Al via un processo di standardizzazione per le batterie al litio

Al via un processo di standardizzazione per le batterie al litio

Tre colossi del settore si riuniranno per vagliare le possibilità di identificare uno standard comune per la produzione di batterie agli ioni di litio

di pubblicata il , alle 10:13 nel canale Portatili
 

A seguito dei casi di esplosione e infiammazione di alcuni portatili Dell e del surriscaldamento anomalo di alcuni esemplari di portatili Apple, il settore delle batterie agli ioni di litio per portatili è in subbuglio. Proprio alcuni giorni fa la stessa Dell ha annunciato una pesante campagna di richiamo per le proprie batterie, della quale abbiamo dato notizia in questo focus.

La vicende verificatesi hanno evidentemente fatto suonare qualche campanello d'allarme, tali da spingere tre tra i principali produttori di notebook mondiali, Lenovo, Dell e Apple, terranno il prossimo mese un incontro a San Josè per confrontarsi sulle possibilità di avviare lo sviluppo di uno standard definito per la realizzazione di batterie agli ioni di litio per notebook e dispositivi portatili.

Tutte e tre le compagnie fanno parte dell'OEM Critical Components Committee dell'IPC-Association Connecting Electronics Industries, una organizzazione composta da circa 2400 realtà che rappresentano tutte le sfaccettature dell'industria elettronica, inclusa la progettazione, la produzione dei PCB e della componentistica e l'assemblaggio finale.

John Grosso, presidente dell'IPC OEM Critical Components Committee e, tra l'altro, responsabile del controllo di qualità delle forniture per Dell, ha dichiarato: "Nell'ambito delle batterie un processo di standardizzazione può senza dubbio alcuno risolvere i problemi di sicurezza che sono stati evidenziati in questo ultimo periodo nell'utilizzo di batterie al litio".

Il comitato ha recentemente svolto un lavoro intensivo per quanto riguarda l'identificazione di tutti le possibili standardizzazioni applicabili a componenti chiave dell'industria IT. Tra le attività più recenti si segnala la standardizzazione per le ventole di raffreddamento, che richiederà circa un anno di tempo per passare dal progetto all'implementazione pratica.

Per quanto riguarda le batterie ci si aspetta un percorso simile, lo stesso Grosso ha annunciato che uno standard non potrà essere stilato prima del mese di Luglio 2007.

Fonte: Appleinsider

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
3NR1C025 Agosto 2006, 10:17 #1
John Grosso sa troppo di mafioso
vaio-man25 Agosto 2006, 10:38 #2
a me invece sa di pornostar
tarek25 Agosto 2006, 10:50 #3
prorpio oggi apple ritira 1,8 milioni di portatili per lo stesso problema di dell
delete_Daniel_Nero_delete25 Agosto 2006, 11:48 #4
mi piace da morire sta cosa!
avevo intenzione di sostituire la mia batteria tra 6 mesi circa, ed invece mamma apple fa il "regalino"! magari fosse sempre così.. (ammesso però che non mi incendiano il powerbook... )
Tyrian³25 Agosto 2006, 12:18 #5
speriamo bene perchè ultimamente ci sono stati diversi casi di incidenti con le batterie al litio!
se magari potessero rendere legali le batterie stilo ricaricabili al litio anche in Italia poi...(illegali poi perchè?)^_^
ReverendoMr.Manson25 Agosto 2006, 12:36 #6
Guarda che sono legali già. Vedi le energizer ad esempio.
permaloso25 Agosto 2006, 12:54 #7
da cioò prevedo solo una cosa per gli utenti.. un aumento del rpezzo delle batterie ricaricabili
imayoda25 Agosto 2006, 15:29 #8
Le energizer nn sono ricaricabili però...
frankie25 Agosto 2006, 16:42 #9
Quoto le litio energizer non sono ricaricabili
Tyrian³25 Agosto 2006, 18:30 #10
infatti, io mi riferivo a quelle ricaricabili=)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^