HP presenta al CES nuovi monitor: curvi, 4K, 5K e 3D

HP presenta al CES nuovi monitor: curvi, 4K, 5K e 3D

L'azienda statunitense sceglie la fiera di Las Vegas per presentare numerosi modelli di monitor che incarnano le ultime tendenze della tecnologia. Interessante il modello stereoscopico con sensori e stilo per realtà virtuale

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Periferiche
HP
 

In occasione del CES di Las Vegas, HP ha annunciato una serie di nuovi monitor che seguono le tendenze maggiormente in voga in questo periodo: una coppia di display curvi, due display 4K, un display 5K e, infine, un display per realtà virtuale che opera con occhiali 3D.

Procedendo con ordine: Envy 34c e Pavillion 27c sono i due display curvi presentati dall'azienda statunitense. Il primo ha una risoluzione di 3400x1440 pixel e rapporto di 21:9, dispone di due porte HDMI (uno dei quali di tipo MHL per la riproduzione di contenuti da un dispositivo mobile) e di un connettore DisplayPort. Sarà disponibile da aprile al prezzo di 999 dollari. Il secondo ha una risoluzione di 1920x1080 pixel, rapporto di contrasto 16:9 e connessioni VGA e HDMI, anche in questo caso con supporto MHL. Il modello Pavilion 27c è già disponibile ora al prezzo di 399 dollari.

Sul fronte 4K HP presenta invece i modelli Z27s e Z24s, rispettivamente da 27 e 23,8 pollici ed entrambi con risoluzione di 3840x2160 pixel, rapporto 16:9 e pannello da 1,07 miliardi di colori. Anche le altre caratteristiche dei due monitor sono identiche: connessioni DisplayPort, HDMI (con MHL), DVI, Mini-DisplayPort e tre porte USB 3.0. Il modello Z27s sarà disponibile nel corso del mese di gennaio a 749 dollari, mentre il modello Z24s sarà a listino a 549 dollari a partire dal mese di aprile. Entrambi i display offrono inoltre la possibilità di cambiare l'orientamento da landscape a portrait e viceversa.

HP si spinge poi anche nel mondo dei display 5K, utili a coloro i quali si occupano di produzione di contenuti nativi 4K dal momento che permettono di operare sui contenuti a piena risoluzione disponendo di spazio per gli strumenti software. Z27q è un monitor con risoluzione di 5120x2880 pixel, con pannello di tipo IPS che offre oltre un miliardo di colori ed una luminanza di 300 nit. Esattamente come i modelli 4K precedentemente descritti, anche Z27q dispone di connessioni DisplayPort, HDMI (con MHL), DVI, Mini-DisplayPort e tre porte USB 3.0. Disponibile da marzo al prezzo di 1299 dollari. I modelli 4K ed il modello 5K offrono inoltre la funzione picture-in-picture e picture-by-picture.

Infine il modello Zvr: si tratta di un display da 23,6 pollici con risoluzione Full HD e modalità di visione stereoscopica che richiede occhiali 3D passivi che offre funzionalità di realtà virtuale grazie alla presenza di uno stilo che permette di manipolare gli oggetti visualizzati a schermo. Vi sono inoltre quattro fotocamere presenti sulla parte superiore del display che possono tracciare i movimenti del capo e rilevare in quale direzione si stia osservando. In questo modo non solamente è possibile vedere oggetti in tre dimensioni, ma si può osservarli da più angolazioni, quasi fossero ologrammi. Si tratta di un monitor che, proseguendo nel solco tracciato con Sprout, HP pensa prevalentemente per gli studi di design, per gli istituti scolastici e per i laboratori di ingegneria. Il display Zvr sarà disponibile nel corso della primavera, ad un prezzo ancora non rivelato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
brancamenta05 Gennaio 2015, 12:07 #1
Ecco che il 5K di Apple trova un senso, invece prima era un aborto mal congeniato. Geniale.
benderchetioffender05 Gennaio 2015, 12:57 #2
mmm il modello zvr 3d non mi convince per nulla, costerà una fucilata, e l'unico modo per farlo funzionare suppongo saranno delle API che dovranno essere integrate nei software di modellazione, cosa alquanto improbabile, per una cosa del genere devi almeno almen fare un consorzio con gli altri produttori per definire uno standard...magari coinvolgendo oculusrift
PhoEniX-VooDoo05 Gennaio 2015, 13:26 #3
ma sono a 60Hz?

brancamenta cmq se l'articolo non e' di Nino, dove di Apple si parla sempre e comunque in qualche modo, solitamente noi altri aspettiamo almeno 3 commenti prima di nominarla e mandare il tutto in vacca
LucaLindholm05 Gennaio 2015, 13:42 #4
Sempre in attesa di un 4K/5K ---> 16:10 <--- , con ottima riproduzione dei colori, a un prezzo normale.


