Asus Eee PC al CeBIT 2010: obiettivo diversificare

Asus Eee PC al CeBIT 2010: obiettivo diversificare

Asus amplia la gamma degli Eee PC cambiando design, materiali e poco altro. L'obiettivo è raggiungere nuovi utenti più esigenti e attenti a particolari fino ad ora trascurati

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:39 nel canale Portatili
ASUS
 

I netbook continuano a essere un settore del mercato IT in forte crescita, e le previsioni o gli obiettivi dei principali brand lo conferma. In questo ambito Asus ha fatto da vero e proprio apripista presentendo e scommettendo per prima sul progetto Eee PC. I requisiti fondamentali per un netbook fin dai primi esemplari porposti al mercato sono sintetizzato da pochie e semplici concetti: compatti, in grado di soddisfare un minimo livello di usabilità e possibilmente economici. Con il tempo le dimensioni sono di poco cresciute e dai primi display da 7 pollici si è passati a soluzioni con pannello da 10 pollici, alcuni da 12 ma si tratta di vere eccezioni di difficile collocazione nella gamma.

Dopo una prima fase in cui c'è stato fermento, novità e attenzione si è ora in una situazione nella quale gli utenti hanno capito - o almeno dovrebbero aver capito - i limiti di un netbook e sono pronti all'eventuale acquisto di un nuovo dispositivo, con caratteristiche più mirate e specifiche per i vari impieghi. Quanto appena esposto è forse più un'esigenza dei produttori nel dover trovare nuovi elementi di diversificazione per raggiungere tutte le nicchie di mercato, incluse quelle che non si focalizzano sulle specifiche tecniche del prodotto, ma su usabilità, estetica o elementi al momento trascurati allo scopo di offrire un prodotto il più possibile economico.


Al CeBIT 2010 di Hannover abbiamo osservato proprio questo fenomeno allo stand di Asus: i nuovi Eee PC vengono presentati con design più curati, in varie colorazioni ma nella sostanza poco o nulla cambia.

C'è il modello Eee PC 1018P con con chassis in alluminio, ci sono proposte con modem 3G integrato ma quasi tutti i modelli sono basati sulla medesima piattaforma Intel con cpu Intel Atom N450 e N455 (un nostro approfondimento dedicato alla tecnologia è disponibile qui). I modelli Eee PC HD 1201 fanno però eccezione, infatti sono dotati di piattaforma Nvidia ION e promettono migliori prestazioni in ambito multimediale.

Resta da capire come il mercato sarà capace di recepire questi nuovi modelli, soprattutto nella situazione in cui si guarda al netbook come a un prodotto economico e sul quale la battaglia sul prezzo tra i top vendor è ancora molto agguerrita. Nelle prossime settimane dovremmo ricevere informazioni più dettagliate sulle specifiche tecniche e sui prezzi dei prossimi modelli previsti per il mercato italiano.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor04 Marzo 2010, 14:50 #1
io il netbook non lo considero per forza un prodotto "economico": anzi, dai primi eee pc abbiamo visto una buona diversificazione per accontentare tutte el tasche e tutte le esigenze!

E' finito il tempo del singolo netbook monoversione, venduto in milioni di esemplari tutti uguali, che doveva in un modo o nell'altro andare bene a tutti. Ora ci sono offerte diverse, con prezzi diversi per necessità diverse dei vari utenti. E ben venga!
puccio198404 Marzo 2010, 14:56 #2
Si a parte che più o meno sono fatti in fotocopia......... cambia una batteria li, un etto là...un pollice li.... Prenderne uno o l'altro cambia veramente un poco!
lucaEffeArrotino04 Marzo 2010, 15:01 #3
si bellissimo... la copia esatta del macbook pro, alluminio contorno del monitor nero, sche schifo...

lucaEffeArrotino04 Marzo 2010, 15:02 #4
ma lo schifo, non per i macbook pro eh?!... schifo loro che l'hanno copiato sia ben chiaro!
Kappa7604 Marzo 2010, 15:09 #5
Ma magari smettessero di proporre tutti le stesse cose... atom atom e solo atom..
frankie04 Marzo 2010, 15:12 #6
beh allora datemi un altro processore x86 che consumi altrettanto poco (pinetrail intendo)
GiulianoPhoto04 Marzo 2010, 15:13 #7
purcheria..
Stech198704 Marzo 2010, 15:13 #8
@lucaEffeArrotino: certo, come è noto Apple ha brevettato anche l'alluminio adesso
Cmq immagino che i costi saranno piuttosto diversi da quelli del macbook, e anche il target, quindi non vedo il problema francamente...

Ah, un'ultima cosa: esiste il tasto "edit", non fare due post consecutivi..
dddddbbbbb04 Marzo 2010, 15:13 #9
diversificare..
si, magari!
vuol dire che ci daranno un listino con:
* 8/9" single core leggerissimi con batteria piccola, o con batteria grande per autonomia record?
* 10/11" simili ai precedenti, con in aggiunta modelli con ION e un modello per marca con atom dual core?
* 12" simili ai precedenti, con un modello per marca che includa l'unità ottica?

tutti con risoluzioni che abbiano un senso, quindi almeno 1280x720

invece loro diversificano propinandoci modelli in canna di bambù, poggiapolsi in pelle, appiccicando il marchio ferrari o lamborghini, ecc ecc.. .. ..
paolozz04 Marzo 2010, 15:16 #10
penso che la svolta nel settore avverrà solo con la comparsa dei primi modelli "frameless", dotati magari di processorini un po' più reattivi nella navigazione e nel comparto "Ufficio"...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^