EarPod: interfaccia sonora per dispositivi con click-wheel

EarPod: interfaccia sonora per dispositivi con click-wheel

Dall'Università di Toronto e dai Microsoft Research Labs in arrivo l'interfaccia sonora per i dispositivi come l'iPod, che permette di accedere ai menù senza guardare lo schermo

di pubblicata il , alle 14:26 nel canale Portatili
MicrosoftiPodApple
 

Effettuare una scelta all'interno del menu del nostro dispositivo portatile è la cosa più banale del mondo, che però può andare incontro a grosse complicazioni in situazioni particolari, quali ad esempio mentre si è alla guida di un'auto o mentre si sta facendo sport (jogging o ciclismo). Il distogliere lo sguardo dalla strada per concentrarsi sul menu, oltre che difficile può risultare molto pericoloso.

I ricercatori dell'Università di Toronto e dei Microsoft Research Labs hanno studiato una soluzione che potrebbe rivelarsi utile in tutti questi casi. Il software è ottimizzato per quei dispositivi con click-wheel (primo fra tutti l'iPod) e crea un'interfaccia sonora anziché visiva.

In pratica ad ogni voce del menu viene assegnato un suono e senza guardare il display del dispositivo è possibile (ricordandosi il suono corrispondente) accedere alla voce desiderata. Non è la prima volta che viene pensata una soluzione del genere, già su alcuni telefoni è disponibile un sintetizzatore vocale text-to-speech che 'legge' le voci del menu quando le si seleziona muovendo il joystick, permettendo anche la lettura dei messaggi di testo.

L'idea in questo caso è quella di associare suoni facilmente riconoscibili e di breve durata alle voci del menu, in modo da permettere una navigazione più veloce: c'è infatti differenza tra far dire al dispositivo una serie di parole quali artista, album, playlist o fargli emettere un suono di tamburo, chitarra e flauto. Come riporta Technology Review, uno dei ricercatori Microsoft ha dichiarato che in mezz'ora ci si abitua ad usare in modo veloce e senza intoppi l'interfaccia sonora, in un menù a due livelli.

Il software si chiama earPod, e dovrebbe fornire, oltre alla possibilità di comandare i dispositivi senza tirarli fuori dalle tasche, un risparmio energetico, in quanto non necessita di accensione del display. Naturalmente quando si scende al livello delle canzoni per effettuare la scelta sarà necessaria una funzione di lettura dei titoli, sarà da vedere se questa sarà limitata ad un numero di artisti e canzoni predefiniti o se utilizzarà la funzione text-to-speech Quest'ultima potrebbe però risultare inutile se l'accento e la fonetica utilizzati fossero diversi da quelli della lingua in cui è scritto il titolo; questo è un problema ben noto a chi ha provato ad esempio a far leggere da un sintetizzatore vocale impostato per la lingua inglese un testo in italiano.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor10 Maggio 2007, 14:55 #1
ma Microsoft Research Labs ha a che fare con la "solita" microsoft?

perchè la vedo grigia che MS possa sviluppare software che "agevoli" Apple e che funzioni anche su iPod
veoloz10 Maggio 2007, 15:03 #2
Nella Microsoft hanno una sezione dedicata allo sviluppo software per Apple...
Paganetor10 Maggio 2007, 15:04 #3
ma se sono (in parte) concorrenti...
ABCcletta10 Maggio 2007, 15:10 #4
Ma sempre a criticare oh...

Questa va vista come un'interfaccia generica e non un sistema per iPod. Mi pare anche un'ottima cosa che tra le tante cose è capace di agevolare i non vedenti...
Layenn10 Maggio 2007, 15:16 #5
Originariamente inviato da: Paganetor
ma se sono (in parte) concorrenti...


bhe quicktime, itunes funzionano su windows, microsoft sviluppa office e messenger per mac os..
Nulla vieta di sviluppare software che può essere utilizzato in ambienti "differenti" da quelli di provenienza...anche questi portano dindi
joaopauloleo10 Maggio 2007, 15:46 #6
dimenticate che da qualche anno a questa parte (quando apple era in cattive acque) il vecchio zio bill è entrato nel pacchetto azionario di apple.
autoeconomo10 Maggio 2007, 15:52 #7
La Microsoft aveva comprato azioni Apple nel 1997, senza diritto di voto. Ora non le possiede più. Le aveva comprate per una questione dinantitrust, perchè la Apple era vicina al fallimento.
Fine OT
Crux_MM10 Maggio 2007, 16:46 #8
sembra un software utile!
Dai raga sempre co sta MS..è un'ottima idea..anche se ci sono persone come me che mettono il lettore su shuffle sempre..
Fx10 Maggio 2007, 17:10 #9
Originariamente inviato da: Paganetor
ma se sono (in parte) concorrenti...


è incredibile come ci caschiate tutti
joaopauloleo11 Maggio 2007, 01:00 #10
Originariamente inviato da: Fx
è incredibile come ci caschiate tutti


straquoto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^