X-Spice propone i nuovi alimentatori Kira Compact Series

X-Spice propone i nuovi alimentatori Kira Compact Series

X-Spice propone i nuovi alimentatori della linea Kira CS, caratterizzati da elevati livelli di efficienza e dimensioni contenute

di pubblicata il , alle 09:29 nel canale Periferiche
 

Il produttore asiatico X-Spice ha recentemente lanciato la nuova linea di alimentatori Kira Compact Series, compatibili al 100% con lo standard ATX 2.2 e caratterizzati da alti livelli di efficienza. La linea è infatti composta da tre modelli, rispettivamente da 430W, 530W e 630W, tutti certificati dall'80+ Efficiency Program; ricordiamo che questo tipo di certificazione è ottenuta solamente da alimentatori di qualità in grado di fornire almeno l'80% dell'energia dichiarata in condizioni di carico del 20%, 50% e 100%.

Tutti e tre i modelli della linea Kira CS si contraddistinguono inoltre per un altro importante fattore, la profondità: lo chassis di questi alimentatori è infatti lungo solamente 12,5 centimetri, contro gli abituali 16 centimetri dei comuni alimentatori. Ogni alimentatore è dotato di una ventola da 120 x 120 millimetri con regime rotazionale controllato termicamente.

Stando a quanto dichiarato nel comunicato stampa del produttore, la garanzia degli alimentatori della linea Kira CS ha una durata di 2 anni. Ulteriori informazioni sui nuovi alimentatori Kira CS e su altri prodotti di X-Spice possono essere reperite sul sito ufficiale del produttore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nj14 Aprile 2008, 09:48 #1
già così corti, se fossero veramente silenziosi, sarebbero interessantissimi !
Peccato però, potevano farli modulari.
magilvia14 Aprile 2008, 10:04 #2
Gli alimentatori modulari hanno un difetto: con il tempo potrebbero ossidarsi i contatti peggiorando efficienza e pulizia della linea.
ombra66614 Aprile 2008, 10:08 #3
interessante il dettaglio sulla profondità.... a me gioverebbe
p4ever14 Aprile 2008, 11:58 #4
Originariamente inviato da: magilvia
Gli alimentatori modulari hanno un difetto: con il tempo potrebbero ossidarsi i contatti peggiorando efficienza e pulizia della linea.


con il tempo....molto tempo...e poi è solo una remota probabilità, non ho mai visto contatti ossidati di un alimentatore modulare personalmente, e ne ho avuti ben 3 diversi, da ocz a coolermaster. Secondo me un alimentatore che non sia modulare ad oggi non ha senso di esistere, sono una comodità estrema, mi scoccia dover ripiegare tutte le volte dieci cavi che avanzano dietro il case, ormai con 4 cavi (24pin+8pin+pciex+sata) si riesce a connettere praticamente tutto, il resto sono solo fuffa....imho ovviamente...
bjt214 Aprile 2008, 13:19 #5
Garanzia di 2 anni: è obbligatoria.
Rumorosità: una ventola 120 mm è più efficiente di una 80mm... Credo proprio che siano più silenziosi... Essendo poi ad alta efficienza, la ventola potrebbe entrare in funzione a basso regime. inoltre la posizione della ventola è molto azzeccata: aspira aria dalla zona in cui in genere c'è la CPU e gli fa anche un favore...
Pikazul14 Aprile 2008, 13:47 #6
Però la maggior parte delle persone fa tutto con alimentatori che costano la metà del modulare più economico, e quei cavi in fondo, li vedrà una o due volte in vita sua, non un fastidio così tremendo.

Se uno aggiorna il pc spesso l'investimento può anche essere utile, o per meglio dire, comodo, ma da qui a dire che gli alimentatori non modulari non servono più a nulla ce ne passa.

Certo, poi se mi dite che i 20-30 euro in più degli alimentatori modulari sono tutta speculazione allora son daccordo con te XD
suppaman14 Aprile 2008, 14:10 #7
Originariamente inviato da: bjt2
Garanzia di 2 anni: è obbligatoria.


Non da parte del produttore nei confronti dell'acquirente.

Per il solito discorso sulla garanzia dei beni in Italia per un difetto manifestatosi dopo 6 mesi dall'acquisto devi dimostrare che il difetto fosse esistente al momento dell'acquisto e chiaramente per beni di scarso valore non è che convenga disporre una perizia tecnica.

Avere 2 anni di garanzia dichiarati dal produttore è molto più conveniente per l'utente finale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^