2009: la metà dei portatili avrà soluzioni di storage flash

2009: la metà dei portatili avrà soluzioni di storage flash

Secondo un'indagine di mercato entro due anni si assisterà ad una massiccia diffusione di dispositivi di storage basati su memorie flash

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:46 nel canale Portatili
 

Gli esiti di una indagine di mercato condotta da iSuppli e pubblicati su Digitimes mostrano come entro la fine del 2009 la maggior parte dei nuovi sistemi portatili sarà equipaggiata con dispositivi di storage che prevedono l'impiego di memoria statica, grazie alla flessione dei prezzi delle memorie NAND e al contemporaneo incremento delle prestazioni.

Le previsioni tracciate parlano di 24 milioni di sistemi notebook venduti entro l'ultimo trimestre del 2009 ed equipaggiati con una qualche forma di storage basato su memoria flash. Nel primo trimestre dell'anno in corso iSuppli ha invece registrato un volume in circolazione di notebook con memoria flash nell'ordine delle 143 mila unità.

iSuppli identifica sostanzialmente tre forme di adozione per le memorie flash. Una è rappresentata dalla tecnologia Intel Robson, una dai dischi ibridi (hard disk meccanici tradizionali provvisti di una porzione di memoria statica) ed infine una da dischi a stato solido (completamente costituiti, cioè, da memoria flash).

Secondo iSuppli il tasso di penetrazione sul mercato di queste nuove tecnologie sarà pressoché identico sia per sistemi ultraportatili, sia per sistemi notebook mainstream. Più della metà dei sistemi ultraportatili e notebook commercializzati nell'ultimo trimestre del 2009 sarà equipaggiata con dischi ibridi mentre poco meno del 30% farà uso di dischi a stato solido. Attualmente il primo trimestre 2007 vede solo l'1% dei sistemi fare uso di soluzioni HHD e una pressoché nulla adozione di dischi a stato solido.

iSuppli sottolinea come nel corso del 2003 il prezzo di 1GB di memoria NAND flash era superiore di circa 100 volte rispetto ad una quantità equivalente di spazio storage su hard disk. Questo divario è però destinato ad assottigliarsi ed iSuppli stima che nel corso del 2009 i prezzi delle memorie NAND saranno superiori di circa 14 volte rispetto a quelli delle soluzioni HD tradizionali, ovviamente a parità di GB.

I produttori e gli assemblatori saranno comunque spinti verso l'adozione di memorie flash per lo storage da fattori che vanno oltre le semplici questioni di costo: le memorie a stato solido, infatti, hanno una serie di vantaggi rispetto alle tradizionali soluzioni meccaniche: velocità di computazione, maggiore resistenza ai traumi, minor consumo energetico e una maggiore durata nel tempo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ghiltanas03 Maggio 2007, 10:30 #1
effettivamente è una soluzione a mio avviso molto utile, specie nei portatili visto che riducono i consumi e migliorano sensibilmente l'avvio del so (che nel caso di vista nn è male) e degli applicativi
Fx03 Maggio 2007, 10:55 #2
14 volte è ancora tanto, non so quanti saranno disposti anche nel 2009 ad avere un hard disk allo stato solido da 10 gb al posto di uno tradizionale da 140...
ghiltanas03 Maggio 2007, 10:59 #3
credo nessuno ma infatti gli hd a stato solido vanno visti come un aiuto per l'avvio del so e dei programmi, probabilmente caricheranno porzioni di dati in modo da migliorare l'avviamento degli applicativi. solo + in la prenderanno il posto degli hd meccanici
Portocala03 Maggio 2007, 11:05 #4
il 14 lo hanno impostato loro cosi non perdono troppo l'investimento fatto per i dischi meccanici, e ammortizzano il passaggio lentamente.

Unico dubbio: quante scritture/riscritture hanno sti dischi?
cionci03 Maggio 2007, 12:50 #5
Originariamente inviato da: Fx
14 volte è ancora tanto, non so quanti saranno disposti anche nel 2009 ad avere un hard disk allo stato solido da 10 gb al posto di uno tradizionale da 140...

Il SSD di Sandisk da 32 GB costa 350€ ora...nel 2009 ci saranno probabilmente quelli da 64 GB a prezzi ancora minori...
cionci03 Maggio 2007, 12:57 #6
Originariamente inviato da: Portocala
Unico dubbio: quante scritture/riscritture hanno sti dischi?

Tra 10^5 e 10^6 scritture sulla stessa cella...però esistono vari meccanismi che cercano di distribuire più equamente le scritture in modo da rendere ancora più lunga la vita dei chip.
tarek03 Maggio 2007, 14:55 #7
mah...dicevano anche che questa primavera il 70% dei nuovi portatili sarebbero stati con hd ibridi, e invece non se ne vede uno.. non credo che sia molto realistica questa previsione.
Dark Saint03 Maggio 2007, 14:57 #8
ma che 2009 ... il futuro è adesso

Dell ha già a listino modelli (solo alcuni) con dischi solid state. Il prezzo è 5 volte l'equivalente a testine, tempo 6-12 mesi il prezzo si dimezzerà e le capacità duplicheranno.
JohnPetrucci03 Maggio 2007, 16:44 #9
Ormai la strada è tracciata, il passaggio sarà graduale e accellererà man mano che i prezzi scenderanno e le capienze aumenteranno.
GianoM04 Maggio 2007, 10:31 #10
Ottimo!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^