GeForce FX Go: nuovi chip mobile nVidia

GeForce FX Go: nuovi chip mobile nVidia

Al pari di ATI anche nVidia sceglie il secondo giorno del Cebit per presentare le nuove soluzioni mobile della famiglia GeForce FX: i chip NV31M e NV34M, architettura DirectX 9 per notebook

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:26 nel canale Portatili
NVIDIAATIGeForce
 

GEFFX_Go_3D.jpg (19454 bytes)

Questa mattina, con un evento stampa tenutosi al Cebit di Hannover, nVidia ha ufficialmente annunciato la nuova famiglia di chip video Mobile basati su progetto NV3x: si tratta dei chip NV31M e NV34M, che adotteranno i nomi di mercato di GeForce FX Go 5600 e GeForce FX Go 5200.

I due nuovi chip riprendono le caratteristiche tecniche dei chip Desktop NV31 e NV34, integrando però anche funzionalità specifice per le applicazioni mobile. nVidia raccoglie sotto il nome di Powermizer 3.0 tutte quelle caratteristiche necessarie per ottimizzare la durata delle batterie del notebook quando non viene alimentato da linea elettrica. Tra le varie segnaliamo la possibilità di variare dinamicamente sia frequenza di clock del chip che voltaggio di alimentazione Core, a seconda di quanta potenza di calcolo venga richiesta per il corretto funzionamento.

smGEFFX_Go5200_3D.jpg (4241 bytes)smGEFFX_Go5600_3D.jpg (4227 bytes)

Integrando il medesimo set dei chip GeForce FX 5600 e GeForce FX 5200, entrambe le nuove soluzioni mobile vantano pieno supporto hardware alle API DirectX 9. Un elemento estremamente interessante riguarda l'inserimento del chip di un Enhanced Video Processing Engine, che dovrebbe garantire di ottenere superiori prestazioni con il proprio notebook nella riproduzione di filmati multimediali.

geforce_fx_go_1.jpg (18826 bytes)
Alain Tiquet, direttore marketing di nVidia Europe, ha aperto la presentazione stampa di questa mattina

geforce_fx_go_3.jpg (10593 bytes)

geforce_fx_go_4.jpg (11944 bytes)

Il chip verrà fornito con varie dotazioni di memoria, sino a un massimo di 128 Mbytes; nelle due immagini soprastanti si può apprezzare la ridotta dimensione del chip, pin to pin compatibile con la precedente generazione di chip GeForce 4 Go che utilizza il G2 Footprint. I 4 chip montati nella parte superiore del chip sono la memoria video; montata in questo modo permette di ridurre notevolmente lo spazio utilizzato su PCB del notebook.

geforce_fx_go_2.jpg (18690 bytes)

Tra i vari partner di nVidia nella produzione di notebook Toshiba è quello che ha mostrato i primi samples funzionanti dotati di chip GeForce FX Go.

Durante la presentazione stampa è stato annunciato un importante accordo tra nVidia ed Electronic Arts; questa software house, da quest'oggi, certificherà i propri giochi con soluzioni mobile basate su chip nVidia GeForce FX Go, garantendo sia la compatibilità al momento del debutto, sia la disponibilità di patches e lo sviluppo driver parallelo ad nVidia così da garantire la migliore compatibilità delle piattaforme nVidia con i propri titoli.

E' indubbio che, con i nuovi prodotti nVidia ed ATI annunciati quest'oggi, i notebook si stanno trasformando sempre più in piattaforme adatte anche al gaming di fascia alta, anche con alimentazione a batteria.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
The Wise13 Marzo 2003, 15:48 #1
Ehm... scusate ma se su un pc normale ci devono mettere una turbina per raffreddarlo come azzo fanno su un portatile???
MegaSlayer13 Marzo 2003, 15:50 #2
Eh già, l'FX è proprio nato per i portatili...
Filippo7513 Marzo 2003, 16:03 #3
Guardate che la turbina è solo sulla FX 5800 Ultra.
Questi chip derivano dalle FX 5600 e 5200, ovvero NV31 ed NV34, che montano dissipatori standard, anzi, la 5200 usa addirittura un dissi passivo.
Non accanitevi contro Nvidia per principio, anche quando non c'è motivo.
Geen13 Marzo 2003, 16:49 #4
Visti i bench dell'nv31 che risultano in alcuni casi(no AA) al di sotto delle geforce 4200..beh dico che e' una vergogna proporli e venderli..
Aristocrat7413 Marzo 2003, 17:30 #5

......

una vergogna ?
magari esistesse un portatile con una geffo4200 sopra......
Ginopilot13 Marzo 2003, 17:50 #6
Infatti. Questi vanno a sostiuire i vari gf4go 420,440 e 460.
krokus13 Marzo 2003, 18:01 #7
....il Geforce 4200 Go esiste già da tempo....
C'è persino il Quadro4 700 Go GL!!
Ginopilot13 Marzo 2003, 18:22 #8
Si ok, ma quella e' roba per la fascia alta e altissima non per portatili normali (inspiron 8500 o M50 per esempio). Queste dovrebbero essere soluzioni piu' abbordabili.
Geen13 Marzo 2003, 18:31 #9
Il 4200Go esiste anche se ancora non si e' visto in giro..cmq il mio reply intendeva solo dire che essendo una delusione anche questo chip trovo decisamente più interessante le altre soluzioni(vedi Raddy 9000 e Raddy 9600 a breve) e considero oramai la commercializzazione del progetto Nv30 come semplice necessità da parte di Nvidia..ma che sia quasi un passo indietro(anche rispetto a quanto già proposto da lei stessa) e' ormai una realtà.
Ginopilot13 Marzo 2003, 20:39 #10
Non vedo perche'. Le prestazioni dei chipomobile non si sono ancora viste. Le caratteristiche sono decisamente di alto livello. Nvidia fino ad ora ha realizzato i migliori chip grafici per portatili. Vediamo un po' se ati riesce a superare anche qui

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^