IBM festeggia 20 milioni di ThinkPad

IBM festeggia 20 milioni di ThinkPad

Il 6 novembre 2003 alle 17.00 circa, ora italiana, in uno stabilimento in Cina usciva dalla linea di produzione il 20 milionesimo portatile IBM ThinkPad

di pubblicata il , alle 10:19 nel canale Portatili
IBMThinkPad
 

Il 6 novembre 2003 alle 17.00 circa, ora italiana, in uno stabilimento in Cina usciva dalla linea di produzione il 20 milionesimo portatile IBM ThinkPad.

Il primo ThinkPad, il modello 700C presentato nel 1992, era dotato di un processore con 25 MHz di frequenza, 4 MB di memoria ram e un disco di 120 MB. Oggi i ThinkPad R40 hanno processori con 6.300% in più di frequenza, oltre a capacità di memoria del 12.700% in più e il 66.566% in più di capacità disco.
Qui di seguito riportiamo parte del comunicato stampa ufficiale.

I primati dei ThinkPad sono moltissimi, tra gli altri:
- IBM ThinkPad è stata la prima linea di notebook con sistema di puntamento TrackPoint, presentato nel 1992 con il ThinkPad 700C;
- IBM ThinkPad 560, lanciato nel 1996, è il primo esempio di portatile leggero e senza compromessi. In Italia è stato insignito del premio SMAU Industrial Design;
- IBM ThinkPad 770, del 1997, è il primo portatile a integrare un DVD-ROM;
- I modelli IBM ThinkPad iSeries dell'anno 2000 sono i primi a integrare una soluzione wireless LAN certificata WiFi;
- IBM è stato il primo produttore a integrare un chip per la sicurezza in un PC, con la linea IBM ThinkPad T Series presentata nel 2001;
- IBM è stato il primo produttore a rendere possibile l'uso di una sola immagine software per i notebook e desktop di una stessa azienda, con l'introduzione dell'IBM ImageUltra nel 2001 sui ThinkPad della serie A;
- IBM è stato il primo produttore a offrire una soluzione di back-up dei dati e di recovery attraverso un singolo tasto dedicato.

A testimoniare l'importanza "storica" del portatile IBM, un ThinkPad (modello 701 del 1995) è esposto al Museum of Modern Art (MOMA) di New York quale esempio di creatività e innovazione.

La ricerca IBM non si ferma, e dopo il recente rilascio di alcune tecnologie per la protezione dell'HD da urti accidentali, lo sguardo al futuro prossimo vede l'introduzione di display con tecnologia OLED (Organic light-emitting diode), che utilizza diodi organici e non richiede retroilluminazione, con conseguenti risparmi di energia. Questa tecnologia migliorerà la risoluzione e la resa dei colori del monitor e consentirà soluzioni innovative per quanto riguarda le dimensioni e le forme dei PC portatili.

Inoltre assisteremo a notevoli miglioramenti della capacità di storage dei dischi: il Centro di Ricerca IBM di Zurigo sta lavorando al progetto "Millepede", dove sottilissime punte in scala nanometrica punzonano una pellicola di plastica creando tacche che rappresentano il codice binario dei dati. Questa innovazione permetterà di memorizzare enormi quantità di dati su supporti estremamente piccoli e facilmente trasportabili.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Superboy12 Novembre 2003, 10:51 #1

50 anni in dietro :)

Hihihi microschede perforate, come 50 anni fa, solo che stavolta sono un pelo più piccole ^^
Mattlab12 Novembre 2003, 11:13 #2
Auguri!
cacchione12 Novembre 2003, 11:24 #3
piccola osservazione: 120 mb per un portatile del 92 non sembrano un pò troppi? quella era la dimensione di un hd da desktop del 93. probabilmente la soluzione è questa: nel 92 ancora non esistevano hd a capacità/dimensione/consumo ridotto specifici per portatili.
HorsePower12 Novembre 2003, 11:46 #4

...brutti & Buoni.....

I thinkPad sono esattanente come i pasticcini(si mangia!), non sono belli da vedere ma teknologicamente sono una bomba!
Non parlo per sentito dire ,ne ho avuti un paio sotto mano è vi posso assicurare che per prestazioni velocità e PESO sono una sicura buona scelta nel caso uno fosse dusorientato nell'acqisto di un Notebook...BYEz.
HorsePower12 Novembre 2003, 11:49 #5

..speriamo IBM non molli anke questo settore ...

Visto che gli Hardisk ormai ..sono pezzi d'antiquario...Hitachi.. attenti,riposo!!!
pirolisi12 Novembre 2003, 13:19 #6
io li ho sempre odiati quei bidoni (esteticamente intendo) l'altro giorno sono stato tentato di gettarne uno dalla finestra tanto era brutto. (ma sicuramente il cliente non avrebbe gradito)
canislupus12 Novembre 2003, 14:20 #7
Bombe ?
Io sto collaborando con IBM ad un progetto molto importante e vi assicuro che sono dei veri e propri cessi.
Noi ne diamo a decine ogni giorno a degli utenti e non potete capire la lentezza...
Addirittura vanno + lenti di un compaq armada 500 !!!
Un Notebook IBM neanche morto.
Credetemi...
Forse si salvano i server perchè i desktop sono ridicoli (si impalla il bios senza un perchè !!!)
Gundam76613 Novembre 2003, 02:52 #8
X CANISLUPUS

Io non sò bene tu con che cosa stia lavorando... ma ti posso assicurare che di norma i desktop IBM vanno veramente bene.

Io ne ho venduti parecchi e devo dire che non ho mai avuto un problema.

Per di più, c'è da dire che come costruzione non sono dietro a nessuno! (e parlo di tanti dettagli che alla fine fanno la differenza... fidati).

Per quanto riguarda i notebook poi, ti dirò... hai appena lanciato una bestemmia su 20anni di storia dei portatili.

Certo che se poi voi agli utenti (perchè IBM ve li passa) date dei celeron 300 con 64Mb ram e windows xp sopra... quello è un'altro conto!

In linea teorica, macchine con componentistica simile (stesso processore/ram/disco/video) dovrebbero avere prestazioni quasi del tutto allineate... o no?

Chico

P.S. evitiamo il discorso server perchè poi mi innervosisco.... non sò se preferisco i Compaq/HP o gli IBM (Parlo di Dual Xeon con Raid 5 su rack 2U)
stefanotv13 Novembre 2003, 13:24 #9
premettendo che i notebook IBM sono per il 70/80% acquistati dalle aziende e non dai privati l'aspetto estetico passa subito in secondo piano perche' l'azienda vuole un prodotto affidabile e non bello..
proseguendo, cosa come giustamente diceva gundam766, i componenti sono gli stessi per tutti i produttori e quindi dubito fortemente che le prestazioni posso differire in maniera superiore al 5%.
Finisco dicendo che nella mia azienda dopo aver avuto la gran trovata di acquistare una quarantina di portatili acer e vedendoli costantemente al centro assistenza, abbiamo optato per ibm e vi assicuro che non abbiamo mai avuto nessun problema con nessuno.
Non parliamo poi di tastiera, batteria, resistenza a urti, polvere, cadute....
sono a dir poco immortali, e rinuncio volentieri a estetica e anche un pizzico di prestazioni per avere un prodotto ultraffidabile, al tal proposito ricordo che i pezzi di ricambio di un portatile sono paurosi.
dragunov13 Novembre 2003, 21:55 #10
Tanto di cappello brava mamma

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^