GPS per la sicurezza e il monitoraggio anche in Italia

GPS per la sicurezza e il monitoraggio anche in Italia

OmniaEvo ha presentato Perdix Perdix, un servizio di localizzazione satellitare basato sulle tecnologie GPS e GPRS. Il dispositivo si presta a differenti utilizzi ed offre alcune interessanti funzionalità

di pubblicata il , alle 08:55 nel canale Periferiche
 

OmniaEvo, società italiana che ha sede in provincia di Udine, ha da poco presentato un servizio di localizzazione satellitare che consente di sapere in ogni momento dove si trova una persona od un oggetto. Il nome del servizio è Perdix Perdix, e promette di fornire risultati con un errore massimo di 4 metri.

Perdix Perdix, il cui nome è simpaticamente dovuto al termine scientifico della Starna, un tipo di uccello molto diffuso in Italia, è basato su tecnologie ampiamente diffuse. Il servizio si compone di due elementi: un dispositivo di localizzazione dotato di moduli GPS e GPRS, e un portale web, dal quale è possibile visualizzare dove si trova il localizzatore. Il funzionamento di Perdix è piuttosto semplice: il dispositivo elabora il segnale ricevuto dai satelliti del sistema GPS in orbita attorno alla terra, dopodiché trasmette le informazioni ricavate al server centrale di Perdix, sfruttando una connessione GPRS. Per consultare in tempo reale la posizione e gli spostamenti del proprio Perdix, basterà collegarsi al sito ed autenticarsi. L'unico inconveniente, comune ad ogni altro apparecchio GPS, è che il dispositivo, per poter funzionare, si deve trovare all'aperto. In altre parole non è possibile utilizzarlo all'interno di edifici o in aree sotterranee. OmniaEvo ci tiene comunque a precisare che sarà possibile individuare il punto d'ingresso o d'uscita da un'area non coperta, consentendo di trarre delle deduzioni.

Stando a quanto riportato sul sito del produttore, le applicazioni d'uso possibili sono piuttosto varie. Vediamone alcune tra le più comuni:

  • Antifurto per veicoli o natanti: in caso di furto, il dispositivo rileva lo spostamento del veicolo ed invia subito un SMS d'allarme, consentendo un rapido intervento delle forze dell'ordine
  • Monitoraggio della flotta aziendale: grazie all'utilizzo di più dispositivi, è possibile tenere sotto controllo in tempo reale la posizione dei mezzi aziendali. Ideale per aziende di logistica.
  • Sicurezza personale e controllo: Il pulsante di emergenza sul dispositivo consente l'invio immediato di un SMS d'allarme contenente tutte le informazioni necessarie ad un tempestivo intervento da parte di medici o forze dell'ordine. Inoltre, il servizio offre un interessante sistema di monitoraggio degli spostamenti, utile qualora si voglia tenere sotto controllo il proprio figlio ad esempio. Tramite il sito è possibile associare delle aree geografiche a determinate fasce orarie: qualora il ricevitore esca dalla "zona di sicurezza", il dispositivo vi invierà un SMS per notificarvelo.

Il prodotto è rivolto al mercato consumer e business, inoltre la società prevede di lanciare in futuro altre versioni dedicate a compiti specifici. Stando al listino prezzi pubblicato sul sito, a seconda della forma contrattuale scelta, i prezzi variano dai 732 ai 1523 euro per il primo anno. Il costo è comprensivo dell'iscrizione al servizio e del canone mensile. Per gli anni successivi, il costo dipenderà esclusivamente dal canone mensile.

Si tratta senza dubbio di un prodotto interessante, tuttavia le implicazioni con la privacy del singolo non mancheranno di sollevare discussioni in merito. Sebbene lo scopo di questo tipo di dispositivi sia nobile, non possiamo affermare altrettanto per i possibili utilizzi illegali o discutibili che ne possono conseguire.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
scibiscenco24 Novembre 2007, 09:54 #1
Ma nn si potrebbe sfruttare il gprs per localizzare il dispositivo anche quando è al coperto?
smania200024 Novembre 2007, 10:28 #2
direi che funziona allo stesso modo di alcuni dispositivi per auto come quello della mia C4, solo che in quel caso la posizione viene inviata alla centrale via sms solo in caso di richiesta del guidatore o in caso di incidente (in questo caso in automatico). Certo che se per monitorare la "flotta aziendale" devo spendere 1500 euro per ogni veicolo, il costo diventa piuttosto pesante.
fafy24 Novembre 2007, 10:32 #3
Originariamente inviato da: scibiscenco
Ma nn si potrebbe sfruttare il gprs per localizzare il dispositivo anche quando è al coperto?

