Mountain Everest, la tastiera modulare ora è su Kickstarter

Mountain Everest, la tastiera modulare ora è su Kickstarter

Mountain ritiene che non ci possa essere una soluzione unica per quanto riguarda la scelta delle periferiche di gioco. Con questa soluzione sia chi ama le periferiche minimaliste che quelle super-accessoriate dovrebbe trovare ciò che sta cercando. Ecco come funziona Mountain Everest

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Periferiche
Mountain
 

Mountain è una startup con sede in Germania che si prepara a debuttare sul mercato con nuove periferiche che rispondono a quattro esigenze: innovazione, performance, estetica e modularità. Oggi è il giorno del debutto su Kickstarter della sua tastiera Everest.

Il principio alla base di questa soluzione è la modularità: Everest è pensata per venire incontro alle esigenze di qualsiasi tipo di giocatore. Secondo Mountain, infatti, ogni singolo componente di Everest è stato selezionato a mano sulla base di due criteri: prestazioni e personalizzazione. Ogni parte di Everest usa una connessione di tipo USB-C ed è dotato di magneti per facilitare l'aggancio. Il tastierino numerico, inoltre, è stato rinforzato con delle asticelle di metallo per migliorare la robustezza. Il telaio della tastiera inoltre si compone di due strati con l'obiettivo di incrementarne la longevità e di rendere l'estetica più accattivante.

Mountain Everest è il risultato di un lungo processo creativo, portato avanti da appassionati del gaming e veterani di questo settore. Loro sono partiti da un foglio bianco e hanno iniziato a disegnare cosa avrebbero desiderato da una tastiera gaming del genere. Inoltre, i progettisti sono partiti dai presupposti di rispetto per l'ambiente: pertanto, la confezione è stata studiata in modo tale da ridurre al minimo gli sprechi e può essere riutilizzata per conservare gli accessori di Everest o altri piccoli oggetti.

Il tastierino numerico di Everest si può staccare e fissare su entrambi i lati della tastiera. Inoltre, è sormontato da quattro pulsanti a colori che possono essere personalizzati in termini di funzione associata e di colori e icona. Ad esempio possono essere settati in modo da poter lanciare al volo un determinato gioco, Steam o GOG, ma anche un servizio di musica in streaming o Adobe Photoshop.

Mountain Everest

La modularità della tastiera si esprime anche con il cosiddetto Media Dock, un altro componente che può essere posizionato in qualsiasi dei quattro angoli della tastiera. Dotato di un LCD a colori, il Media Dock può essere associato a una funzione particolare o accogliere i controlli multimediali. Tutti i pulsanti della tastiera possono essere personalizzati con specifiche funzioni o macro. In particolare, al Media Dock può essere assegnata una combinazione di tasti della tastiera o del mouse, incluso lo scorrimento.

Mountain Everest

Mountain Everest si basa su switch meccanici Cherry MX. Anche in questo caso si è preservata innanzitutto la filosofia della modularità: si possono installare, infatti, tutti gli switch meccanici Cherry MX compatibili con la piastra. L'approccio modulare rende semplice e veloce la sostituzione di interruttori senza necessità di saldatura. I copritasti sono di tipo Double-shot TBT, ovvero dei copritasti a doppio strato pensati per resistere alla viscosità e per durare a lungo nel tempo grazie a una texture specifica.

La tastiera è poi di tipo N-Key Rollover: ovvero, la pressione di un pulsante è sempre garantita, a prescindere dal numero di pulsanti premuti contemporaneamente. Un software permetterà di personalizzare nel dettaglio tutte queste funzioni e di creare le macro. Mountain lo definisce Base Camp e lo descrive come un software più versatile e avanzato rispetto ai tradizionali software di configurazione delle tastiere.

Ogni pulsante gode di illuminazione RGB specifica, configurabile sulla base della singola unità scegliendo fra i 16,7 milioni di colori a disposizione. In luogo dei tradizionali piedini di plastica, abbiamo degli appoggi con superficie circolare, anch'essi personalizzabili e dotati di aggancio magnetico. Ci sono anche il poggiapolsi magnetico e l'hub con porte USB 3.2 Gen 1. Una sofisticata rete di canali di instradamento dei cavi, inoltre, dovrebbe consentire di posizionare tutti i cavi sotto la tastiera e mantenere la scrivania in ordine.

Mountain Everest

Sono previste due versioni di Mountain Everest, CORE e MAX, che verranno proposte rispettivamente al prezzo di 99€ e 189€ per i primi supporter della campagna di crowdfounding.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^