ViBook: multimonitor via presa USB

ViBook: multimonitor via presa USB

Un dispositivo collegato al PC attraverso presa USB, che permette di estendere il display su più schermi a prescindere dalla scheda video montata

di pubblicata il , alle 11:51 nel canale Periferiche
 

Village Tronic è un'azienda specializzata da anni in una serie di prodotti che puntano ad estendere la flessibilità nella configurazione di catene multimonitor con un singolo PC, soprattutto nel momento in cui questo non è predisposto all'utilizzo di più schermi contemporaneamente per la carenza di apposite connessioni.

E' abituale, sia in ambito domestico che d'azienda, abbinare un display secondario a quello principale così da estendere la produttività personale. Questo è molto valido per le soluzioni notebook, con le quali molto spesso vengono abbinati display di elevata risoluzione come schermo principale relegando quello del PC a soluzione secondaria. Se una uscita per un secondo monitor è ormai disponibile in quasi tutti i sistemi in commercio, la possibilità di configurare setup multimonitor richiede spesso la presenza di una seconda scheda video, scelta percorribile con alcuni sistemi desktop ma non accessibile con quelli notebook.

vibook_1.jpg (15031 bytes)

Village Tronic ha annunciato un nuova soluzione per estendere la capacità multimonitor del proprio sistema, a prescindere dal tipo di scheda video integrata e dal numero di connettori video messi a disposizione da quest'ultima. Parliamo di ViBook, box esterno dotato di due distinte connessioni: la prima, DVI, andrà collegata allo schermo mentre la seconda, USB, è da collegare al sistema.

Grazie ad un software proprietario, senza nessun tipo di interazone con l'utente che non sia quella di collegare fisicamente il dispositivo a PC e display, il sistema estende automaticamente il display allo schermo secondario collegato a ViBook. E' possibile utilizzare al massimo 6 di questi dispositivi su un PC, notebook o desktop che sia, semplicemente collegandoli via porta USB direttamente al sistema oppure anche attraverso un hub USB. E' la porta USB ad assicurare l'alimentazione necessaria al dispositivo, che non deve essere quindi collegato all'alimentazione di rete. In caso di soluzione Mac il numero massimo di dispositivi ViBook gestibili contemporaneamente scende a 6.

vibook_2.jpg (13925 bytes)

Grazie alla tecnologia VT MultiDislay è possibile estendere le funzionalità multimonitor tipiche dei sistemi operativi Microsoft: spostare qualsiasi programma all'interno di uno degli schermi con un semplice click, oppure estenderlo sino ad occupare tutti gli schermi a disposizione sempre con un semplice click. Il dispositivo è proposto al prezzo di 108,00€ IVA esclusa; l'acquisto è effettuabile direttamente dal sito web del produttore. Ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lotharius25 Marzo 2009, 12:00 #1
In pratica è il clone del Matrox Triple Head to Go, ma con supporto a più monitor. Però non ho capito... per avere il supporto fino a 6 schermi bisognerà comprare 6 scatolotti? Se è così per carità... meglio il Matrox...
Gabro_8225 Marzo 2009, 12:00 #2
Molto interessante!
Mr Resetti25 Marzo 2009, 12:16 #3
@Lotharius: cosa non capisci della parola notebook? Leggere meglio l'articolo no, eh?

Se una uscita per un secondo monitor è ormai disponibile in quasi tutti i sistemi in commercio, la possibilità di configurare setup multimonitor richiede spesso la presenza di una seconda scheda video, scelta percorribile con alcuni sistemi desktop ma non accessibile con quelli notebook.


Lo sanno tutti che le schede professionali e dedicate fanno questa funzione, ma qui si parla di notebook la cui maggior parte non dispone di più di un collegamento in uscita!
Jabberwock25 Marzo 2009, 12:22 #4
Originariamente inviato da: Mr Resetti
@Lotharius: cosa non capisci della parola notebook? Leggere meglio l'articolo no, eh?



Lo sanno tutti che le schede professionali e dedicate fanno questa funzione, ma qui si parla di notebook la cui maggior parte non dispone di più di un collegamento in uscita!


Matrox TripleHead2Go non e' una scheda grafica!
Mythical Ork25 Marzo 2009, 12:22 #5
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upg
E' possibile utilizzare al massimo 6 di questi dispositivi su un PC, notebook o desktop che sia, semplicemente collegandoli via porta USB direttamente al sistema oppure anche attraverso un hub USB. E' la porta USB ad assicurare l'alimentazione necessaria al dispositivo, che non deve essere quindi collegato all'alimentazione di rete. In caso di soluzione Mac il numero massimo di dispositivi ViBook gestibili contemporaneamente scende a 6.


Turin25 Marzo 2009, 12:46 #6
Originariamente inviato da: Mythical Ork

C'è una bella differenza! Sul pc ne puoi montare ben 6 , sul Mac solo 6.


Jabberwock25 Marzo 2009, 12:50 #7
Originariamente inviato da: Turin
C'è una bella differenza! Sul pc ne puoi montare ben 6 , sul Mac solo 6.




Sara' un refuso: sul sito dicono che sul Mac se ne possono mettere massimo 4!
RedFoxy25 Marzo 2009, 13:47 #8
2 monitor per affarino usb, contando le due uscite di un notebook (suo monitor + uscita) arriviamo a 14 monitor in tutto (6*2+2) direi che è di tutto rispetto farsi circondare cosi' da monitor... ma... a che risoluzione viaggia questo coso? e l'accelerazione hw della scheda video? i calcoli li fa tutti il computer con la sua scheda video e poi questi apparecchietti non fanno altro che l'estensione?

Se è cosi'... mi sa' che diventa buono solo in caso di low profile, perchè la ram delle schede video e la loro potenza di calcolo viene sharata su ben 14 monitor anzichè 2... Utile che so' per presentare in PPT qualcosa usando 14 monitor in clone :P
RedFoxy25 Marzo 2009, 13:52 #9
ok come non detto, 1 per affare ma il ragionamento rimane
Wonder25 Marzo 2009, 14:19 #10
come pensavate ceh fosse la postazione dell'Operatore di matrix?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^