Acer e la game machine open

Acer e la game machine open

Acer potrebbe sviluppare una macchina da gioco interamente basata su tecnologie open

di pubblicata il , alle 08:42 nel canale Portatili
Acer
 

A pochi giorni dall'annuncio dei nuovi portatili Gemstone con funzionalità HD, Acer resta al centro dell'attenzione per alcune dichiarazioni che meritano di essere approfondite. Il produttore taiwanese è leader nelle vendite dei notebook in varie aree del pianeta e anche in ambito desktop può vantare interessanti record, e proprio in quest'ultimo ambito è doveroso segnalare un'affermazione di James T. Wong, vice presidente della società.

Acer intende impegnarsi nello sviluppo di una game machine utilizzando tecnologie aperte, quindi in controtendenza rispetto alle attuali console ampiamente basate su tecnologie proprietarie. A questo indirizzo la notizia segnalata da BetaNews.com.

Le affermazioni di James T. Wong lasciano ampio spazio all'immaginazione: Acer intende sviluppare una console basata su standard aperti? Oppure intende utilizzare tecnologia open nella relizzazione delle proprie soluzioni desktop? E poi, a cosa faceva riferimento James T. Wong con il termine "open": open source oppure riconducibili all'iniziativa PC Gaming Alliance?

Quesiti interessanti rimasti in sospeso a cui è lecito aggiungere un ulteriore ultimo aspetto: quale modello di business vuole perseguire Acer in questo ambito? E' risaputo che in ambito console il reale costo dell'hardware sia superiore al prezzo di vendita, infatti in questo interessante modello di business rientrano anche i proventi dei titoli venduti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor19 Marzo 2008, 08:57 #1
"open" è inteso alla parte software, giusto?

come idea potrebbe avere un perchè: si formerebbe velocemente una folta comunità di sviluppatori di giochi, applicazioni ecc. (così come sta accadendo con l'Asus eee).

Però a quel punto definirla semplicemnte "console" (inteso "di gioco" sarebbe riduttivo. Ancora più riduttivo di quanto si possa dire delle varie x-box, playstation, wii e compagnia bella (che permettono non solo di giocare, ma allargano l'esperienza di intrattenimento)

vediamo cosa mettono in piedi
Motosauro19 Marzo 2008, 09:00 #2
Beh, le console costano un occhio della testa in sviluppo perché sono la sagra delle soluzioni proprietarie.
Gestire una piattaforma open vuol dire creare una base di sviluppo standard, quindi un conseguente abbattimento di costi.
IMHO fattibile
Fyrad19 Marzo 2008, 09:07 #3
Se Acer dovesse fare quello che tutti noi ci aspettiamo (ossia una macchina da gioco che sfrutti unicamente tecnologie opensource) probabilmente sarei uno dei primi ad acquistarla!!!!!
zeolite19 Marzo 2008, 09:15 #4

Che idea

L'idea di Acer è splendida considerando che l'open in termini di prestazione non ha nulla da invidiare a sistemi colsed.
Una console da gioco con a base un kernel linux sempre aggiornabile ed opengl 3.0 che usciranno a breve non sarebbe male. Ciò, credo, porterebbe anche uno sviluppo dei giochi su piattaforme come Linux con un maggior ampliamento dell'offerta...un vantaggio per loro che ne ricavano profitti a 360 e per noi in termini di prezzi e di offerta
rayman219 Marzo 2008, 09:17 #5
ma acer non ha know how nè di soluzioni open nè di gaming a quanto ne so io... mi suona tutto alquanto strano! I partner ideali dovrebbero essere EA e Red Hat Tra l'altro per quanto sia ricca Acer, ricordiamo che il mercato delle console è uno dei pochi dove Microsoft (e ribadisco Microsoft) fa fatica ad imporsi.
Freisar19 Marzo 2008, 09:23 #6
Open come software (ma essendo macchina da gioco cmq non troppo da quel punto di vista se sarebeb un PC) ma soppratutto per le periferiche.

COsa che sulla console Ms non è possibile.

Del resto se levi al PC win o linux e lasci el api solo per far andare i giochi è una console.

Solo che una console ha un'hardware fisso di solito....bisogna vedere cosa intendeva il tipo....
Doppiadi19 Marzo 2008, 09:24 #7
La concorrenza è sempre benvenuta da parte degli utenti finali, certo che con le poche parole trapelate si potrebbe dire tutto e niente delle intenzioni di Acer. Se hanno vogliono di buttarsi massivamente nel mercato videoludico da salotto speriamo che facciano attentamente le loro valutazioni, uscire nel breve termine non ha molto senso perchè le console attuali hanno ancora un buon potenziale e soprattutto già una discreta base installata, Acer dovrebbe concentrarsi sulla prossima generazione, quando gli utenti avranno già ben digerito PS3 e Xbox 360, cioè almeno tra due-tre anni(ma anche di più considerata la vita media di una console), e inevitabilmente ci saranno degli sviluppi tecnologici che faranno sentire il peso degli anni alle attuali console...molto più realisticamente però forse si riferiscono a una linea di PC!
riuzasan19 Marzo 2008, 09:25 #8
E' la politica che per anni ha seguito Commode con L'Amiga tra il 1986 e il 1994 e sono stati anni indimenticabili per buona parte degli sviluppatori di giochi americani ed europei.
Certo Commodore non forniva un SDK che facesse i caffè ... ma tutto quello che c'era a livello di OS e di gestione diretta era disponibile con 100.000 lire (50 E) comprando il rom kernel manual e l'hadware manual e sottoscrivendosi alla mitica piattaforma developer di commodore dove si trovava gente come Peter Molineux che spiegava a Richard Garriot perchè per Populous aveva utilizzato una certa tecnica invece di un'altra ... che tempi

PS
L'SDK per il CD32 costava 80.000 lire (40 E).
Paganetor19 Marzo 2008, 09:42 #9
be', se pensiamo all'eee (lo so che non è una console, ma per il mio ragionamento va più che bene ) c'è un hardware "fisso" (a parte le mod estreme di alcuni utenti) che funge da piattaforma per tutta una serie di OS basati su linux.

Nel caso di Acer, potrebbero sviluppare una cosa simile (con un piccolo margine di espandibilità, tipo slot per memorie, la possibilità di installarci un hard disk, prese usb per aggingerci sintonizzatori ecc.) e metterci una versione ad hoc di linux capace di sfruttarne come si deve l'hardware (fermo restando che si possa creare una eventuale partizione con altri OS).

Da lì a migliaia di applicazioni il passo è breve

Inoltre, l'hardware di una moderna console è relativamente semplice e poco costoso (soprattutto se si utilizzano componenti "standard".

Insomma, è una idea che può portare davvero qualcosa di buono!
SpyroTSK19 Marzo 2008, 09:42 #10
@Fyrad:
sarei io il secondo!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^