Zenimax e Oculus tornano in tribunale a causa di Oculus Rift

Zenimax e Oculus tornano in tribunale a causa di Oculus Rift

Dopo aver vinto la prima tranche del procedimento, Zenimax vuole ottenere qualcosa in più e continua ad attaccare Oculus VR

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:01 nel canale Periferiche
Oculus Rift
 

Dopo aver ottenuto dal giudice un risarcimento da 500 milioni di dollari, Zenimax è tornata in tribunale contro Oculus VR. Adesso chiede il blocco delle vendite di Oculus VR o royalties pari al 20% per 10 anni su ogni unità venduta del visore di realtà virtuale. Non basta, perché si chiede un ulteriore risarcimento a Facebook, che dal 2014 è proprietaria di Oculus VR, da 500 milioni di dollari.

Oculus Rift

Da parte sua, Oculus chiede che anche il precedente giudizio venga rivisitato. Il giudice Ed Kinkeade ha infatti chiesto a Zenimax di essere più specifica nell'individuare le parti di codice di Oculus che violano il copyright. Da parte sua, invece, Zenimax ritiene che la prima sentenza sia stata abbastanza chiara nello stabilire l'avvenuta violazione degli accordi di NDA fra le due compagnie.

Dopo la sentenza originale da entrambe le parti è arrivata una serie di mozioni sul giudizio. Il giudice non ha emesso sentenza, ma ha invitato le parti in causa a trovare un accordo privato. Cosa che non è arrivata fino ad ora, e che difficilmente arriverà visto come si è complicato il quadro. Solamente il giudice, quindi, sembra poter risolvere la controversia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^