Emirates e Qatar Airways offrono portatili e tablet sui voli colpiti dal divieto

Emirates e Qatar Airways offrono portatili e tablet sui voli colpiti dal divieto

Le compagnie aeree interessate dalla norma che vieta di portare a bordo dispositivi più grandi di un telefono cellulare offrono gratuitamente ai passeggeri di Business e First Class portatili e tablet per tutta la durata del volo

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Portatili
 

Qualche settimana fa la Transport Security Administration ha istituito il divieto di portare a bordo dei voli provenienti da alcuni paesi dell'Africa e del Medio oriente, e operati da nove compagnie aeree, dispositivi elettronici più grandi di un cellulare. Tablet, portatili e quant'altro dovranno essere stoccati in stiva. Il motivo è quello di prevenire che terroristi possano occultare ordigni esplosivi all'interno di tablet e notebook.

Una situazione che causerà non pochi grattacapi e fastidi a coloro i quali si trovano a dover viaggiare per lavoro. Allo scopo di lenire il problema, Emirates ha annunciato che istituirà un nuovo servizio per i clienti First e Business Class sui voli da Dubai verso gli USA, mettendo a disposizione per ciascun passeggero un sistema Microsoft Surface gratuitamente per tutta la durata del volo, ovviamente solo sui voli colpiti dal divieto.

I passeggeri potranno così portarsi appresso un pen-drive USB contenente documenti e file sui quali volessero lavorare, ricordandosi al termine del viaggio di salvare tutti i propri documenti sulla chiavetta, in quanto i sistemi Surface dovranno essere restituiti.

Una misura che è già stata annunciata anche da Qatar Airways qualche giorno fa: la compagnia metterà a disposizione notebook gratuiti per i passeggeri della Business Class, oltre ad istituire un servizio di stoccaggio sicuro al gate per coloro i quali volessero usare i propri dispositivi elettronici fino all'ultimo momento prima di salire sull'aereo.

Un plauso alla premura delle compagnie aeree, anche se queste nuove "coccole" sollevano un altro problema: quanto è sicuro usare una penna USB contenente magari file e informazioni personali e/o riservate con un computer sconosciuto e che passa di mano ad altre centinaia di persone?

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hrossi06 Aprile 2017, 09:45 #1
Prego, utilizzi pure questo tablet fornitole gentilmente dalla nostra compagnia aerea per lavorare con tutta la sua documentazione riservata. Come? No, non si preoccupi è tutto gratis, come per le bevande.

E il tablet personale lo trattengono al gate di partenza fino al tuo ritorno? Prevedo la nascita in ogni aeroporto del noleggio tablet a fianco di quelli della Hertz.

Prossimo passo il divieto degli smartphone, se parliamo di plastico la dimensione di uno smartphone è più che sufficiente per creare una depressurizzazione fatale.

Hermes
jepessen06 Aprile 2017, 09:54 #2
Non e' che in stiva non esplodono eh...
hrossi06 Aprile 2017, 10:15 #3
E infatti non vengono messi nella stiva, ma trattenuti al gate di partenza, almeno mi pare di capire così. Altrimenti è l'ennesima buffonata, stavo giusto commentando sull'articolo dell'ispezione degli smartphone alla dogana.

Hermes
nebuk06 Aprile 2017, 10:18 #4
Il tablet o PC personale lo mettono in stiva... la differenza sostanziale sta nel fatto che i bagagli che vanno in stiva vengono controllati in modo diverso rispetto a quelli che vanno in cabina.

Solitamente ci sono meccanismi automatici a 3 livelli per la scansione alla ricerca di esplosivi solidi o liquidi, in caso tutti e 3 i controlli diano esito positivo la valigia viene spedita verso una casamatta per l'intervento degli artificieri.
hrossi06 Aprile 2017, 10:26 #5
Avevo capito male allora, però non è notizia recente che individuare la presenza di esplosivo nei dispositivi elettronici è molto difficile?

Da IlPost.

Dalla cabina alla stiva
Philip Baum, esperto di sicurezza aeroportuale che collabora con Aviation Security International ha detto che sarebbe difficile, ma non impossibile, attivare con lo smartphone dalla cabina una bomba che si trova nella stiva. Ha anche fatto notare che i controlli di sicurezza fatti ai bagagli da portare in cabina sono più efficaci di quelli fatti ai bagagli da portare in stiva: perché nel caso della cabina si tratta di bagagli più piccoli, controllati più accuratamente, avendo davanti la persona che possiede la valigia. Il divieto – che non vale per gli equipaggi – non può nulla contro un’eventuale collaborazione di un dipendente dell’aeroporto: (la bomba sull’aereo somalo ci arrivò proprio grazie a una situazione simile.


Hermes

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^