Asus al lavoro su un netbook da 200 dollari

Asus al lavoro su un netbook da 200 dollari

Asus sarebbe al lavoro su di un netbook con costo inferiore ai 200 dollari: niente Windows, meglio Google Chrome OS o Android 3.0

di pubblicata il , alle 15:18 nel canale Portatili
ASUSAndroidGoogleWindowsMicrosoft
 

L'arrivo sul mercato PC del fenomeno netbook ha cambiato di molto gli equilibri: le soluzioni low-cost hanno conosciuto una crescita esponenziale nei primi mesi di diffusione, per poi assestarsi ad una consistente quota di mercato. A oggi tutti i principali produttori di PC hanno a listino una soluzione netbook, nella maggior parte dei casi sviluppata su CPU Intel Atom, e caratterizzata da un costo decisamente competitivo.

Asus è stata la prima ad immettere sul mercato, dando vita alla propria famiglia Eee, un portatile a basso costo che fosse in grado di garantire le funzionalità basiche di un normale PC. E sempre Asus potrebbe andare a portare, nel mese di Giugno, una ventata di novità a questo segmento di mercato che sembra essersi stabilizzato.

Secondo quanto riportato dal noto sito Digitimes, infatti, la nota azienda taiwanese sarebbe al lavoro per riuscire a sviluppare un netbook caratterizzato da un costo che sia compreso tra i 200 e i 250 dollari americani: sensibilmente inferiore ai già economici netbook odierni.

Questa strategia viene attuata da Asus soprattutto per portare nuova linfa vitale a questo segmento di mercato che, nel corso del tempo, sembra poter venir cannibalizzato dal mondo delle soluzioni tablet. Ecco allora che il produttore taiwanese gioca la carta dell'economicità, puntando il tutto per tutto.

Mancano informazioni precise circa le specifiche che la soluzione dovrebbe avere: per il momento è chiaro che si tratterà di una soluzione con pannello da 10". Per garantire un prezzo d'acquisto così contenuto Asus avrebbe inoltre deciso di affidarsi ad Google Chrome OS o Android 3.0: il costo della licenza di Windows avrebbe fatto lievitare di troppo il prezzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mith8918 Marzo 2011, 15:23 #1
ma quindi se avesse google Chorme OS sarebbe privo di hard disk?
DKDIB18 Marzo 2011, 16:07 #2
Nei piani originali di ASUS, i netbook sarebbero dovuti costare 100 €.
Poi il costo e' lievitato, esordendo a quota 200 € e col passare del tempo hanno continuato ad aumentare di prezzo, allineandosi ai notebook di fascia bassa (400/500 €).

I tablet stanno portando a rivedere un po' questi prodotti, facendoli finalmente rientrare in quelli che erano i piani originali (ovviamente con le correzioni date dagli anni: per esempio, i display da 7'', residuo del fallimento di photoframe e lettori DVD portatili, sono stati ammortizzati ed ora l'industria sta passando ai 10'').
Yokoshima18 Marzo 2011, 16:12 #3
Un buon netbook a poco è il sogno di molte persone con la necessità di avere uno strumento completo per l'uso home/office e non doversi portare via un portatile con il mal di schiena. Speriamo!
drager18 Marzo 2011, 16:24 #4

netbook

non per dire ma gia adesso ci sono offerte con netbook a 200 euro e processore dual core atom n550... sto parlano dell'hp mini 210 in offerta
Freaxxx18 Marzo 2011, 16:53 #5
il 1001px fa schifo?

inoltre progettare e mettere a listino un netbook di 200$ quando poi lo street price di modelli, già sul mercato, di fascia bassa, è proprio quello, significa intervenire sullo street price e forzare la mano al rialzo dei prezzi: non bisogna studiare anni di economia per arrivare a questa conclusione, si fa un prodotto che riempie la parte bassa del listino di modo che il resto dei modelli guadagna e beneficia di uno step verso l'alto in automatico pur restando tali e quali rispetto ad 1 secondo prima della messa in commercio del nuovo modello.

ancor di più è una operazione che puzza tanto di "cloud" e della solita solfa che va di moda ultimamente.
Freaxxx18 Marzo 2011, 16:55 #6
Originariamente inviato da: DKDIB
Nei piani originali di ASUS, i netbook sarebbero dovuti costare 100 €.
Poi il costo e' lievitato, esordendo a quota 200 € e col passare del tempo hanno continuato ad aumentare di prezzo, allineandosi ai notebook di fascia bassa (400/500 &#8364.

