Una stampante 3D a 10 materiali: dal MIT arriva MultiFab

Una stampante 3D a 10 materiali: dal MIT arriva MultiFab

I laboratori del MIT realizzano una stampante multi-materiale con funzionalità di scansione e auto-correzione. Il tutto a 7000 dollari grazie all'impiego di componenti comuni di facile reperibilità

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Periferiche
 

Le tecniche di stampa 3D hanno portato una ventata di novità nel mondo, aprendo la strada alla possibilità di realizzare in casa moltissimi oggetti di uso comune. Chiaramente, almeno in questa fase, vi sono comunque tanti limiti: spesso è possibile stampare con un solo materiale, che si rivela adatto solo per pochi scopi, e talvolta sono necessari vari tentativi per ottenere il risultato desiderato.

Insomma le potenzialità sono tante, ma le stampanti 3D di oggi (seppur con rare eccezioni) sono ancora lontane dal traguardo dell'affidabilità e della semplicità per la produzione di oggetti utili, che non debbano essere assemblati e ad un costo sostenibile.

Durante gli ultimi anni varie realtà hanno cercato di affrontare le sfide poste dalla stampa multi-materiale, che offre la possibilità di realizzare oggetti più complessi e funzionali. Questo genere di stampanti sono però limitate a 3 materiali al massimo per volta, costano svariate centinaia di migliaia di euro e richiedono comunque molto intervento da parte dell'uomo.

Il Computer Science and Artificial Intelligence Lab del MIT ha mostrato questa settimana in occasione del SIGGRAPH Computer Graphics Conference una stampante 3D capace di impiegare contemporaneamente fino a 10 materiali e di fare uso di tecniche di scansione tridimensionale e machine-vision con risoluzione fino a 40 micron.

Tali caratteristiche permettono a MultiFab, questo il nome della stampante, di offrire due vantaggi: anzitutto la stampante è capace di auto-correggersi e auto-calibrarsi in virtù della continua comunicazione con il sistema di scansione tridimensionale, in secondo luogo diventa possibile stampare ed integrare componenti complessi direttamente su un altro oggetto. Per esempio una cover di uno smartphone semplicemente collocando quest'ultimo sull'area di stampa: scanner, stampante e software di stampa penseranno a tutto in maniera automatica.

Javer Ramos, research engineer al CSAIL, ha spiegato: "La piattaforma apre nuove possibilità per la produzione, dando ai ricercatori ed hobbisti il potere di creare oggetti che precedentemente sarebbe stato difficile se non impossibile stampare". L'altro aspetto interessante di MultiFab è il suo costo: 7000 dollari complessivi, grazie all'impiego di componenti comuni e liberamente disponibili in commercio.

Stando ai pochi dettagli disponibili, la stampante MultiFab opera con particolari soluzioni di fotopolimeri e un sistema di ugelli simile a quello di una tradizionale stampante a getto di inchiostro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^