Da Fujitsu un notebook raffreddato a liquido

Da Fujitsu un notebook raffreddato a liquido

Un sistema di raffreddamento alternativo per una soluzione sviluppata da Fujitsu, al momento commercializzata solo nella terra del sol levante

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 11:45 nel canale Portatili
Fujitsu
 

Raffreddare la propria scheda video o il proprio processore con sistemi a liquido, è stato, fino ad oggi, appannaggio dei desktop. Nel mercato enthusiast, questo tipo di soluzioni si sono ritagliate un piccolo ma importante spazio, diventando, di fatto, i sistemi di raffreddamento di riferimento.

Una cosa che di certo non si vede spesso, invece, è un notebook raffreddato a liquido: Fujitsu ha ora annunciato che il proprio Lifebook N7010 sarà sviluppato con questo particolare sistema di dissipazione del calore. La piattaforma in questione non si limita a questa peculiare caratteristica, ma è stata sviluppata inoltre con display touchscreen da 4", integrato appena sopra la tastiera.

Fujitsu totale

Fujitsu dettaglio

Dalle immagini proposte non è purtroppo chiaro come il sistema a liquido sia stato implementato e funzioni. Di certo Fujitsu non ha pensato a tutti coloro che utilizzano i portatili mentre sono in viaggio, per esempio sull'aereo, dove il limite di liquidi consentiti si ferma a 100ml.

Secondo Akihabara, fonte della notizia, il sistema, per ora venduto solo sul mercato Giapponese presenta un costo di 250.000 Yen, al cambio attuale, circa 2000 Euro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7716 Dicembre 2008, 11:56 #1
Il liquido essendo più efficente non è una brutta idea in un portatile.. a patto però che venga fatto con criteri sempre legati alla compattezza.. questo della news mi pare abbastanza grosso..

Il massimo sarebbe l'impiego di un circuito a metallo liquido, se ne era parlato tempo addietro e poi non se ne è saputo più nulla..
!fazz16 Dicembre 2008, 12:05 #2
Originariamente inviato da: demon77
Il liquido essendo più efficente non è una brutta idea in un portatile.. a patto però che venga fatto con criteri sempre legati alla compattezza.. questo della news mi pare abbastanza grosso..

Il massimo sarebbe l'impiego di un circuito a metallo liquido, se ne era parlato tempo addietro e poi non se ne è saputo più nulla..


metallo liquido mi pare che abbia ancora problemi forse sulla lega in modo da avere un punto di fusione più basso ma soprattutto sul peso mi pare
teodelux9916 Dicembre 2008, 12:16 #3
lol...arrivi in aeroporto:
"eh no caro signore, il pc lo lascia qua!"
2000 cucuzze che se ne vanno...
Turin16 Dicembre 2008, 12:31 #4
E' spesso 5 cm, pesa 3,4kg, e ha un'autonomia di un'ora... non esattamente il massimo della portabilità.

demon7716 Dicembre 2008, 12:34 #5
Originariamente inviato da: !fazz
metallo liquido mi pare che abbia ancora problemi forse sulla lega in modo da avere un punto di fusione più basso ma soprattutto sul peso mi pare


Non lo so.. mi sa che problemi grossi sono legati anche all'impatto ambientale.
Non è facile trovare un metallo liquido che in caso di fuoriuscita inquina poco e non è pericoloso per la salute..
Altrimenti risolvevano subito col mercurio!
LZar16 Dicembre 2008, 13:00 #6
Originariamente inviato da: demon77
Non lo so.. mi sa che problemi grossi sono legati anche all'impatto ambientale.
Non è facile trovare un metallo liquido che in caso di fuoriuscita inquina poco e non è pericoloso per la salute..
Altrimenti risolvevano subito col mercurio!


Beh, a parte la tossicità, 100ml di mercurio pesano un chilo e 359 grammi. Non sarebbe poco in un portatile.
metallus8416 Dicembre 2008, 13:36 #7
più che per i 100 ml in cabina starei non poco agitato a doverlo imbarcare come bagaglio in stiva, calci e pugni!! eheh in quel caso mettere il celofan intorno alla valigia è minimo! comunque sono veramente curioso di sapere come l'hanno implementato, chissà se ci saranno foto in giro..
Luca6916 Dicembre 2008, 13:39 #8
Sbaglio o questo laptop é un "Fujitsu" e non un "Fujitsu Siemens"?
Mi pare che tempo fa Siemens aveva annunciato che avrebbe chiuso la collaborazione con Fujitsu e questo mi sembra il primo prodotto dopo tale annuncio!
+Benito+16 Dicembre 2008, 13:41 #9
non capisco perchè non usino olio diatermico per queste cose. Il vantaggio dell'acqua non è una maggiore dissipazione, ma l'inerzia termica. Avere olio permette di assorbire i pcchi termici dissipando una potenza lato aria pari alla potenza media erogata dal processore.
axlebasta16 Dicembre 2008, 13:48 #10

Per me no...

Secondo me sul portatile per ora resta una cazzata. Il sistema a liquido comunque necessita di un sistema ada ria per scambiare il calore..non è che il liquido fa scomparire il calore..lo sposta solo dove è più facile smaltirlo..dove c'è + spazio per lo scambio con l'aria.
E in un laptop di spazio per questo non ce n'è...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^