Logitech abbandona il mercato dei telecomandi della serie Harmony

Logitech abbandona il mercato dei telecomandi della serie Harmony

Una operazione di ristrutturazione interna porterà Logitech a rivedere le proprie divisioni di prodotto; la prima ad uscire sarà quella Harmony, responsabile della produzione di interessanti telecomandi multimediali

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:21 nel canale Periferiche
Logitech
 

Logitech ha annunciato l'intenzione di mettere in vendita la propria divisione interna responsabile dello sviluppo e della commercializzazione dei prodotti della famiglia Harmony. Si tratta di una serie molto popolare di telecomandi avanzati, che possono essere programmati così da gestire diverse tipologie di dispositivi presenti nel proprio ambiente domestico.

Questa decisione è frutto di una operazione di riorganizzazione interna: Logitech sta soffrendo, al pari di molte altre aziende, il ridimensionamento del mercato dei PC e per questo motivo la direzione da intraprendere passa anche attraverso la cessione e dismissione di alcune divisioni.

Nel corso dell'ultimo trimestre fiscale Logitech ha totalizzato vendite per circa 615 milioni di dollari USA, in calo del 14% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Da questo è derivata una perdita operativa di 180 milioni di dollari nel periodo di riferimento, il terzo trimestre dell'esercizio fiscale 2013 dell'azienda.

logitech_harmony.jpg (47914 bytes)

Le difficoltà del mercato dei PC, nel quale Logitech è presente con differenti linee di prodotti, sono quindi alla radice le cause della difficile situazione di bilancio dell'azienda. Da questo un processo che vedrà il disinvestimento in alcune aree storiche per Logitech, prodotti quali i telecomandi e i sistemi di sicurezza video, per favorire innovazione in aree che siano maggiormente legate ai prodotti di maggiore interesse per i consumatori in questi tempi cioè tablet e smartphone.

Per la fine dell'anno fiscale 2013 l'azienda prevede di dismettere altre divisioni non considerate strategiche per i piani attuali, quali i sistemi di altoparlanti e gli accessori per console. Resta ancora da capire con precisione in quali ambiti e verso quali prodotti Logitech indirizzerà la propria attività di sviluppo e produzione per il prossimo futuro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
wwwgefaz25 Gennaio 2013, 08:27 #1

Erano imigliori

Se solo avessero avuto un canale di vendita più esteso (es. supermercati) gli altri telecomandi universali sarebbero spariti dal mercato.Sono i migliori, facilissimi da configurare.Ne ho uno, il più piccolo a 16€ ed è una bomba.Peccato
StyleB25 Gennaio 2013, 08:37 #2
ne ho ben 2, il 1100 e il touch.. sono a dir poco spettacolari, ci controlli ogni cosa e quando dico ogni intendo TUTTO.
per un semplice sistema domotico il 1100 non ha paragoni.
sentir crollare prodotti simili è sempre un colpo.
aldarev25 Gennaio 2013, 09:59 #3
Peccato.

Ho un Harmony One ormai da diversi anni ed è veramente eccezionale. Il suo sostituto sarebbe stato sicuramente il 1100 in futuro (funziona ancora talmente bene che è un "delitto" cambiarlo)
mail9000it25 Gennaio 2013, 10:21 #4

La nave sta affondando

E non mi riferisco a Logitech ma alla divisione telecomandi.

Il Galaxy Tab di samsung può essere utilizzato come telecomando della televisione.

Quanto tempo impiegheranno gli altri produttori a integrare una funzione per controllare il televisore con un app ?
Quanto tempo impiegheranno i produttori cinesi a creare un tablet con un led infrarossi per controllare tutto il resto ?

Oggi un tablet costa la metà del 1100, che dico, un telefono con schermo la 3,5 pollici costa anche un terzo.

Ritengo che fino ad oggi per una regola non scritta i tablet e i telefoni non hanno mai sconfinato nel campo dei telecomandi pur avendo un hardware molto superiore a costi inferiori.

Forse oggi questo patto di non interferenza sta scricchiolando.
jokerpunkz25 Gennaio 2013, 10:22 #5
Originariamente inviato da: wwwgefaz
Ne ho uno, il più piccolo a 16€ ed è una bomba.Peccato


16?? lo voglio anche io!

in ogni caso secondo me, per quanto il top tecnologico, si sono sempre posizionati male sul mercato, se avessero fatto anche serie piu economiche da piazzare anche nei supermercati avrebbero avuto il monopolio totale del campo.
Noir7925 Gennaio 2013, 10:34 #6
Si concentrassero a fare i mouse, che sono 5 anni che non superano l'apogeo del loro MX Revolution!
moddingpark25 Gennaio 2013, 11:04 #7
Originariamente inviato da: Noir79
Si concentrassero a fare i mouse, che sono 5 anni che non superano l'apogeo del loro MX Revolution!


Sicuro? Io sono stato possessore di un G7 per più di 5 anni e non mi posso ritenere più soddisfatto di così.
E gli ultimi wireless (G9, G700), pur non essendo compatti, hanno venduto abbastanza.
acerbo25 Gennaio 2013, 11:35 #8
te credo, con quei prezzi ma chi li compra!!!! Oltretutto con lo smartphone puoi fare le stesse cose via wifi o via bluetooth
Varg8725 Gennaio 2013, 11:54 #9
Originariamente inviato da: mail9000it
E non mi riferisco a Logitech ma alla divisione telecomandi.

Il Galaxy Tab di samsung può essere utilizzato come telecomando della televisione.

Quanto tempo impiegheranno gli altri produttori a integrare una funzione per controllare il televisore con un app ?
Quanto tempo impiegheranno i produttori cinesi a creare un tablet con un led infrarossi per controllare tutto il resto ?

Oggi un tablet costa la metà del 1100, che dico, un telefono con schermo la 3,5 pollici costa anche un terzo.

Ritengo che fino ad oggi per una regola non scritta i tablet e i telefoni non hanno mai sconfinato nel campo dei telecomandi pur avendo un hardware molto superiore a costi inferiori.

Forse oggi questo patto di non interferenza sta scricchiolando.


Mah, io preferisco avere un telecomando per controllare la tv, ampli, ecc.
Poi vuoi mettere 30 euro di telecomando contro i minimo 100-150 di un tablet, di quelli base tra l'altro. Senza considerare l'ingombro e la durata delle batterie.

Originariamente inviato da: acerbo
te credo, con quei prezzi ma chi li compra!!!! Oltretutto con lo smartphone puoi fare le stesse cose via wifi o via bluetooth


Dipende da che modello compri. Io ho uno dei modelli base e mi consente di controllare 4 dispositivi, direi che è più che sufficiente per la maggior parte delle persone.
Ovvio che se vuoi comprare il modello di punta con schermo touch (che a parte per fare lo sborone, a che serve?), che controlla nmila apparecchi e ti consente di creare macro lo vai a pagare uno sproposito.
Il miglior acquisto che abbia fatto per gestire tv, amplificatore e lettore cd senza avere 3 telecomandi in giro.
In ogni caso non è che gli altri telecomandi universali costino tanto meno eh.
Tra l'altro spesso non funzionano con tutti gli apparecchi. Il Logitech lo colleghi ad internet e scarichi i profili già preconfigurati per moltissimi dispositivi e sono ovviamente personalizzabili tramite il software fornito.
Non è paragonabile agli altri telecomandi universali.
bruschini25 Gennaio 2013, 13:57 #10
La cosa tragica è che per configurarli è necessario collegarsi al loro server. Se lo chiudono come faremo?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^