2009: meno SSD nei portatili a basso costo

2009: meno SSD nei portatili a basso costo

Il prossimo anno vedrà un ritorno all'adozione di hard disk tradizionali per i portatili a basso costo e per i sistemi netbook

di pubblicata il , alle 15:25 nel canale Portatili
 

Le periferiche di memorizzazione a stato solido, ovvero quei dispositivi che conservano i dati su supporto a semiconduttore (chip) e non mediante registrazione magnetica, hanno acquisito una discreta popolarità nel corso dei mesi passati, che sembra suggerire un futuro roseo ed una diffusione ancor più capillare.

Secondo gli analisti di DRAMeXchange, tuttavia, non sarà proprio così. O almeno non lo sarà per il prossimo anno: nel corso del 2009, infatti, si prevede un più massiccio utilizzo delle tradizionali unità magnetiche e meccaniche per i sistemi portatili e netbook al posto dei dispositivi a stato solido.

La domanda per unità SSD destinate in modo specifico all'impiego in sistemi portatili a basso costo ha subito un rallentamento a seguito dell'aggiornamento delle disposizioni di Microsoft per ciò che concerne la concessione della licenza di Windows XP e che hanno consentito l'adozione di unità di storage fino a 160GB, precedentemente limitate ad 80GB.

Considerando l'attuale differenza in termini di costo per gigabyte che intercorre tra le periferiche di storage magneto-meccaniche e quelle a stato solido (0,5 dollari/GB per le prime, 4 dollari/GB per le seconde) e tenendo conto della sempre presente necessità di disporre di una buona quantità di spazio di storage da parte degli utenti, appare immediatamente chiaro come poter offrire soluzioni notebook/netbook a basso costo, ma dalla buona capienza, metta i produttori nelle condizioni di doversi obbligatoriamente orientare verso soluzioni tradizionali, aspettando un abbassamento del costo per gigabyte delle periferiche SSD.

La conseuenza prima è che, almeno per il prossimo anno, i dischi SSD resteranno delle opzioni interessanti per i sistemi di fascia più alta e si dovranno così attendere tempi migliori prima di poter assistere ad una consistente diffusione di questi dispositivi anche tra i sistemi a basso costo, entry-level e mainstream.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

46 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dany16vTurbo11 Dicembre 2008, 15:33 #1
Bhè, i prezzi dei portatili con gli SSD sono proibitivi, penso che quasi nessuno abbia scelto questa soluzione....
Non capisco la scelta di Microsoft per quanto riguarda la licenza
capetta11 Dicembre 2008, 15:38 #2
Basta mettercelo poi l'HD ssd , io con 210 eurozzi mi son preso ocz ultrav2 60 gb , come sistema operativo, ed e' una bomba. Sul portatile.
polkaris11 Dicembre 2008, 16:03 #3
Un calo dei SDD nei computer a basso costo me lo aspetto...il lato positivo della news e' la previsione di diffusione nelle soluizoni ad alto costo. Per adesso gli SDD sono poco convenienti anche per molte soluzioni ad alto costo! Faccio un esempio. Se voglio un MacBook il modello base costa ben 1 200 euro, che non e' poco, ma per avere l'SSD dallo store Apple dovrei spendere 600 euro, la meta' del costo del portatile!!!
Ste870011 Dicembre 2008, 16:05 #4
In quanti trarranno beneficio realmente dalle prestazioni di un SSD ???
Chi compra un netbook o un notebook di fascia bassa non ha certo bisogno di SSD un buon HD con alta capacità è più che sufficiente
diabolik198111 Dicembre 2008, 16:07 #5
La previsione non è neanche tanto facile da sbagliare. Parliamo di sistemi a basso costo, quindi un SSD al momento ha molto poco da spartire con tali sistemi.
s-y11 Dicembre 2008, 16:17 #6
simple equation:
ssd ~= low cost
jokerpunkz11 Dicembre 2008, 16:21 #7
mah, secondo me sbagliano di brutto....alla fin fine i netbook dovrebbero rimanere tali, comprandone uno con 8gb di ssd a 250, con altri 50 compro un hd esterno da usare a casa con tutto quello che mi serve....secondo me è una cacchiata....se voglamo netbook con hd da 160....allora non chiamiamoli piu netbook!!!
dopo, sui notebook il discorso è nettamente diverso, visto che non vanno a coprire lo stesso segmento di utenti, li si che entrano in gioco discorsi sul prezzo/gb....
fabri8511 Dicembre 2008, 16:54 #8
Ma cosa vi comprate ora un SSD che non esistono ancora scheduler appositi per supportarli...

un SSD viene utilizzato allo stesso modo di un HD tradizionale... la differenza e' minima...
SwatMaster11 Dicembre 2008, 16:55 #9
Gli SSD diverranno più abbordabili solo nel 2010, imho.
...Anzi, spero che entro quell'anno lo diventino, perchè non vedo l'ora di pigliarne uno.
diabolik198111 Dicembre 2008, 16:56 #10
Originariamente inviato da: fabri85
Ma cosa vi comprate ora un SSD che non esistono ancora scheduler appositi per supportarli...

un SSD viene utilizzato allo stesso modo di un HD tradizionale... la differenza e' minima...


fammi capire cosa dovrebbe fare di diverso un ssd...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^