Qualcomm Robotics RB5: piattaforma per IoT industriale pronta per il 5G

Qualcomm Robotics RB5: piattaforma per IoT industriale pronta per il 5G

Qualcomm Robotics presenta la piattaforma RB5, caratterizzata dal supporto alle reti 5G. Grazie alla connettività a banda larga e bassa latenza il 5G permetterà di liberare i robot dai cavi. Tra i mercati di sbocco i robot di movimentazione dei magazzini della logistica

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Periferiche
Qualcomm5G
 

Aspettarsi di trovare un processore Qualcomm sotto la scocca del proprio smartphone è oggigiorno una cosa abbastanza scontata, ma per molti non lo è pensando ad altri prodotti di uso quotidiano come il robot aspirapolvere che gira da solo per casa. Ebbene, anche in questo settore Qualcomm piazza i suoi cuori di silicio in una svariata gamma di prodotti. Per fare un esempio troviamo SoC Qualcomm all'interno dei robot aspirapolvere Roomba di iRobot, ma tra i clienti di Qualcomm in questo tipo di applicazioni troviamo anche nomi del calibro di Samsung, LG, Ecovacs e Sharp.

Quello dei 'robot di servizio' è un mercato pronto a esplodere. Oggi ci sono nelle case 17 milioni di robot aspirapolvere, ma entro il 2025 è previsto che questo numero salga a ben 37 milioni. In ambito professionale e industriale troviamo attivi un milione di Service Robot, mentre per il 2025 ne sono previsti ben 5 milioni. Fanno parte di questo mercato anche i droni: attualmente ne circolano circa 1,5 milioni, con un numero in salita verso i 4 milioni.

Questi mercati, soprattutto quello dell'IoT industriale, vedranno nelle tecnologie 5G un fattore abilitante per nuovi scenari d'uso e con l'annuncio di oggi Qualcomm punta proprio a consolidare la sua posizione in questo ambito. Alla recente piattaforma RB3, infatti, oggi Qualcomm Robotics aggiunge la nuova piattaforma RB5, caratterizzata dal supporto anche alle reti 5G. Grazie alla connettività a banda larga e bassa latenza il 5G permetterà di liberare i robot dai cavi e di utilizzare una tecnologia più adatta del Wi-Fi per la gestione senza fili di molte macchine all'interno dello stesso ambiente.

Si tratta di una piattaforma studiata per applicazioni industriali di fascia elevata, che punta molto anche sull'intelligenza artificiale a bordo per permettere ai robot di effettuare operazioni complesse, come il riconoscimento di oggetti dai flussi video delle videocamere. Uno dei mercati a cui Qualcomm punta apertamente è quello dei robot che movimentano le merci all'interno dei grandi magazzini delle reti logistiche globali. La compatibilità software con sistemi con AWS RoboMaker (oltre a ROS 2 e Linux) la dice lunga sugli obiettivi di Qualcomm.

Il chipset RB5 può essere completato con piattaforme aggiuntive, i cosiddetti 'Mezzanine', che possono essere dedicati alla visione tramite fotocamere e sensori ToF, composti da sensoristica varia (pressione, a ultrasuoni, temperatura e via dicendo), deputati alla gestione di motori o alle comunicazioni.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^