invariato da anni, con soluzioni tecnologiche "retrò" a prezzi fuori mercato!!!
Duncan26 Ottobre 2004, 15:38 #6
I portatili IBM mi sono sempre piaciuti molto, solidi e tecnologicamente validi con soluzioni interessanti...
stefanotv26 Ottobre 2004, 15:48 #7
x AlexXP

-quali sarebbero le soluzioni retro'??
-il fatto che siano neri non significa che non siano cambiati, lo sono e anche molto
-la qualita' si paga
-rinuncio volentieri a qualche fronzoletto pur di avere un pc robusto e affidabile

S.
davidon26 Ottobre 2004, 16:10 #8
io sono e sarò lontano dal possedere un notebook ibm per utilizzo personale



... perchè non ho i soldi per comprarmi un gioiello di notebook come ibm sa fare

PS. e se dovessi comprare un ibm con i soldi che ho non porterei a casa più di un celeron, 256mb di ram, video integrato, materizzatore cd combo dvd...
guest26 Ottobre 2004, 16:14 #9
Ma funzionerà anche sotto Linux? da IBM mi aspettrei un supporto per il Pinguino
Aro26 Ottobre 2004, 16:17 #10

d'accordo con AlexXP

anche io sono d'accordo con te.
sebbene puntino sull'affidabilità e la meccanica dovrebbero pensare un po' anche al design e all'estetica del prodotto (a mio avviso abbastanza vecchiotti)

però, apprezzo il fatto di voler dare una soluzione affidabile al cliente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^