ATI opera per aumentare l'autonomia dei portatili

ATI opera per aumentare l'autonomia dei portatili

L'incremento dell'autonomia dei PC portatili passa anche attraverso varie ottimizzazioni dal versante video

di Ciro Santoro pubblicata il , alle 14:20 nel canale Portatili
ATI
 

ATI intende fare di tutto per conservare la posizione di leader incontrastato nel mercato dei chip 3D mobile; al momento attuale la quota di mercato detenuta è superiore al 70%. Di conseguenza, un punto importante per il produttore canadese è di garantire una buona autonomia ai portatili equipaggiati con le VPU Radeon Mobility.

La nuova tecnologia PowerPlay 5.0 di ATI, che equipaggia le VPU Radeon Mobility X300, X600 e X800, oltre a fornire le classiche funzioni di risparmio dell'energia, permette di disattivare una parte del bus PCI-Express quando tutta la banda passante disponibile non viene utilizzata. Del resto, non serve alimentare un bus PCI Express 16x quando è sufficiente un PCI Express 1x per l'applicazione che si sta utilizzando.

Un altro potenziale problema per l'autonomia dei portatili riguarda la lettura dei filmati in High Definition DVD, prossimamente disponibili grazie all'introduzione di supporto DVD capaci di archiviare elevate quantità di dati. La decodifica di questi DVD utilizzando le pipeline della VPU comporta un elevato consumo di energia, ed anche decodificarli attraverso la CPU è richiesta più o meno la stessa quantità di energia. Secondo ATI, utilizzare una decodifica classica per i HD DVD potrebbe ridurre fino a 3 volte l'autonomia di un portatile e perciò sarebbe necessario impedirne la riproduzione in modalità batteria. Inoltre non tutti i chip grafici dispongono di un fill-rate sufficiente a riprodurre filmati HD DVD.

L'unica soluzione sarà dunque quella di integrare nelle future VPU ATI un motore video dedicato completamente indipendente dal resto del chip, in modo da disattivare molte parti della VPU durante la lettura di un HD DVD e ridurre considerevolmente il consumo di energia. ATI afferma di disporre di una tecnologia simile con il chipset integrato Xilleon che è utilizzato attualmente per alcuni monitor HDTV, quindi è probabile che ci saranno delle novità a riguardo nei futuri chip 3D di ATI.

Occorre notare che Nvidia, concorrente diretto di ATI, ha già integrato un motore video dedicato (PureVideo) nelle sue GeForce 6 per la decodifica MPEG 2. Tuttavia, non sappiamo se questo motore sia configurabile in modo indipendente dal resto della GPU, così che quest'ultima possa venir disattivata a vantaggio del consumo, e di cosa sia realmente capace, essendo i driver ancora in fase di sviluppo e le spiegazioni di NVIDIA un po' vaghe.

Infine, ATI è entrata all'inizio del 2004 nell'Extended Battery Life Working Group, di cui fanno parte anche i due giganti Microsoft ed Intel: si tratta di un gruppo che lavora su nuove soluzioni per aumentare l'autonomia dei portatili. L'obiettivo a lungo termine è quello di disporre in futuro di PC portatili con un autonomia di un giorno. Naturalmente, questo comporterà dei cambiamenti più importanti che riguardano per esempio il tipo di batterie utilizzate.

Fonte: Hardware.fr

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cosimo29 Novembre 2004, 14:37 #1

Speriamo bene...

Credo che l'autonomia è il vero e grande problema di tutti i laptop attuali. Da anni che aspetto il primo PC normale (non super slim ulv ecc...) Che duri 8-10 ore. Ma dove sono le aspettatissime batterie cell-fuel? Non dovevano soluzionare tutti i problemi?
LASCO29 Novembre 2004, 14:39 #2
Naturalmente, questo comporterà dei cambiamenti più importanti che riguardano per esempio il tipo di batterie utilizzate
Tempo fa si parlava con una certa fiducia nella soluzione con batterie a celle a combustibile che dovevano entrare in scena nel 2005, ma è un pò che non se ne parla, come mai? Non mi sembra che ci siano difficoltà tecnologiche visto che tali soluzioni sono già usate per alcuni macchinari industriali, mentre il problema peso si diceva risolto.
I problemi sono dovuti alla solita legge di mercato?
ImperatoreNeo29 Novembre 2004, 14:47 #3
"La nuova tecnologia PowerPlay 5.0 di ATI, che equipaggia le VPU Radeon Mobility X300, X600 e X800..."

"Tempo fa si parlava con una certa fiducia nella soluzione con batterie a celle a combustibile che dovevano entrare in scena nel 2005, ma è un pò che non se ne parla, come mai?"

Tutte bellissime cose... sempre che qualche produttore si decida a far uscire qualche modello con la X800.. Qui mi sa tanto che sia Nvidia (con il suo Go6800) che Ati ci prendano per i fondelli con annunci che hanno poco riscontro con la realtà dei fatti.. Così anche per le batterie...

Annunci e basta... sembra quasi che debbano candidarsi alle elezioni!
vibnhio29 Novembre 2004, 15:28 #4
Quando si tratta di batterie bisogna andarci piano.


Io dico secondo voi quanto pesa un portatile con un athlon 64 sopra???????????????

io ne ho uno comprato da 5 mesi, perche secondo me comprare un centrino a 32 bit o un athlo a 64, beh se l'ho comprato, secondo voi?

solo che le doti di un portatile dovrebbero essere autonomia e leggerezza, cosa che non ha il mio portatile.

Bisogna aspettare la tecnlogia.


aspetta e spera....................
MaxFactor[ST]29 Novembre 2004, 15:42 #5
ma quanti prenderanno un portatile e guarderanno un DVD scollegando il suddetto dalla presa della luce?
secondo me non è la cosa più urgente da risolvere!!!!
frankie29 Novembre 2004, 18:38 #6
era ora che i chip video si occupasserop un po' di video in generale e non solo del 3D.

Da soli dovrebbero fare l'encoding e il decoding HW mpeg2 come molte schede a parte, anzi più veloci viste le prestazioni che oramai si hanno negli altri fronti
Dreadnought29 Novembre 2004, 23:01 #7
Beh se contiamo che c'è gente che compra i P4 mobili, mi sa che mica tutti hanno sto gran bisogno di 6-7 ore di autonomia, visto che una buona parte usa il portatile come desktop replacement.

Per quanto mi riguarda mi piacerebbe che il mio centrino arrivasse alle 6 ore, ma più di 5 ore e mezza non l'ho tirato :/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^