I monitor DisplayPort 2.0? In ritardo, ed è colpa della pandemia

I monitor DisplayPort 2.0? In ritardo, ed è colpa della pandemia

I monitor DisplayPort 2.0 avrebbero dovuto debuttare entro fine 2020, ma le problematiche create dalla pandemia hanno rallentato lo sviluppo di almeno un anno. Nel frattempo i produttori puntano su HDMI 2.1.

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Periferiche
 

Benché siano passati quasi due anni dalla pubblicazione delle specifiche DisplayPort 2.0, sul mercato non ha ancora fatto capolino alcune monitor dotato di questa interfaccia. La Video Electronics Standards Association (VESA) ha confermato a The Verge che effettivamente c'è un ritardo sui tempi, con uno slittamento rispetto alle previsioni iniziali. Il motivo? La pandemia.

"I monitor con supporto DisplayPort 2.0 sono attualmente in sviluppo, ma nessuno è ancora stato portato sul mercato", ha spiegato un portavoce della VESA, annunciando che bisognerà aspettare almeno la seconda metà dell'anno. Nel 2020 la pandemia di COVID-19 ha bloccato gli eventi Plugtest, occasioni in cui ingegneri e produttori mettono alla prova le nuove soluzioni e risolvono i problemi di interoperabilità.

"Nel 2020 VESA non ha tenuto alcun PlugTest e questo ha rallentato l'implementazione di DisplayPort 2.0", ha aggiunto il portavoce. "VESA sta ora pianificando il prossimo PlugTest per questa primavera a Taiwan, quindi ci aspettiamo di riprendere il processo".

La specifica 2.0 rappresenta per DisplayPort un grande miglioramento rispetto alla versione 1.4 che vediamo sui monitor odierni. Con una velocità di trasferimento di picco di quasi 80 Gbps, un passo avanti di quasi tre volte rispetto alla specifica 1.4, una porta DisplayPort 2.0 permetterà di supportare i display 8K anche con refresh rate di 60 Hz, campionamento colore 4:4:4 e 30 bit per pixel (bpp) senza alcuna compressione.

Il nuovo standard riuscirà inoltre a gestire pannelli 16K con frequenza di aggiornamento di 60 Hz, anche in questo caso con campionamento colore 4:4:4 e 30 bpp, implemetando tuttavia la Display Stream Compression (DSC) per garantire un flusso continuo di immagini senza interruzioni o artefatti. DP 2.0, inoltre, potrà gestire display 10K a 60 Hz senza compressione a 24 bpp e altre risoluzioni. Di seguito alcuni esempi di configurazioni possibili sfruttando la bandwidth di DP 2.0:

  • Un display da 16K (15360 x 8460) a 60 Hz e 30 bpp 4: 4: 4 HDR (con DSC)
  • Un display da 10K (10240 x 4320) a 60 Hz e 24 bpp 4: 4: 4 (senza compressione)
  • Due display 8K (7680x4320) @ 120Hz e 40bpp 4:4:4 HDR (con DSC)
  • Due display 4K (3840x2160) @ 144Hz e 24bpp 4:4:4 (Senza compressione)
  • Tre display 10K (10240x4320) @ 60Hz e 30bpp 4:4:4 HDR (con DSC)
  • Tre display 4K (3840x2160) @ 90Hz e 24bpp 4:4:4 HDR (Senza compressione)

DisplayPort Alternate Mode ("Alt Mode") 2.0 porterà tutte queste funzionalità ai connettori USB4 Type C. Nel frattempo, in commercio stanno arrivando i monitor con porte HDMI 2.1: la specifica è supportata dalle ultime GPU di AMD e Nvidia (a differenza di DP 2.0) e permette di creare prodotti di assoluto rilievo, come ad esempio monitor 4K a 144 Hz, ma potenzialmente anche soluzioni 8K a 60 Hz gestibili con un singolo cavo.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Maxt7515 Gennaio 2021, 12:52 #1
Numeri che non mi fanno nè caldo nè freddo. C'è ancora una base DVD da far sorridere ed il resto è fermo al 1080p, almeno...i grandi numeri. Spero che almeno qualche applicativo serio ne tragga beneficio, perche' l'entertainment è lontanissimo dallo sfruttare i numeri sopra citati.
giovanni6915 Gennaio 2021, 12:54 #2
Cosa intendi come base DVD da far sorridere?!
Maxt7515 Gennaio 2021, 13:02 #3
Originariamente inviato da: giovanni69
Cosa intendi come base DVD da far sorridere?!


Non sto criticando il formato in sè, che sto comprando pure io, ma la corsa dei display in rapporto a questa cosa. Tanto materiale è fermo al palo e questi parlano di risoluzioni impensabili. Per cui spero che ne traggano beneficio almeno ricerca, sviluppo, lavoro, perchè per il resto...
Siccome parlano di ritardo, mi piacerebbe capire rispetto a cosa. Visto che i supporti sono fermi al palo e non parliamo di streaming perchè li è il regno dell'accontentarsi.
Per cui ben venga se almeno cose ,chiamiamole , piu serie possano trarne beneficio.
silvanotrevi15 Gennaio 2021, 13:25 #4
questi monitors moderni sono un vero disastro. Da ottobre ad ora ne ho cambiati 5 (2 philips 326M6VJRMB, 2 lg 32UL750 e 1 asus CG32UQ) tutti con problemi gravi: bleeding esorbitante, pixels bruciati (tutti e cinque con almeno 1 o 2 dead pixels neri), vertical banding, flickering, sbavature e strisce verticali...un vero casino. Sono veramente stanco della pessima qualità dei monitors odierni. Avevo usato un semplice TN dal 2010 a settembre (momento nel quale mi ha abbandonato) e non avevo mai avuto un problema, nè pixels morti, nè banding nè altro. Evidentemente in 10 anni la tecnologia è peggiorata anziché miglirare. Buona fortuna a chi deve acquistare un monitor oggi, è una vera lotteria pescarne uno che sia almeno decente
trapanator15 Gennaio 2021, 16:16 #5
Originariamente inviato da: silvanotrevi
questi monitors moderni sono un vero disastro. Da ottobre ad ora ne ho cambiati 5 (2 philips 326M6VJRMB, 2 lg 32UL750 e 1 asus CG32UQ) tutti con problemi gravi: bleeding esorbitante, pixels bruciati (tutti e cinque con almeno 1 o 2 dead pixels neri), vertical banding, flickering, sbavature e strisce verticali...


Prova un EIZO
300015 Gennaio 2021, 19:44 #6
Aspetto un monitor a 300ppi per fare un acquisto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^