Catcher, un UMPC corazzato

Catcher, un UMPC corazzato

Una compagnia statunitense propone un sistema simile ai recenti UMPC ma dotato di tecnologie tali da renderlo ideale per impieghi in condizioni estreme

di pubblicata il , alle 11:58 nel canale Portatili
 

Catcher Inc. è una giovane azienda statunitense con sede ad Hamilton, in Virginia, che ha realizzato un nuovo dispositivo corazzato basato sul concetto di UMPC. Il nome di questo nuovo dispositivo è "Catcher" anch'esso e rappresenta l'acronimo di Communications And Telemetry Computing Handheld for Emergency Response.

Catcher è un sistema dedicato ad impieghi militari od in ambienti non adatti all'utilizzo di sistemi portatili, palmari o UMPC tradizionali. Il nuovo sistema è provvisto di sensore biometrico per la rilevazione di impronte digitali, un sensore RFID (Radio Frequency Identification) a fini di gestione inventario, due fotocamere a 2 Megapixel, una indirizzata verso l'utente e una situata nella parte posteriore, un modulo GPS per la localizzazione e un registratore vocale digitale.

Le dimensioni sono 24,13 x 16,20 x 4,44 cm e il peso varia tra i 975 grammi e 1,4Kg a seconda che vengano installati uno o due battery pack. Le specifiche tecniche indicano che Catcher è in grado di resistere a sollecitazioni fino a 50G di accelerazione, oltre a offrire resistenza all'acqua e alla polvere.

Catcher è equipaggiato con un processore Intel Pentium M a 1,7GHz, 2GB di memoria DDR, un disco fisso da 40GB e sistema operativo Windows XP, dotato dell'estensione Pen Computing. Per quanto riguarda le opzioni di connettività wireless, Catcher è provvisto di modulo WiFi 802.11b/g, Bluetooh, GPS e opzionalmente moduli CDMA/GSM/GPRS e Ultra Wide Band.

Maggiori informazioni presso il sito ufficiale di Catcher Inc.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
masterpol11 Settembre 2006, 12:02 #1
fino a quando non avranno un prezzo ragionevole possono rimanere dove stanno questi umpc
Special11 Settembre 2006, 12:09 #2
Mah, se sono x scopi militari o medici il prezzo è relativo...

Rimango perplesso dall'uso di un hd comune...
apocalysse66611 Settembre 2006, 12:12 #3
Sicuramente il mercato interessanto non è l'utenza desktop ma, come dice l'articolo, !Catcher è un sistema dedicato ad impieghi militari od in ambienti non adatti all'utilizzo di sistemi portatili".
Quindi la tua osservazione non sta ne in piedi ne in cielo.
E per impieghi militari sappiamo tutti quanto spendono nel nazioni.
Beelzebub11 Settembre 2006, 12:14 #4
Originariamente inviato da: apocalysse666]Sicuramente il mercato interessanto non è
non sta ne in piedi ne in cielo.[/B]
E per impieghi militari sappiamo tutti quanto spendono nel nazioni.


Ma non era:"ne in cielo ne in terra"?
lucusta11 Settembre 2006, 12:15 #5
si, in effetti un solid disk sarebbe stato piu' adatto in questo ambito..
con 50G le testine dell'HDD ci fanno le decorazioni sui piatti.
davidon11 Settembre 2006, 12:24 #6
imho non si presenta troppo bene con foto di militari in azione... quello vestito di bianco poi chi è.. osama?
la seconda foto invece è di un'auto distrutta da incidente o bomba...
sarà anche l'11/9, ma potevano essere meno propagandistici alla Catcher Inc.

ciaobye
apocalysse66611 Settembre 2006, 12:28 #7
Originariamente inviato da: Beelzebub
Ma non era:"ne in cielo ne in terra"?


si, hai ragione, in effetti non mi veniva in mente esattamente. Ma il senso è quello.
dsajbASSAEdsjfnsdlffd11 Settembre 2006, 12:29 #8
suppongo che se dichiarano che resiste a 50G, allora ci resiste davvero (se vogliono venderlo ai militari). cmq nel momento d'impatto col suolo, se è in cemento, la decelerazione (se non ricordo male) è molto più grande di 50G.
Chiaramente dipende anche da con che velocità impatta.
ReverendoMr.Manson11 Settembre 2006, 12:37 #9
All'impatto col suolo non rimane niente specialmente se ci si conficca una bella pietra appuntita in mezzo al display
DevilsAdvocate11 Settembre 2006, 12:51 #10
Originariamente inviato da: ReverendoMr.Manson
All'impatto col suolo non rimane niente specialmente se ci si conficca una bella pietra appuntita in mezzo al display

Macche', i display possono essere "difesi" dietro lastre di "cristalli particolari"
(come i quadranti dei rolex, per farci un graffio ci vuole dell'impegno).
Ovvio che costano fior di soldoni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^