I tablet stanno portando a rivedere un po' questi prodotti, facendoli finalmente rientrare in quelli che erano i piani originali (ovviamente con le correzioni date dagli anni: per esempio, i display da 7'', residuo del fallimento di photoframe e lettori DVD portatili, sono stati ammortizzati ed ora l'industria sta passando ai 10'').


un portatile da 15" di fascia bassa costa mediamente 300€ IVA compresa e ci si porta tranquillamente a casa una macchina con un ottimo P6100 per quella cifra, più che sufficiente per moltissimi task, multimediali e non, per 500€ ci compri un portatile da 15" con il quale puoi anche giocare, altro che fascia bassa.
ARARARARARARA18 Marzo 2011, 16:57 #7
non capisco perchè mettere sti sistemi operativi castrati, ma se non vogliono pagare licenze perchè non mettono un bel linux che per lo meno è un sistema operativo serio e realmente completo?
p4ever18 Marzo 2011, 17:02 #8
assolutamente nulla di nuovo....esiste già il toshiba aC100 con android, schermo da 10" led, wifi, nvidia tegra, hdmi, etc...e costa poco più di 190 euro iva compresa.....dove sta il prezzo bomba di asus??
zesto18 Marzo 2011, 17:08 #9
@Freaxxx
Quoto entrambi gli interventi. Un netbook a 200€ (pardon, 200$...che si tradurranno almeno inizialmente in qualcosa di più in euro) che non ha nemmeno la licenza di win dovrebbe avere un hardware superiore alla media. Invece il fatto che si voglia metter su Chrome (puntando quindi sul cloud) fa pensare ad un hw di livello piuttosto basso. Insomma un prodotto di pura speculazione. Altro che contrastare i tablet...

Originariamente inviato da: drager
non per dire ma gia adesso ci sono offerte con netbook a 200 euro e processore dual core atom n550... sto parlano dell'hp mini 210 in offerta


Dov'è che lo trovi a 200€?
avvelenato18 Marzo 2011, 17:27 #10
Originariamente inviato da: DKDIB
Nei piani originali di ASUS, i netbook sarebbero dovuti costare 100 €.
Poi il costo e' lievitato, esordendo a quota 200 € e col passare del tempo hanno continuato ad aumentare di prezzo, allineandosi ai notebook di fascia bassa (400/500 €).

I tablet stanno portando a rivedere un po' questi prodotti, facendoli finalmente rientrare in quelli che erano i piani originali (ovviamente con le correzioni date dagli anni: per esempio, i display da 7'', residuo del fallimento di photoframe e lettori DVD portatili, sono stati ammortizzati ed ora l'industria sta passando ai 10'').


nei piani originali il netbook era un pc-companion che non mirava a sostituire il pc di casa (o il secondo/terzo/n-esimo pc in famiglia) ma ad integrarsi con esso/essi.
Aveva per questo una dotazione ridicola di ram e spazio di storage (4gb di ssd fuffoso e lentissimo), una distribuzione di linux ridicola che persino gli amanti del pinguino scancellavano, e che comunque non soddisfaceva il modello d'uso tipico di chi proveniva dal mondo windows.
I primi netbook venduti con disco tradizionale da un centinaio di gb e poco più, i primi netbook con su windows, i primi netbook con monitor da 10", hanno subito riattirato i clienti delusi da quella prima infornata di 7" e simili che, seppur rivoluzionaria, aveva il grande limite di essere specializzato ad un'utenza e ad un uso di nicchia. Chiaro però che il costo doveva essere innalzato. L'utente preferisce pagare di più un prodotto che soddisfa le sue aspettative, piuttosto che pagare meno un prodotto che non le soddisfa.

Ora asus, forte dei miglioramenti nella tecnologia ssd e nel calo dei prezzi, potrebbe ritentarci, ma è necessario che curi molto l'aspetto SO: secondo me chrome Os sarebbe una zappa sui piedi, meglio android che sfrutterebbe i cellulari come cavallo di troia per non far sentire i potenziali utenti spiazzati.

Anche perché io penso che oramai il mercato sia abbastanza saturo nella fascia di prezzo dei 300/400 euro, i più motivati hanno già fatto i loro acquisti. Convincere persone meno interessate con un prezzo più abbordabile significa puntare ad un target di persone che, con maggiore probabilità, sono meno smaliziate tecnicamente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^