Galileo: in orbita il secondo satellite

Galileo: in orbita il secondo satellite

Galileo dovrebbe con il secondo satellite in orbita la fase di test e avviarsi verso il completamento dell'opera entro il 2013

di pubblicata il , alle 08:33 nel canale Portatili
Satellite
 

Dopo essere passato completamente nelle mani dell'Unione Europea, il progetto Galileo, che mira a creare un'alternativa civile ed europea al sistema di posizionamento satellitare GPS, continua a piccoli passi verso la sua meta.

É da poco in orbita il secondo e ultimo satellite di test, lanciato domenica con un vettore Soyuz dal Kazakhstan, come riporta Reuters. Il progetto, che nei piani iniziali doveva essere operativo entro l'anno in corso, dovrebbe vedere il suo completamento entro il 2013.

Galileo ha ricevuto nuova linfa con la recente decisione dell'Unione Europea di finanziare per intero il progetto, con un budget che supera i 3 miliardi di euro.

Giove-B, questo il nome del satellite, segue il lancio di Giove-A, avvenuto nel dicembre 2005, e dovrebbe completare la fase di test sulle tecnologie che vedono, tra l'altro, l'impiego di un orologio atomico e di una trasmissione dei segnali di navigazione in tre canali.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Puddus30 Aprile 2008, 08:42 #1
Il progetto Galileo mi vede un pò diviso, nel senso, mi fa piacere che anche il vecchio continente si crei il suo sistema di navigazione satellitare indipendente dagli USA.
Ma dall'altra parte, spendere 3 miliardi di euro per una cosa che esiste già...
baronz30 Aprile 2008, 09:01 #2
se ne era già parlato, comunque i tre miliardi vanno poi a dare lavoro ad aziende europee (ed anche italiane), speriamo che siano spesi bene
M@rko30 Aprile 2008, 09:05 #3
è vero che esiste gia...ma la tecnologia GPS non è la stessa...non dureranno in eterno...e poi forse nessuno sa che ci sono 2 frequenze che trasmettono in gps...una per uso civile...e una per uso militare criptata.Con 2 frequenze disponibili si puo correggere l'errore introdotto dalla radiazione solare (che se non venisse continuamente monitorato e corretto ogni minuto si avrebbero errori di centinaia di metri). Quindi i militari hanno un posizionamento ultra preciso. Solo negli ultimi anni si è riusciti tramite algoritmi di correzione dei vari errori ad avere un posizionamento sufficientemente preciso per l'uso civile: ecco il perche del bum del gps da qualche anno.
Forse non sapete che durante la guerra del golfo gli stati uniti non avevano piu gps militari..percio dotarono le forze usa con gps civili, e SOLO nell'area di combattimento toglievano la criptazione in moto tale che i militari con gps civile avessero la stessa precisione.Ovviamente in quelle zone INSERIVANO manualmente del rumore aleatorio nel segnale per uso civile..in modo tale da creare degli errori al gps dei nemici tale da non poter venire utilizzato.

Quindi ora sai che se gli stati uniti vogliono possono:
- spegnere i satelliti dove e come vogliono: es SOLO in un'area ben precisa.
- reinserire l'errore casuale dell'orologio atomico che c'era prima maggio del 2000 che inseriva errori di km per il posizionamento che appunto nel 2000 è stato tolto x grazia divina. (se l'hanno tolto chissa cosa hanno loro adesso.

Quindi capisci che forse l'europa non puo permettersi una cosa del genre...anche solo per tutti i voli di linea, o per questioni militari...è troppo importante e non ci si può permettere che un giorno se gli stati uniti ci dichiarano guerra...che non si abbiano piu satelliti disponibili.
Inoltre se si hanno i propri satelliti garantiti NON per uso bellico e con 3 frequenze...si possono avere posizionamento nell'ordine del cm. Questo permette piloti automatici sugli aerei, posteggiamento navi automatici, anche le automibili...pero...non ci si puo permettere che qualcuno si sogni di spegnere i satelliti.

Ti ho convinto ora?
Robotica30 Aprile 2008, 09:13 #4

Non esiste già!

Il sistema americano inserisce un errore logico di 30m alle coordinate che ricevi in chiaro. Errore che alcuni moderni navigatori cercano in qualche modo di limitare attraverso bussole ed accelerometri integrati.
Gli unici che ricevono coordinate GPS con un errore <1m sono i militari americani tramite segnale cifrato.
Con galileo potremo finalmente avere anche noi tale risoluzione.

http://it.wikipedia.org/wiki/Sistem...namento_Galileo

PS: 3M&#8364; < 5,00&#8364; per abitante europeo.
Fx30 Aprile 2008, 09:15 #5
la mia domanda è: ma in caso di guerra non è che gli stati uniti schiacciano un bottone e ci abbattono i satelliti galileo in 8 secondi netti, dopo tutta la fatica che abbiamo fatto (e faremo) per metterli in orbita?

facciamo anche lo scudo spazialeeeee
ReverendoMr.Manson30 Aprile 2008, 09:19 #6
Ma funzionerà solo in Europa o anche nel resto del mondo???

