Dell Latitude 2100 netbook robusto per le scuole

Dell Latitude 2100 netbook robusto per le scuole

Dell ha presentato un nuovo netbook da 10 pollici pensato per un utilizzo scolastico

di pubblicata il , alle 14:06 nel canale Portatili
Dell
 

Dell inserisce nella gamma Latitude il nuovo netbook Latitude 2100 ideato per un pubblico di utenti da 6 a 13 anni. In un prodotto come questo le caratteristiche hardware passano in secondo piano: primari aspetti da valutare sono l'usabilità, la resistenza e le possibilità di gestione remota. proprio su questi elementi Dell segnala un particolare impegno in fase di sviluppo.

Latitude 2100 è stato realizzato per resistere a stress meccanici e utilizzi maldestri, inoltre la finitura gommosa ne rende più sicura la presa. Per il momento non sono note particolari condizioni di test o specifiche rispettate dal nuovo netbook: Dell si limita a definirlo "particolarmente robusto".

Il nuovo netbook Latitude 2100 è disponibile nei colori School Bus Gold, Chalkboard Black, Ball Field Green, Blue Ribbon e Schoolhouse Red e ha un pannello da 10 pollici con risoluzione pari a 1024x600pixel. La cpu scelta da Dell è l'ormai nota soluzione Intel Atom N270 in abbinamento al chipset Intel 945GSE mentre per lo storage sono disponibili configurazioni dotate di hard disk tradizionale o di unità SSD.

Per quanto riguarda il sistema operativo Dell lascia ampie possibilità di scelta: le opzioni disponibili sono Microsoft XP Home, Vista Home Basic e Linux Ubuntu. Tra le caratteristiche da segnalare, oltre alla comoda cinghia per il trasporto a tracolla, la funzionalità Network Activity Light che consente all'insegnate di abilitare o meno l'accesso a internet dei netbook usati dagli studenti.

Dell propone il Latitude 2100 per la clientela scolastica anche se le caratteristiche di robustezza rendono il prodotto interessante anche per altre tipologie di utenti. Il prezzo di listino per il mercato italiano è pari a 279 Euro + IVA e trasporto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lotharius20 Maggio 2009, 14:15 #1
Interessanti le doti di robustezza, anche se la "minestra" è sempre la stessa. Ritengo inutile la cinghia da trasporto: considerando che a scuola ancora si usano i libri, era meglio includere una semplice custodia imbottita per mettere il netbook nello zaino.
Inoltre il prezzo mi sembra ancora piuttosto altino... sarebbe stato accettabile a 250 Euro tutto incluso.
MadMax of Nine20 Maggio 2009, 14:31 #2
Se iniziassero a usare i libri in pdf magari le povere schiene dei ragazzini ringraziano
E magari si risparmia pure il costo del supporto cartaceo... con tutti i benefici che possono portare al pianeta.

Secondo me gli umani non sono ancora pronti per questo tipo di tecnologia :P
jdvd97620 Maggio 2009, 14:35 #3
Ma 279 euro + iva sará il prezzo anche della versione Ubuntu? No, cosí é un po troppo caro...ovvio che poi la maggioranza scegli Xp: non ce nemmeno piú la leva del prezzo per far provare linux alle persone...
p4ever20 Maggio 2009, 14:43 #4
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Se iniziassero a usare i libri in pdf magari le povere schiene dei ragazzini ringraziano
E magari si risparmia pure il costo del supporto cartaceo... con tutti i benefici che possono portare al pianeta.

