4 schermi nella strategia Sony: tra smartphone, TV, pc e tablet senza soluzione di continuità

4 schermi nella strategia Sony: tra smartphone, TV, pc e tablet senza soluzione di continuità

Wi-Fi, DLNA, HDMI sono le basi per la strategia quattro display di Sony: con l'acquisizione delle quote di Sony Ericsson il cellulare diventa mattone fondamentale per la fruizione di contenuti senza soluzione di continuità. Con uno sguardo anche alle tecnologie NFC

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 15:37 nel canale Portatili
Sony EricssonSony
 

L'acquisizione delle quote Sony Ericsson da parte di Sony si inserisce in una precisa strategia, che punta alla massima integrazione tra diversi dispositivi, per rendere l'esperienza utente priva di soluzione di continuità tra terminali molto differenti tra loro. Questa strategia, denominata 4 schermi mira alla totale integrazione tra i diversi modi che comporranno il suo catalogo: dai televisori ai cellulari, dai tablet ai PC portatili.

Sfuttando diversi tipi di connessione, cablata e wireless, lo scopo è quello di permettere l'accesso ai contenuti dei cataloghi Video e Music Unlimited e Sony Entertainment Network da ogni tipo di terminale, senza complicazioni.

Al CES di Las Vegas e presso la sede milanese di Sony Ericsson abbiamo visto all'opera il concetto di Sony. Si tratta di implementazioni già viste in passato: acquistano più senso però ora se inserite in un orizzonte più ampio, orizzonte che va oltre i terminali e abbraccia anche l'universo dei servizi. Ecco nel video un assaggio della strategia 4 schermi di Sony.

[HWUVIDEO="1065"]Strategia a quattro schermi per Sony[/HWUVIDEO]

Durante le demo abbiamo incontrato anche un'interessante declinazione delle tecnologie Near Field Communication. Limitate al momento nelle loro applicazioni pratiche, le tecnologie NFC trovano nelle Smart Tags un'implementazione subito alla portata di tutti. Semplicemente avvicinando il cellulare alle etichette attive, è possibile far compiere ad esso una serie di azioni preimpostate in modo automatico. Nel video incoroporato qui sotto facciamo alcuni esempi di applicazioni pratiche:

[HWUVIDEO="1066"]Smart Tags: l'NFC nella vita di tutti i giorni secondo Sony[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Fire-Dragon-DoL31 Gennaio 2012, 22:35 #1
L'idea è SPETTACOOLARE (quella delle smart tags), mi piace veramente tanto...

Cosi magari potremo finalmente pagare i caffè senza contanti... un bel passo, davvero
Theprov01 Febbraio 2012, 09:24 #2
La vera innovazione sarebbe se te li facessero, i caffè:-D
OldDog01 Febbraio 2012, 11:03 #3
Originariamente inviato da: Fire-Dragon-DoL
L'idea è SPETTACOOLARE (quella delle smart tags), mi piace veramente tanto...
Cosi magari potremo finalmente pagare i caffè senza contanti... un bel passo, davvero

Non capisco il senso di tanto entusiasmo. Basterebbe che i bar accettassero la lettura delle credit card a chip o equivalenti bancomat, senza foglietto con firma per i mini-importi. Però perchè accollarsi il rischio, se possono rigirare a noi l'onere del cellulare-portafoglio?

Alla fine introdurre un ulteriore intermediario tra il nostro conto corrente e il pagamento, che valore aggiunge a noi? Il credito del cellulare lo ricarichiamo comunque, no? Oppure lo saldiamo con la bolletta, se siamo abbonati, comunque passiamo dalla credita card o da un conto corrente, o simili.

Stiamo solo consentendo a qualcun altro di entrare nel passaggio di denaro e quindi, come è ovvio, guadagnarci a spese nostre. Anche se il costo della transazione non ci viene addebitato, lo paga il negoziante, che a sua volta lo recupera adeguando i prezzi.

Semplicemente al giorno d'oggi è chiaro che il mercato di chi spreme denaro dal nulla fa gola a molti, tanto anche quando le cose vanno storte interi governi strizzano noi pur di rifinanziare le banche.
Così le società telefoniche si stanno infiltrando nel giro e noi saremo per l'ennesima volta grati agnelli la settimana prima di Pasqua (o tacchini a pochi giorni dal Thanksgiving, se preferite).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^