Anche la Corea sposta le fabbriche in Cina

Anche la Corea sposta le fabbriche in Cina

I produttori taiwanesi di notebook dovranno presto fronteggiare la concorrenza delle compagnie IT Coreane

di pubblicata il , alle 16:20 nel canale Portatili
 

Le compagnie IT sudcoreane, comprese Samsung Electronics e LG Electronics, potrebbero avviare una forte competizione con i produttori taiwanesi di notebook per gli ordini provenienti dalle compagnie OEM

Le compagnie Coreane, infatti, esattamente come le concorrenti Taiwanesi, hanno iniziato a trasferire i propri stabilimenti per la produzione su territorio Cinese, con l'obiettivo di abbassare i costi di produzione.

I produttori Coreani hanno anche la possibilità di non dover dipendere dalle catene di rifornimento disposte dai produttori taiwanesi poiché hanno stabilito le proprie fabbriche nel territorio cinese ed in particolare a Suzhou, dove molti altri produttori di componenti e parti hanno stabilito le proprie fabbriche.

Samsung ha ricevuto ordini per la produzione di alcuni modelli di notebook Dell, potendo, in questo modo, incrementare le proprie abilità di produttore contract.

Sebbene le compagnie Koreane non abbiano ancora ricevuto ordini per i modelli mainstream, hanno tutte le carte in regola per poter diventare degli agguerriti competiror per i produttori taiwanesi di notebook.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
atomo3730 Giugno 2004, 16:42 #1
e vai, tutti in cina appassionatamente!
nel 2005 ci sarà una competizione sui notebook mai vista, chissà che prezzi e chissà chi non reggerà la pressione ed uscirà dal mercato.
lucusta30 Giugno 2004, 16:53 #2
gia', e la cina ci comprera' tutti..
..installo il supporto al cantonese sul browser.
jappilas30 Giugno 2004, 17:12 #3
e ho capito che anche (soprattutto?) in ambito notebook, nessuno più produce per proprio conto..
luck13430 Giugno 2004, 17:38 #4
La Cina è diventata il punto di riferimento del'IT mondiale, Europa/USA=Terzo mondo. Ormai oltre l'80% di prodotti è "made in china".

Dobbiamo preparaci per il prossimo decennio quando....
Fan-of-fanZ30 Giugno 2004, 18:09 #5
di quali servizi ha bisogno la Cina che l'Italia può offrirLe?
jappilas30 Giugno 2004, 19:04 #6
Originariamente inviato da Fan-of-fanZ
di quali servizi ha bisogno la Cina che l'Italia può offrirLe?


scarpe di classe e auto sportive...
atomo3730 Giugno 2004, 19:09 #7
ma no la cina compra anche tecnologia dall'italia ve lo posso assicurare!
jappilas30 Giugno 2004, 19:44 #8
Originariamente inviato da atomo37
ma no la cina compra anche tecnologia dall'italia ve lo posso assicurare!


no beh non lo metto in dubbio, il mio post di prima era ironico...

il fatto è che noi possiamo esportare tecnica all' estero, anche in cina...
loro però la copiano e si mettono in condizione di vendere oggetti analoghi, prima sul loro mercato interno, poi anche al di fuori...
imho, preoccupante è l' eventualità che copiando sempre meglio, la qualità dei loro prodotti oltrepassi la nostra
tempo fa c' era proprio un esempio finito a report, riguardante macchinari industriali
sinadex01 Luglio 2004, 02:14 #9
a quel tizio gli hanno anche imitato il marchio...
cyber01 Luglio 2004, 10:52 #10
Anche l'AGV, la mitica casa di caschi italiana, chiude causa avanzata Cinese. Siamo finiti.

L'occidente diventerà only import

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^