Secondo me gli umani non sono ancora pronti per questo tipo di tecnologia :P


non sono molto d'accordo...non credo che una classe con dieci libri di carta aperti inquini di più di una classe con dieci notebook accesi, l'energia da mettere in moto e le batterie non sono gradite all'ambiente quanto della sana carta biodegradabile...

e anche la vista ringrazia...
MadMax of Nine20 Maggio 2009, 14:45 #5
appunto, non siete ancora pronti
taleboldi20 Maggio 2009, 14:53 #6
ma per leggere e-book serve u e-book reader come il kindle, non certo un notebook o peggio un netbook

e cmq per l'introduzione dei libri digitali nella scuola sembra siamo sulla buona strada se, come sembra, a partire dal 2011-12 dovranno essere adottati solo supporti di questo tipo o al massimo versioni "miste"

quindi sono fiducioso che il mio bimbo (2 anni e 1/2) andrà a scuola senza spaccarsi la schiena (come sta facendo sua sorella)

ciauz
p4ever20 Maggio 2009, 15:05 #7
Originariamente inviato da: taleboldi
ma per leggere e-book serve u e-book reader come il kindle, non certo un notebook o peggio un netbook

e cmq per l'introduzione dei libri digitali nella scuola sembra siamo sulla buona strada se, come sembra, a partire dal 2011-12 dovranno essere adottati solo supporti di questo tipo o al massimo versioni "miste"

quindi sono fiducioso che il mio bimbo (2 anni e 1/2) andrà a scuola senza spaccarsi la schiena (come sta facendo sua sorella)

ciauz


ce la siamo spaccati tutti la schiena eppure siamo ancora qui

non abituiamoli fin da piccoli a NON far fatica o ci prenderanno gusto

sarò anacronistico non so, ma tra l'ebook a scuola, l'ipod a ricreazione, l'iphone sul tram, l'xbox a casa, la psp al cesso, il netbook in gita, ho l'impressione stiano crescendo tutti un pò ebeti!! imho eh!!

Gli studenti di oggi apprezzano internet nelle scuole per il solo fatto che dopo essersi ripresi con il videofonino mentre appiccano fuoco all'aula o menano a sangue il preside, possono postarlo subito su youtube avendo un notebook in classe, tutto qui!
DanieleG20 Maggio 2009, 15:13 #8
Ma basta... Un altro uguale a tutti gli altri...
taleboldi20 Maggio 2009, 15:16 #9
Originariamente inviato da: p4ever
ce la siamo spaccati tutti la schiena eppure siamo ancora qui

non abituiamoli fin da piccoli a NON far fatica o ci prenderanno gusto


bha che razza di discorso è ...
se non volevi il progresso non vedo perchè hai studiato sui libri di carta, una volta scrivevano sulle pietre e allora ?

Originariamente inviato da: p4ever
sarò anacronistico non so, ma tra l'ebook a scuola, l'ipod a ricreazione, l'iphone sul tram, l'xbox a casa, la psp al cesso, il netbook in gita, ho l'impressione stiano crescendo tutti un pò ebeti!! imho eh!!


si certo, e i genitori dove stanno ?

Originariamente inviato da: p4ever
Gli studenti di oggi apprezzano internet nelle scuole per il solo fatto che dopo essersi ripresi con il videofonino mentre appiccano fuoco all'aula o menano a sangue il preside, possono postarlo subito su youtube avendo un notebook in classe, tutto qui!


gli studenti che fanno ste cose sono una minoranza è come dire che tutti quelli che vanno allo stadio son dei delinquenti e ci vanno solo per picchiare qlcn altro

è sempre una questione di educazione sai ? e poi al giorno d'oggi basta un cell un poco evoluto per mettere un filmino su youtube

ciauz
MetalWarrior20 Maggio 2009, 15:27 #10
Secondo me è la giusta direzione anche se è ancora presto.
Non solo sparirebbero i libri di testo (in certi casi, in certe materie, veramente mediocri (si trovano online appunti di professori universitari che valgono 10 volte tanto)) ma sparirebbero pure i laboratori di informatica, fonte di guai pressochè infiniti (a causa di xp e di harwdware tarocco), di lavoro extra per professori e personale ata.
Si libererebbero anche delle aulepiuttosto grandi.
Inoltre considerate il consumo di un laboratorio con almeno 20 P4 o athlon xp e monitor crt da 17 pollici ...
Certamente la rete va gestita in modo intelligente. Ovviamente linux è d'obbligo per soluzioni di questo tipo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^