In teoria si, ma con un'imprecisione pari all'ampiezza della cella GSM/GPRS a cui in quel momento si è collegati: non essendoci una triangolazione come nel GPS, potresti essere in qualsiasi punto dell'area di copertura di un ripetitore.

Piuttosto mi chiedo, il canone mensile sarà comprensivo dell'abbonamento flat per il GPRS?
MALEFX24 Novembre 2007, 12:30 #4

hanno scoperto l'acqua calda

ma io non lo so
questo prodotto:
http://www.mobit.com/SANWT4.html
esiste da anni...costa meno..è senza canone...e fa le stessissime cose
paulus6924 Novembre 2007, 13:00 #5
humnnn....no,non ci siamo ancora....
per il soccorso personale si deve sempre e cmq schiacciare "o pomello"...sempre che si sia in grado di schiacciarlo.
se poi consideriamo che simili prodotti son già reperibili da qualche anno...dove stà allora la novità?
@ fafy...hemn...la precisione è garantita dal modulo gps integrato,che invia le coordinate tramite sms...sempre che ci sia campo.
karplus24 Novembre 2007, 17:12 #6
Fafy intendeva dire che in assenza di segnale gps MA in presenza di segnale gsm (in casa per esempio), si potrebbero inviare le coordinate della cella gsm a cui si é connessi. Solo che la cella gsm copre un'area troppo ampia per localizzare efficacemente dov'è andato a finire sto povero cristo.

E' lo stesso principio del fix a pagamento per i gps, anzichè eseguire il fix "classico" che impiega 20/30 secondi, ci si può collegare alla cella gsm più vicina che comunica le sue coordinate gps, evitando così di perdere tempo per fare il fix "classico"...
tomminno24 Novembre 2007, 18:01 #7
Curiosamente i cinesi hanno un bel modo di concordare le esclusive di distribuzione in un determinato paese.
Questa settimana sono venuti in ditta dove lavoro i capi dell'azienda cinese che produce l'oggetto in questione, in quanto anch'io sto lavorando sullo stesso prodotto.
I retroscena non resi noti dalla notizia sono ovviamente i costi del GPRS, infatti dai test effettuati lasciandolo sempre acceso, in un fine settimana ha consumato 10Euro solo per il sync (ogni 20 minuti) con il centro servizi, senza fare niente.
Inoltre il firmware dell'oggetto è estremamente bacato e si vede che è un prodotto fatto e sviluppato in Cina. Nell'insieme dei comandi di protocollo per configurare l'oggetto o per la comunicazione si trovano tag di inizio e fine comando differenti a seconda del comando stesso e addirittura ci sono comandi che non hanno inizio e fine ben delimitati e sono pure a lunghezza variabile!

Poi altra caratteristica non resa nota è che l'oggetto consente l'ascolto silente, ovvero se configurato appropriatamente, si può chiamare e mettersi in ascolto senza notifica per il detentore dell'oggetto.

Siceramente pensavo che già per 400 Euro quest'oggetto fosse invendibile, ma addirittura da 700 in su è una follia!
SuperSandro24 Novembre 2007, 19:24 #8

Tariffe, collo di bottiglia

Come al solito, sono le tariffe il vero collo di bottiglia per lo sviluppo di qualunque tecnologia coninvolta in trasmissioni senza fili.

20 euro a week-end sono davvero troppi: e non stiamo parlando di varie centinaia di KB (come per le foto) ma di una ridottissima successione di numeri che rappresentano coordinate.

Comunque, basta aspettare un po' e vedremo qualcosa di simile a Skype - sostenuto da qualche server che elabora e smista i dati GPS - che abbatterà radicalmente i costi di connessione.
paulus6924 Novembre 2007, 19:36 #9
Originariamente inviato da: karplus
Fafy intendeva dire che in assenza di segnale gps MA in presenza di segnale gsm (in casa per esempio), si potrebbero inviare le coordinate della cella gsm a cui si é connessi. Solo che la cella gsm copre un'area troppo ampia per localizzare efficacemente dov'è andato a finire sto povero cristo.

ops.....allora chiedo venia per aver letto in modo superficiale la news...

Originariamente inviato da: tomminno

Poi altra caratteristica non resa nota è che l'oggetto consente l'ascolto silente, ovvero se configurato appropriatamente, si può chiamare e mettersi in ascolto senza notifica per il detentore dell'oggetto.


allora....l'uso principe cui è stato intenzionalmente progettato è il solo monitoraggio.....
Hellraiser8324 Novembre 2007, 19:49 #10
si peccato che hanno inventato il gps jammer, che manda a farsi fottere tutti i gps nelle vicinanze. ci aggiungiamo un bel gsm jammer e siamo completamente invisibili

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^