Anche Sony ha in progetto un VAIO Chromebook

Anche Sony ha in progetto un VAIO Chromebook

Secondo alcune indiscrezioni Sony avrebbe in progetto un nuovo VAIO basato su ChromeOS che amplierebbe l'offerta dei Chromebook

di pubblicata il , alle 14:53 nel canale Portatili
SonyVAIOChromebook
 

Acer e Samsung sono state le prime a proporre sul mercato soluzioni Chromebook, ovvero portatili basati su ChromeOS di Google. Per questi modelli non si è certo trattato di un grande successo, anzi in Italia i modelli di Acer si sono letteralmente persi per strada e a scaffale sono arrivati sono i Chromebook di Samsung. Secondo alcune indiscrezioni anche Sony potrebbe presto presentare un proprio Chromebook utilizzando il brand VAIO.

Sony non smentisce e non conferma l'informazione ma alcuni documenti resi pubblici dalla FCC (Federal Communications Commission) confermerebbero la notizia. I Chromebook VAIO avrebbe un display da 11,6 pollici, sarebbe dotato di 2GB di memoria ram e di due porte USB 2.0. Nell'elenco seguente altri dettagli:

  • Schermo da 11.6 pollici prodotto da Samsung
  • Sistema operativo Chrome OS
  • 2GB di RAM
  • Due USB 2.0, SD card reader, cuffie, microfono, HDMI
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n e Bluetooth
  • SSD da 16GB
  • Batteria da 4100mAh

C'è però un elemento distintivo di questo prodotto che merita di essere considerato: stando alle informazioni disponibili sul Chromebook di Sony è prevista l'adozione di un SoC dual core Nvidia Tegra 250 T25 funzionante a 1.2GHz. Saremmo quindi di fronte a un Chromebook basato su tecnologie ARM, particolare per altro avvalorato dalla scelta di Google di portare lo sviluppo del proprio ChromeOS anche su questo tipo di piattaforme. Se tutto ciò fosse verro sarà molto interessante verificare anche l'autonomia di funzionamento di questi prodotti, soprattutto in abbinamento a una batteria da 4100mAh che proprio piccola non è.

Per completezza ricordiamo che i Chromebook visti sino a oggi sono basati su piattaforma Intel con CPU Intel Atom N570. Resta comunque interessante verificare come verrà portato avanti da Google il progetto Chrome OS con i partner, tale progetto al momento sconta una certa reticenza da parte degli utenti ancora poco propensi a migrare verso un ambente di lavoro completamente cloud. Tra le cause dell'attuale insuccesso c'è anche da rilevare un'inadeguatezza dell'infrastruttura di rete che rende in alcune situazioni inutilizzabili i Chromebook.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SaggioFedeMantova27 Marzo 2012, 14:57 #1
forse sono io che non sono elastico mentalmente, però queste soluzioni le trovo inutili
Italia 127 Marzo 2012, 15:15 #2
Mi sa che siamo in 2 "poco elastici"
AlanBoo27 Marzo 2012, 15:21 #3
in 3
XMieleX27 Marzo 2012, 15:25 #4

in 4...

chi offre di più?
TheDarkMelon27 Marzo 2012, 16:07 #5

follia pura

pensavo che il flop di acer e samsung fosse bastato, mi sbagliavo evidentemente..
gatsu.l27 Marzo 2012, 16:12 #6
Vedere un marchio che negli anni 80 e 90 era indice di qualità assoluta anche se spesso a discapito del prezzo è un vero rammarico vederla fare certe uscite..... anche se ultimamente da parte di SONY non mi sorprende più niente -.-
C'è da dire che in queto caso specifico è + una carenza da parte di google in quanto come anche detto nell'articolo senza una copertura di rete affidabile questi prodotti risultano degli ottimi sottopentole ^^

PS in 5...
Ventresca27 Marzo 2012, 16:26 #7
ma perché Sony non si concentra su qualche nuovo tablet per fare concorrenza ad iPad2 e iPad3 invece di cercare di buttarsi nel mercato degli ultrabook che già vedo al capolinea?

un bel tablet dal design pulito in stile sony e dotazioni decenti, con uno schermo 1920x1080 con lo stesso bravia engine dei cellulari secondo me potrebbe imporsi nel mercato (poi i tablet android hanno la fortuna o sfortuna di trovarsi già con 100€di sconto un mese dopo l'uscita) almeno tra le soluzioni con android...

g
Pier220427 Marzo 2012, 16:40 #8
Questa uscita di Sony mi stupisce, il mercato dei Chromebook non lo vedo proprio, non tanto per l'idea che è innovativa, ma perchè non porta nulla di più di quello che può fare un Notebook o un ultrabook, anzi, costo superiore a parità di hardware e limitazioni software, oltre i noti problemi di connettività che esistono oggettivamente.

Il vantaggio dei chromebook è solo la condivisione dei dati in cloud, cosa che qualsiasi portatile windows è in grado di fare, ma senza le limitazioni di un sistema connessione dipendente come i chromebook, oltre una libreria di applicativi sterminata, cosa che il sistema di Google non ha.

Non trovo vantaggi...
HostFat27 Marzo 2012, 16:59 #9
Può essere che su questi ultrabook sia sicura anche la compatibilità per l'installazione di ulteriori sistemi operativi ( distro linux )
L'altra cosa è che può essere che Google paghi un tot per metterci il proprio OS, che è ancora meglio ( per la sony ) dell'installazione di un sistema operativo gratuito.
TheDarkMelon27 Marzo 2012, 17:46 #10
Originariamente inviato da: HostFat
Può essere che su questi ultrabook sia sicura anche la compatibilità per l'installazione di ulteriori sistemi operativi ( distro linux )
L'altra cosa è che può essere che Google paghi un tot per metterci il proprio OS, che è ancora meglio ( per la sony ) dell'installazione di un sistema operativo gratuito.


perchè sui portatili on windows non puoi mettere altri os?
è più probaile la seconda ipotesi ovvero che google paghi lautamente..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^