Anche Dell abbandona il segmento netbook

Anche Dell abbandona il segmento netbook

Anche la nota azienda americana dichiara di abbandonare il segmento netbook. Un mercato troppo ridotto e che non verrà portato avanti nemmeno in futuro

di pubblicata il , alle 09:25 nel canale Portatili
Dell
 

Pochi giorni fa Samsung ha annunciato il suo ritiro dal mercato netbook: oggi è la volta di Dell. A seguire il noto produttore coreano arriva ora l'azienda americana che, secondo dichiarazione ufficiale, intende andare a investire in soluzioni che siano compatte e anche potenti. Cosa che i netbook non sono mai stati e mai saranno.

Le vendite dei sistemi netbook si sono, nel corso degli ulltimi mesi, contratte in modo piuttosto evidente: la presenza sul mercato di soluzioni notebook propriamente dette, a prezzi particolarmente vantaggiosi ha reso pressochè inutile l'acquisto di proposte netbook basate su processori Atom.

La comunicazione da parte dell'azienda è arrivata solo in seguito alle prime indiscrezioni che sono circolate, basate sulla sparizione dei modelli Inspiron Mini dal sito Dell. Ecco allora che l'azienda ha reso pubblico il fatto che non saranno più prodotti netbook per la fascia consumer (rimangono quelli per il segmento business). Il piano non prevede solo la scomparsa della serie Inspiron Mini, ma è di più ben ampio respiro: non saranno infatti nemmeno più prodotte soluzioni sulla futura piattaforma Cedar Trail, evoluzione del progetto. L'unica eccezione in questo contesto è la proposta Inspiron Duo, crocevia tra netbook e tablet, che continua a vendere bene e rimane pertanto a listino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

70 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Veradun16 Dicembre 2011, 09:34 #1
Non è questa gran sorpresa, DELL è a libro paga di Intel da anni, ieri doveva vendere Atom, oggi la nuova parola d'ordine del capo è Ultrabook
utentenonvalido16 Dicembre 2011, 09:36 #2
Insomma quando quella volpe di Jobs presento' l'Ipad come sostituto naturale dei netbook non aveva tutti questi torti...
frankie16 Dicembre 2011, 09:37 #3
Ieri gli utenti avevano delle esigenze e i produttori le soddisfavano.

Oggi il marketing crea dei nuovi bisogni in base alle esigenze dei produttori.
]Rik`[16 Dicembre 2011, 09:42 #4
è ora che quei cosi indecenti con schermo sotto 10", risoluzione ignobile e processori atom ridicoli scompaiano dalla faccia della terra..
wolfm0116 Dicembre 2011, 09:50 #5
I netbook hanno goduto di un vantaggio rilevantissimo sul fronte del SO.
Sono convinto che gran parte del loro successo fosse basato sul flop di Windows Vista che nessuno ha mai voluto. Ad un certo punto l'unico modo di avere Xp sul mercato consumer era acquistare un netbbok!
Il successo di Windows 7 e dell'iPad non hanno lasciato scampo a questi dipositivi.

@frankie: il marketing non crea bisogni inesistenti se non per brevissimi periodi, successi più duraturi necessitano la comprensione di bisogni inespressi.
Rubberick16 Dicembre 2011, 10:13 #6
mah i netbook li ho sempre guardati male, monitor troppo piccoli... 10/11/12" ma soprattutto quella cavolata di metterci su la risoluzione in 16/9 o 16/10

li avessero fatti almeno 4/3 probabilmente avrebbero avuto molto + successo
recoil16 Dicembre 2011, 10:20 #7
Originariamente inviato da: utentenonvalido
Insomma quando quella volpe di Jobs presento' l'Ipad come sostituto naturale dei netbook non aveva tutti questi torti...


iPad non era esattamente il sostituto dei netbook, secondo Apple era il giusto device tra gli smartphone e i notebook classici

i netbook sono stati sopravvalutati all'inizio. invece hanno prestazioni ridicole, schermi piccolissimi, tastiere ridotte e non sono affatto tascabili
se devi portare in giro una piccola borsa o zaino tanto vale prendere un 12 o 13'' leggero, se vuoi qualcosa di leggerissimo per leggere le mail prendi un tablet

credo che i netbook abbiano avuto mercato perché costavano poco, tutto qui. con 200 euro ne prendi uno e in tempi di crisi fa gola poter spendere così poco per un computer. però con i laptop normali che costano 400 euro o meno direi che lo sforzo si può fare...
zanardi8416 Dicembre 2011, 10:24 #8
Il problema è Intel, non la tavoletta.
Cioè gli atom non sono mai stati competitivi perchè è stata Intel a non volere che lo fossero.
Prima generazione Atom, chipset riciclato per svuotare i magazzini con brillante scoperta che consumava più della cpu.
Seconda generazione Atom, chipset sempre vecchio, consumi più bassi, ma prestazioni basse, anche in dual core.
L'idea netbook era vincente, non lo è stata mai l'implementazione.
AMD ha perso il treno perchè le sue APU per il segmento avevano le caratteristiche necessarie a sfondare, ma prima che uscissero...

La tavoletta che è? M O D A. Punto. Non penserete che possa sostituire un computer, anche di ridotte dimensioni? Provate voi a digitarci.. non a caso tra gli accessori ci sono le tastiere fisiche.. e siamo punto e a capo. Il portatilino, o chiamatelo come volete, ha la tastiera fisica e il touchpad ed è in grado di fare a meno dello schermo sensibile al tocco.. la tavoletta non può fare a meno della tastiera se la si deve usare in modo serio, anche solo per scrivere le mail.
Veradun16 Dicembre 2011, 10:33 #9
Originariamente inviato da: LucaNoize
I netbook sono arrivati a fine corsa, perchè volendo rimanere in una fascia di prezzo così bassa non ci sono margini per migliorarli (come cpu, schede video ecc...)
A parte il prezzo, la vera evoluzione del netbook sono prodotti come l'air, cioè veri computer di dimensioni ridotte e che, per utilizzi normali possono agevolmente essere utilizzati come unico pc in casa, magari con l'aggiunta di uno schermo esterno.


In realtà l'acquirente tipico del netbook fa la valutazione "voglio il pc portatile che costa meno di tutti", e con dei 15.6" con Brazos e ram e disco a profusione ormai permanentemente nei volantini a 299€ non vedo come si potrebbe comprare ancora un Atom, visto che nei rari casi in cui l'esigenza era realmente solo la mobilità estrema ormai si risolve con altro, tavolette o smartphone con schermo XL.
avvelenato16 Dicembre 2011, 10:38 #10
tutti ve la state prendendo con atom, si parla di scarsa potenza, ma la verità è che è il parco software a non essere ottimizzato per niente: antivirus che si prendono 500mb di ram, pagine web che mandano la cpu a palla, ma stiamo scherzando?
E indovinate di chi è la colpa? Di Microsoft.
I primi atom, sia per risparmiare sulla licenza, sia per ovviare a questo problema, erano dotati di una distribuzione linux.
Ma sono stati affossati, e non certo dagli utenti, ma dalla mancata distribuzione. Nei negozi se ne vedevano pochissimi!
Poi microsoft ha deciso di fare uno sconto sulla licenza oem di XP dedicata ai netbook, e con questo dumping è riuscito per l'ennesima volta a far fuori tux.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^