M@rko30 Aprile 2008, 09:22 #7
AHAHAHAHA FX mi hai fatto morire....sono anche io PRO scudo spaziale!
Arrex230 Aprile 2008, 09:29 #8
Originariamente inviato da: M@rko
è vero che esiste gia...ma la tecnologia GPS non è la stessa...non dureranno in eterno...e poi forse nessuno sa che ci sono 2 frequenze che trasmettono in gps...una per uso civile...e una per uso militare criptata.Con 2 frequenze disponibili si puo correggere l'errore introdotto dalla radiazione solare (che se non venisse continuamente monitorato e corretto ogni minuto si avrebbero errori di centinaia di metri). Quindi i militari hanno un posizionamento ultra preciso.


cosi' a memoria mi pare che sia un problema di rallentamento dell'onda nella ionosfera, non di radiazione solare

Forse non sapete che durante la guerra del golfo gli stati uniti non avevano piu gps militari..percio dotarono le forze usa con gps civili, e SOLO nell'area di combattimento toglievano la criptazione in moto tale che i militari con gps civile avessero la stessa precisione.


e' falso in tutto o in parte perche':
1. i GPS civili non hanno la circuiteria per ricevere il canale P a 10 MHz. Sono in grado di leggere solo il canale C/A. Sarebbe come chiedere ad un computer di ascoltare la radio senza una scheda che lo possa fare.
2. non esiste un modo semplice per trasmettere segnali diversi via satellite solo su una certa area geografica. C'e' un sistema, ma bisognerebbe creare un'antenna con una geometria piuttosto particolare. Se ad esempio vuoi trasmettere qualcosa di diverso in iraq dovresti avere un satellite geostazionario la cui antenna ad apertura ha la forma dell'antitrasformata di fourier 2D della superficie dell'iraq. Ma siccome i satelliti GPS non sono geostazionari, la cosa e' del tutto impossibile.

Ovviamente in quelle zone INSERIVANO manualmente del rumore aleatorio nel segnale per uso civile..in modo tale da creare degli errori al gps dei nemici tale da non poter venire utilizzato.


falso pure questo per i motivi sopra esposti. Tu confondi forse il SA... ma e' stato tolto nel 2000 quello...

Quindi ora sai che se gli stati uniti vogliono possono:
- spegnere i satelliti dove e come vogliono: es SOLO in un'area ben precisa.


no impossibile

- reinserire l'errore casuale dell'orologio atomico che c'era prima maggio del 2000 che inseriva errori di km per il posizionamento che appunto nel 2000 è stato tolto x grazia divina. (se l'hanno tolto chissa cosa hanno loro adesso.


tranne la parentesi, che e' una pura illazione, questo e' vero.
M@rko30 Aprile 2008, 09:56 #9
cosi' a memoria mi pare che sia un problema di rallentamento dell'onda nella ionosfera, non di radiazione solare

si, si rallenta l'onda...e la causa è l'effetto ionosferico. Le particelle presenti nella ionosfera rallentano il segnale tanto piu la radiazione solare è alta. Infatti con l'aumento del buco dell'ozono il problema si fa sentire e non poco.

e' falso in tutto o in parte perche':
1. i GPS civili non hanno la circuiteria per ricevere il canale P a 10 MHz. Sono in grado di leggere solo il canale C/A. Sarebbe come chiedere ad un computer di ascoltare la radio senza una scheda che lo possa fare.
2. non esiste un modo semplice per trasmettere segnali diversi via satellite solo su una certa area geografica. C'e' un sistema, ma bisognerebbe creare un'antenna con una geometria piuttosto particolare. Se ad esempio vuoi trasmettere qualcosa di diverso in iraq dovresti avere un satellite geostazionario la cui antenna ad apertura ha la forma dell'antitrasformata di fourier 2D della superficie dell'iraq. Ma siccome i satelliti GPS non sono geostazionari, la cosa e' del tutto impossibile.

Beh ma sai perfettamente che un gps civile puo riceve alla sua frequenza ma non ci vuole nulla per poter riceve anche all'altra...un cambiamento infimo...gps seri lo fanno gia..è infatti per quello che riesci a correggere l'errore..perche avendo 2 frequenze con la differenza dei 2 segnali elimini il problema della ionosfera...cosi funzionano le stazioni a terra...

Riguardo il fatto di spegnere o meno il segnale...si puo si puo...i satelliti sono costantemente programmati da terra...

quando ero all'uni A barcellona il mio prof di GPS era ed è il responsabile europeo delle stazioni a terra per il controllo costante del segnale...e dell'orbita...ho imparato a interpretare i file che ti spedisce il satellite...

riguardo l'ipotetico errore inserito a caso mi riferivo al SA ma non volevo entrare nei dettagli...
tarek30 Aprile 2008, 10:07 #10
“Galileo dovrebbe con il secondo satellite in orbita la fase di test"

ci manca qualcosa...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^