HDR, 4K e G-Sync: tutto nel monitor Acer Predator X27, da giugno in vendita

HDR, 4K e G-Sync: tutto nel monitor Acer Predator X27, da giugno in vendita

Il monitor Acer Predator X27 è il primo di nuova generazione ad apparire ufficialmente a listino: prezzo in nord America pari a 1.999 dollari, con vendite che inizieranno dal 1 giugno

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Periferiche
AcerASUSNVIDIAG-syncGeForceHDR4K
 

I primi schermi dotati di supporto alle tecnologie HDR, High Dynamic Range, e NVIDIA G-Sync stanno finalmente per debuttare ufficialmente sul mercato. Mostrati inizialmente nell'edizione 2017 del CES di Las Vegas, poco più di 16 mesi fa, questi prodotti sono stati caratterizzati da una serie di ritardi nella commercializzazione che li hanno portati sino alla situazione attuale.

Sarà il modello Acer Predator X27 il primo a debuttare, con consegne previste in nord America a partire dal 1 giugno ad un prezzo pari a 1.999 dollari tasse escluse: si tratta di un valore molto elevato in assoluto, allineato ai 2.500€ che erano stati indicati nelle scorse settimane quale prezzo di preordine presso alcuni rivenditori europei.

Le specifiche tecniche di questo schermo sono confermate: diagonale di 27 pollici con risoluzione 4K, angoli di visione di 178° sia verticale come orizzontale, tempo di risposta di 4ms e frequenza di refresh massima che può toccare i 144 Hz, il uttto come indicato con supporto alle tecnologie HDR e G-Sync.

Una nota tecnica sulla frequenza di refresh massima: questa è limitata a 98 Hz, per via della bandwidth massima a disposizione con connessione DisplayPort 1.4, servendosi di subsampling chroma di tipo 4:4:4; passando a quello 4:2:2 è possibile spingersi oltre i 120 MHz di frequenza di refresh.

Rispetto ai proprotipi inizialmente mostrati la versione retail di Predator X27 ha visto l'aggiunta di cornici laterali e superiore per meglio schermare il pannello da fonti di illuminazione laterale, e in questo modo incrementare il contrasto. Manca anche la tecnologia Tobii per il tracciamento dello sguardo, implementata con supporto in un numero ridotto di titoli in commercio.

Accanto al monitor Acer Predator X27 vedremo presumibilmente a breve anche quello ASUS PG27U, basato sullo stesso schermo e dotato di caratteristiche tecniche pressoché speculiari a quelle della proposta Acer. E' ipotizzabile che anche per la proposta ASUS il listino sarà indicativamente pari a 2.000 dollari tasse escluse in nord America.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sertopica21 Maggio 2018, 10:27 #1
"[..]i 120 MHz di frequenza di refresh.[...]? Ma una revisione degli articoli prima di pubblicarli? Se non mi sbaglio la frequenza di aggiornamento si misurava in Hz...

Comunque troppo costosi e fuori portata praticamente per tutti, considerando anche che le soluzioni multi GPU sono sempre meno usate.
maxnaldo21 Maggio 2018, 10:53 #2
monitor da 2500€ ?

Maxt7521 Maggio 2018, 11:16 #3
Perché dovrei pagarlo 1000 euro pieni in più di quelli a listino ora ? Per l'HDR? Ma LOL !!
GabrySP21 Maggio 2018, 12:02 #4
per il backlight a 384 zone e le 800.000 ore di test per tarare l'overdrive (VRR insieme al local dimming sono un incubo ingegneristico)

un monitor gsync "normale" richiede mediamente 20 mila ore per certificare l'overdrive
Piccolo_orso21 Maggio 2018, 13:47 #5
2000 dollari? 2500 euro il preordine in alcuni shop europei? Una sola parola: “ridicolo”.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^