I rischi della strategia Ultrabook di Intel

I rischi della strategia Ultrabook di Intel

I produttori di sistemi notebook temono che listini troppo vicini ai prodotti Apple MacBook Air possano limitare la diffusione delle proposte Ultrabook, attese a fine anno

di pubblicata il , alle 10:48 nel canale Portatili
AppleIntelUltrabook
 

Intel sta lavorando assieme ai propri partner produttori di sistemi notebook al debutto delle prime soluzioni Ultrabook, anticipate in occasione del Computex 2011 di Taipei alcuni mesi fa. A dispetto dell'interesse suscitato per questa nuova tipologia di prodotti, secondo un report pubblicato da Digitimes c'è incertezza da parte dei produttori asiatici per il posizionamento di prezzo che verrà scelto per queste nuove soluzioni. Le indicazioni iniziali di Intel parlano di listini a partire da 999 dollari USA.

Alla base della definizione dei sistemi Ultrabook da parte di Intel troviamo infatti una serie di soluzioni tecniche che di fatto permettono ai partner produttivi di avere a disposizione soluzioni che possano rivaleggiare direttamente, in termini di potenza di elaborazione e dimensioni contenute, con le proposte MacBook Air di Apple, a listino proprio a partire da 999 dollari. Per i produttori asiatici questa vicinanza di prezzo potrebbe rappresentare un serio ostacolo allo sviluppo di mercato delle soluzioni Ultrabook.

L'approccio, d'altro canto, ha un precedente non così brillante nella strategia CULV, Consumer Ultra Low Voltage, sviluppata da Intel lo scorso anno. In quel caso l'obiettivo era quello di poter fornire soluzioni notebook di dimensioni non elevate, abbinate ad una notevole autonomia con funzionamento a batteria e con un costo d'acquisto accessibile.

Per sviluppare una soluzione Ultrabook i partner produttivi dovranno seguire alcune precise linee guida. In primo luogo la batteria sarà integrata all'interno dello chassis e non rimovibile, usando in questo un approccio reso popolare dai prodotti Apple. In secondo luogo i componenti saranno direttamente saldati sul PCB così da ridurre le dimensioni complessive e il peso, tecnica che si discosta dall'utilizzo di diversi moduli combinati assieme in fase di assemblaggio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gomax04 Agosto 2011, 10:55 #1
L'incubo degli appassionati di hardware: macchine costosissime con batteria e componenti saldati sulla scheda madre.. possibilità di upgrade e riparazione a bassi costi praticamente inesistenti...

Ciao
ToroXp04 Agosto 2011, 11:02 #2
ecco sulla riparazione sono d accordo, ma sull upgrade la vedo dura, onestamente dimmi chi è che va ad upgradare un portatile, che secondo me nasce e muore cosi come è stato fatto.Al limite uno lo cambia con uno più prestante dopo qualche anno di utilizzo.

Questo è il motivo per cui io non amo molto i portatili, ho solo un netbook che ho pagato molto poco, altrimenti rimaneva dove stava, e che mi serve giusto per navigare e leggere la posta, per il resto ce la mia scatoletta super-rodata.
utentenonvalido04 Agosto 2011, 11:16 #3
I CULV semplicemente costavano come un normalissimo core2 duo e la gente giustamente vedendo allo stesso prezzo un intel da 2ghz e uno da 1.4ghz secondo intel quale doveva comprare?
korn8304 Agosto 2011, 11:20 #4
Originariamente inviato da: gomax
L'incubo degli appassionati di hardware: macchine costosissime con batteria e componenti saldati sulla scheda madre.. possibilità di upgrade e riparazione a bassi costi praticamente inesistenti...

Ciao


dopo aver preso il mio primo computer della compaq (un Pentium MMX 200 mhz) nel quale il banco di ram era saldato sulla scheda madre quindi senza possibilità di espandere la memoria, hd saldato sul case e spazio all'interno del case praticamente nullo, ho sempre dato molta importanza a queste cose.
emish8904 Agosto 2011, 11:30 #5
Originariamente inviato da: ToroXp
ecco sulla riparazione sono d accordo, ma sull upgrade la vedo dura, onestamente dimmi chi è che va ad upgradare un portatile, che secondo me nasce e muore cosi come è stato fatto.Al limite uno lo cambia con uno più prestante dopo qualche anno di utilizzo.

Questo è il motivo per cui io non amo molto i portatili, ho solo un netbook che ho pagato molto poco, altrimenti rimaneva dove stava, e che mi serve giusto per navigare e leggere la posta, per il resto ce la mia scatoletta super-rodata.


più di quanti tu pensi.
ormai all'upgrade di hd e ram ci sono arrivati anche i mac users
(sto scherzando eh!)
Thorus04 Agosto 2011, 11:43 #6

Delusione Assoluta

Certo che dopo aver letto per settimane di questi fantastici ultrabook mi ero quasi convinto a prenderne uno dato che promettevano prezzi molto interessanti (ancora mi rimbomba in testa il titolo "ultrabook Asus a meno di 1000$"...) e poi tutte le promesse del contenimento dei prezzi si sono dissolte come un castello di sabbia lasciato sotto il sole rovente.
Ripeto il concetto espresso nel titolo del messaggio: delusione assoluta.
Se non si ravvederanno a limare i prezzi come promesso rischiano un tonfo assoluto imho.

ps: se nn ci saranno novità positive misà che mi faccio un meccheir a settembre ....
Vash_8504 Agosto 2011, 12:21 #7
Non sono ancora usciti e già sono un fail

Li possono sempre vendere agli utonti e funboy che non mancano mai ,
Jean24004 Agosto 2011, 12:28 #8
Originariamente inviato da: Vash_85
Non sono ancora usciti è già sono un fail

Li possono sempre vendere agli utonti e funboy che non mancano mai ,


Sevenday04 Agosto 2011, 13:52 #9
Intel sente di perdere potere in un segmento in forte espansione.

Inutile che si lamenti dei prezzi dei produttori...ormai WIN ed Apple stanno puntando su ARM. Il che non mi dispiace per niente, visto che a guadagnarci saremo noi.

In un modo o nell'altro i prezzi caleranno, come succederà con i tablet...almeno se vogliono fare volumi di vendita, mica è sempre natale a trovare gente sotto l'albero a spendere fior di quattrini per le loro tasche...
filippo198004 Agosto 2011, 15:39 #10
Stavo pensando di vedere come si sarebbero evoluti questi "ultrabook" ma a questo prezzo non ho nessuna intenzione di cambiarmi il mio fido XPS1530... non sarà ultra portatile, ma è portabile in caso di necessità!
Oltrettutto l'idea della batteria integrata e non sostituibile secondo me è una grandissima caxxata!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^