Non bastavano gli inutili 16:9 per le masse, ora ci si mette mette pure il 21:9!

L'apoteosi del cattivo gusto!
izzyfor05 Gennaio 2015, 13:46 #5
Ovviamente, 5k è assolutamente necessario per lavorare il 4k. Infatti per lavorare in full hd, abbiamo i 3k. Eccerto.
Non cambierò portatile e/o schermo del pc fisso finché non si decideranno a proporre soluzioni oled. Curvi, storti, 16k... che se li tengano.
Fabriziobadux05 Gennaio 2015, 13:53 #6
Yzzifor, è probabile che i display curvi qui sopra siano Oled.
mirkonorroz05 Gennaio 2015, 16:19 #7
Io questa cosa dei 5k (per i 4K) la capisco fino ad un certo punto...

A meno che il monitor abbia una dimensione molto grande e quindi una densita' orrenda da permettere il lavoro sul singolo pixel senza dover zoomare (sempre che ce ne fosse bisogno), non comprendo bene la differenza tra una videata con la toolbar da una parte e l'immagine completa a risoluzione nativa dall'altra e una videata con la toolbar da una parte e l'immagine a riscalata (di poco) dall'altra. La qualita' dipenderebbe comunque dalla densita' e piu' la densita' e' elevata meno differenza tra risoluzioni "vicine" dovrebbe esserci.

Non dovrebbe nemmeno essevi un discorso di diversita' di colori o contrasto/luminosita' percepiti a causa di una concentrazione/espansione dell'immagine su aree piu' o meno estese, anche perche' poi l'utente in generale avra' il 4K di diversi polliciaggi.

Qualcuno che ci lavora davvero su un 5K puo' spiegare su che dimensione del pannello lo fa e a cosa serve la schermata intera non riscalata, a fianco? Si lavora davvero sui pixel microscopici che, gia' difficili da vedere a risoluzione nativa (se il pannello non e' molto grande) andrebbero perduti in una immagine riscalata?
Se la toolbar occupasse "2 dita" quanto ci sarebbe da scrollare con le barre, mantenendo l'immagine a dimensione 1:1? E' veramente cosi' scomodo?
Personaggio05 Gennaio 2015, 19:10 #8
Originariamente inviato da: LucaLindholm
Sempre in attesa di un 4K/5K ---> 16:10 <--- , con ottima riproduzione dei colori, a un prezzo normale.


Non bastavano gli inutili 16:9 per le masse, ora ci si mette mette pure il 21:9!

L'apoteosi del cattivo gusto!


io per lavorare uso 2 16:9 quindi praticamente un 32:9 e il 21:9 sarebbe perfetto per passare ad un solo monitor. Il 16:10 ha senso solo per risoluzioni inferiori all'HD come 1280*720 o 1420*800 o 1600*900 per il quale si ha difficoltà nel mostrare tutto il contenuto verticalmente in meno di 900 pixel. Ma se ne hai più di 1000 bastano e avanzano e quello ce ti serve per lavorare su più applicazioni contemporaneamente sono i due monitor o meglio ancora un 21:9 che ti permetterebbe di lavorare molto comodamente con 2 finestre affiancate e in alcuni casi addirittura con 3. Molto comodo anche quando si lavora con file Excel composti da 40 o più colonne (molto frequente nel mio lavoro) e che devi stare sempre a spostarti a dx e a sx, con un 21:9 lo faresti molto meno frequentemente. Chiaro che se devi andare solo su internet ti basterebbe il 4:3.
Per i videogiochi (dove devi avere una visuale a fuoco su tutta la superficie del monitor o quasi) il 21:9 ha senso curvo, anzi è l'unico caso in cui un display curvo ha veramente senso.

Per chi sviluppa codice o scrive (giornalista, scrittore, blogger ecc) serve chiaramente la profondità verticale e anche un 16:10 sarebbe troppo largo
xcvbnm6706 Gennaio 2015, 11:30 #9
Originariamente inviato da: Personaggio
Per chi sviluppa codice o scrive (giornalista, scrittore, blogger ecc) serve chiaramente la profondità verticale e anche un 16:10 sarebbe troppo largo


Per chi sviluppa codice o scrive è molto utile uno schermo a 21:9 a 34" e risoluzione 3440x1440 perchè oltre alla finestra in cui scrive così può tenere aperte varie altre finestre da consultare
hrossi07 Gennaio 2015, 09:05 #10
I pannelli di chi sono? Copertura? Le hdmi/dp che rev hanno?

Hermes

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^