Anche Qualcomm interessata ai netbook

Anche Qualcomm interessata ai netbook

Al Computex 2009 di Taipei Qualcomm mostra le prime soluzioni netbook basate su Snapdragon

di pubblicata il , alle 17:03 nel canale Portatili
SnapdragonQualcomm
 

Trovano fondamento le anticipazioni di alcuni mesi fa in merito a Qualcomm e ad un possibile ingresso del chip-maker nel promettente mercato dei netbook. In occasione del Computex di Taipei alcune fonti segnalano la disponibilità dei primi netbook basati su piattaforma Snapdragon QSD8650A.

Per il momento Qualcomm ha mostrato alcuni sample di Asus e Toshiba dotati della propria tecnologia. In merito a tali soluzioni viene sottolineato il ridotto tempo necessario allo start up e un consumo energetico ridotto. QSD8650A è realizzato con un processo produttivo a 45nm e ha una frequenza di clock pari a 1,3Ghz. Hardware Upgrade è presente a Taiwan con alcuni inviati e nelle prossime ore potremo aggiungere ulteriori dettagli.

E' interessante notare l'attenzione che il segmento dei netbook riesce a catalizzare in questo periodo, e tutto sommato le previsioni di crescita giustificano anche questa curiosità. Ad affiancare Intel e VIA, in prima linea da tempo con le proprie tecnologie anche sul fronte netbook, troviamo ora Qualcomm che si aggiunge ad ARM. Va rilevato come Qualcomm e ARM possano vantare ampia esperienza nella progettazione di dispositivi mobile "always on" e caratterizzati da un consumo energetico molto ridotto.

ARM e Qualcomm in partnership con gli OEM e sfruttando anche l'utilizzo di un sistema operativo come Android potranno portare sul mercato interessanti soluzioni. E, forse, l'aspetto esteriore di tali prodotti potrebbe essere ben diverso rispetto a quello degli attuali netbook.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk01 Giugno 2009, 17:12 #1
Si che c'è posto per tutti, chissa se poi tanti rimarranno invenduti.. saranno svenduti al terzo mondo.
OmbraShadow01 Giugno 2009, 18:51 #2
bla bla bla bla, trovarti na ragazza no, eh?
killer97801 Giugno 2009, 20:53 #3
Qlcs di diverso dai proci X86, le CPU ARM mi son sempre piaciute, le ultime poi sono una scheggia già a soli 528mhz
ulk01 Giugno 2009, 21:28 #4
Originariamente inviato da: OmbraShadow
bla bla bla bla, trovarti na ragazza no, eh?


Toh! Un troll fanboy http://www.hwupgrade.it/forum/searc...earchid=9406650
frankie02 Giugno 2009, 00:02 #5
è la conseguenza della news presedente, ok arm, ma arm è "teoria", la "pratica" sono i processori arm di qualcomm ecc..
nikio02 Giugno 2009, 08:57 #6
Non si fa che parlare di Android... ma come mai ubuntu netbook remix, che ha un background di tutto rispetto, viene ignorato?
JackZR02 Giugno 2009, 09:30 #7
Se questi sistemi netbook con ARM vogliono avere successo basta che non ci installino su un OS come Xandros o Linpus che sono dei veri bocchini studiati apposta per far pernsare alla gente inesperta che Linux fa schifo e che quindi Windows è meglio; Android come OS da Smart Phone/Palmare sembra essere valido, non so se lo sarà anche per PC; cmq un bell'OS User Friendly, e con qualche funzione avanzata per chi è in grado, sarebbe l'ideale, Ubuntu non mi sembra malvagio, il Remix lo metterei più che altro per i touch screen.
Krokko03 Giugno 2009, 02:03 #8

Xandros sì - Xandros no

Il mio EeePC funziona benissimo con Xandros: avvio rapido, processore Celeron assolutamente ben sfruttato, semplicità eppure funzionalità, per non parlare del wi-fi che è potentissimo. Windows diventa solo un mattone, su questo computer.
Però sono d'accordo che chi ha impostato il sistema Xandros abbia fatto delle scelte "a monte" assolutamente suicide. Per esempio: perché non impostare già di serie la possibilità di passare dall'easy mode all'advanced mode? Già questo avrebbe accontentato gli "orfani" di Win, quelli che sono disorientati non appena gli sposti un'icona.
Inoltre avrei permesso una gestione migliore dei repository e dell'installazione di nuovi programmi, senza dover passare dal terminale: mica sono tutti programmatori! Perché poi non deve essere possibile aggiornare programmi come Firefox e Thunderbird alle ultime versioni? Per non parlare della possibilità di mettere programmi come Gimp, di gestire meglio gli schermi esterni, e così via. E sto facendo solo degli esempi.
Insomma, mi spiace dirlo, ma in questo caso Linux si è castrato da solo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^