Le specifiche PCI Express 6.0 in dirittura d'arrivo

Le specifiche PCI Express 6.0 in dirittura d'arrivo

Approvato il Final Draft 0.9 delle specifiche PCI Express 6.0, con le quali si otterrà un raddoppio della bandwidth sino a 128GB/s per i collegamento con periferiche x16. I primi prodotti solo tra vari anni, anche per questioni di costo

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Periferiche
 

PCI-SIG, l'ente che è responsabile per la definizione delle specifiche dei differenti standard PCI Express, ha in settimana annunciato il raggiungimento del Final Draft per le specifiche dello standard PCI Express 6.0. Le specifiche attuali sono versione 0.9, verranno nei prossimi mesi mutuate in release finale 1.0: in questo arco di tempo i membri del PCI-SIG potranno verificare il nuovo standard per brevetti e proprietà intellettuali, senza però che sia possibile introdurre nuove modifiche allo standard.

La principale novità tecnica di questo standard è l'aumento della velocità di trasmissione sino a 64GT/s per pin, un raddoppio rispetto ai 32GT/s dello standard PCI Express 5.0. In questo modo è possibile ottenere una bandwidth di trasferimento dei dati sino a 128GB/s in tutte le direzioni, sfruttando un'interfaccia di tipo x16. Rimane sempre possibile, come visto anche con le precedenti specifiche apparse in commercio, il poter utilizzare periferiche che non siano certificate PCI Express 6.0 ovviamente ottenendo una riduzione della velocità a quella corrispondente della specifica del componente più vecchio in uso.

Per l'adozione delle specifiche PCI Express 6.0 nelle proprie periferiche e prodotti le aziende dovranno adottare alcune tecniche specifiche, tra le quali ad esempio la modulazione di ampiezza dell'impulso a quattro livelli (PAM-4). Questa tecnica è piuttosto onerosa da implementare nei componenti ed è quindi facile ipotizzare che potrebbe non portare ad una rapida diffusione sul mercato di questo nuovo standard per il costo incrementale rispetto alle altre e meno veloci implementazioni.

La disponibilità di periferiche PCI Express 6.0 sul mercato è però ancora lontana, visto e considerato che solo ora stiamo assistendo alla diffusione di quelle compatibili PCI Express 4.0. Nel corso dei prossimi mesi debutteranno anche le prime piattaforme compatibili con le specifiche PCI Express 5.0 ma ci vorrà ancora tempo prima che le periferiche compatibili, a partire da schede video e soluzioni di storage SSD, entrino in vendita sul mercato.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
io78bis10 Ottobre 2021, 11:46 #1
Curiosità personale, con i computer attuali esiste ancora il componente collo di bottiglia?

Una volta erano gli HDD ma oramai immagino che tra NVME e PCI4 si sia fatto un no5evole passo avanti.

Sicuramente queste nuove specifiche hanno senso solo in ambito datacenter workstation dove possono essere accoppiate con CPU/RAM e carichi di lavoro che ne traggano vantaggi
s12a10 Ottobre 2021, 11:50 #2
Le prestazioni in single core continuano ad essere il collo di bottiglia in molte situazioni.

Quanto alla news, quando sarà raggiunta la sostanziale parità di banda fra PCI express e RAM penso che saranno possibili interessanti applicazioni, se la latenza non è un grosso problema.
JoypadRotto10 Ottobre 2021, 12:02 #3

Perché fare il 6.0?

Perché negli ultimi anni si stanno dando da fare per aumentare la velocità sul pcie?
dado197910 Ottobre 2021, 15:03 #4
Originariamente inviato da: io78bis
Curiosità personale, con i computer attuali esiste ancora il componente collo di bottiglia?

Una volta erano gli HDD ma oramai immagino che tra NVME e PCI4 si sia fatto un no5evole passo avanti.

Sicuramente queste nuove specifiche hanno senso solo in ambito datacenter workstation dove possono essere accoppiate con CPU/RAM e carichi di lavoro che ne traggano vantaggi

Esister sempre un collo di bottiglia. Le cpu direi in questo momento.
Tedturb011 Ottobre 2021, 08:00 #5
chisa se le ram ci arrivano a 256GB/s..
Altrimenti da cosa a cosa verranno scambiati questi dati?
cronos199011 Ottobre 2021, 08:52 #6
Originariamente inviato da: io78bis
Curiosità personale, con i computer attuali esiste ancora il componente collo di bottiglia?
Per non avere colli di bottiglia dovresti avere che tutte le componenti del PC computano le informazioni alla stessa identica velocità... il che è utopico.

Che sia la CPU, o la GPU, o gli SSD, o il BUS di sistema, o le RAM o qualunque altra cosa, ognuna ha la sua velocità di lavoro e inevitabilmente una sarà più lenta e determinerà le prestazioni globali del sistema.

La domanda è capire quale sia il collo di bottiglia e quale sia la sua incidenza. Come dicono altri, probabilmente attualmente lo sono le CPU.
umanoz11 Ottobre 2021, 09:15 #7
Secondo me il grosso collo di bottiglia al momento sono le ram, non a caso aspettiamo tutti le ddr 5 e amd ha gonfiato di brutto la cache dei loro processori (anche per tipologia di cpu). La prossima generazione intel da cpuz fa segnare un +27% in single core rispetto al 5950x. Non credo proprio che sia solo questione di architettura.
al13511 Ottobre 2021, 09:25 #8
Originariamente inviato da: umanoz
Secondo me il grosso collo di bottiglia al momento sono le ram, non a caso aspettiamo tutti le ddr 5 e amd ha gonfiato di brutto la cache dei loro processori (anche per tipologia di cpu). La prossima generazione intel da cpuz fa segnare un +27% in single core rispetto al 5950x. Non credo proprio che sia solo questione di architettura.


attualmente le ram non fanno da collo di bottiglia, altrimenti avresti prestazioni nettamente diverse cambiando tipologie di memoria e clock, cosa che non avviene. invece si nota un collo di bottiglia sulle gpu/cpu che vanno al 100%.
LMCH11 Ottobre 2021, 21:22 #9
Originariamente inviato da: al135
attualmente le ram non fanno da collo di bottiglia, altrimenti avresti prestazioni nettamente diverse cambiando tipologie di memoria e clock, cosa che non avviene. invece si nota un collo di bottiglia sulle gpu/cpu che vanno al 100%.

I colli di bottiglia cambiano in base all'architettura complessiva di un sistema.
Il motivo per si investe sull'aumentare le prestazioni di PCI Express é sia evitare che diventi un collo di bottiglia con l'aumentare delle prestazioni degli altri componenti di un sistema di calcolo e sia poter usare meno pin per l'I/O e poterli dedicare ad altro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^