Garmin NuviCam: come andare oltre i tradizionali navigatori GPS

Garmin NuviCam: come andare oltre i tradizionali navigatori GPS

NuviCam è anche un navigatore satellitare per autoveicolo, ma forse questa è la sua caratteristica meno significativa. Grazie ad una Dashcam integrata permette di migliorare la sicurezza nel trasporto, oltre che di registrare quanto accada di fronte all'autoveicolo

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Periferiche
Garmin
 

Negli scorsi anni il settore dei navigatori satellitari per utilizzo automobilistico, venduti come accessorio after market da varie aziende, ha rappresentato un mercato particolarmente interessante per molte aziende; da alcuni anni a questa parte si è però assistita ad una costante contrazione nelle vendite.

Per Garmin questo cambiamento ha portato ad una forte variazione del peso, in termini di fatturato complessivo, dei prodotti legati alla navigazione. Se nel 2007 per l'azienda americana le vendite di navigatori satellitari rappresentavano circa il 70% del fatturato complessivo, nel 2014 siamo passati al 43% circa. Per il mercato italiano nel complesso si è passati da vendite annuali di circa 1 milione di navigatori nel 2007 alle attuali pari a circa 350.000.

Proporre, nel mercato dei navigatori satellitari, qualcosa che sia radicalmente differente rispetto allo standard e a quanto prodotto dalla concorrenza è compito particolarmente arduo per i produttori, ma gli spazi per l'innovazione continuano ad essere presenti.

Con NuviCam Garmin lancia la sfida offrendo un prodotto che raccoglie al proprio interno differenti funzioni, tra le quali è presente anche quella di sistema di navigazione GPS per autoveicolo ma che non è di certo quella principale. Forma e dimensioni sono quelle di un navigatore oversize, grazie al display da 6 pollici di diagonale con una risoluzione di 800x480 pixel, ma è osservando la parte posteriore rivolta alla strada che si scopre la prima novità: una ottica che opera quale dashcam.

Di cosa si tratta? Questo è un dispositivo che registra in modo continuativo quello che viene inquadrato dall'obiettivo, quindi di fatto quello che accade di fronte all'automobile, aggiungendo alle immagini alcune informazioni provenienti dal sistema satellitare quali posizione spaziale, velocità istantanea e ovviamente data e ora. In questo modo l'utilizzatore, in modo completamente automatico, entrerà in possesso di una registrazione continuativa di quello che accade di fronte all'autoveicolo.

La durata della registrazione è fuzione della dimensione della scheda SD utilizzata e della risoluzione, che può essere di 720p come di 1080p. Con la scheda SD da 4 GB fornita in dotazione con il prodotto è possibileregistrare 1,5 ore in standard 720p e 1 ora con quello 1080p; all'estremo opposto con una scheda SD da 64 GB si ottengono circa 25 ore di registrazione a 720p e 16,6 ore a 1080p. Una volta che sia stato occupato da regstrazioni lo spazio a disposizione nella scheda memoria sarà il dispositivo, in modo automatico, che provvederà a sovrascrivere con i nuovi filmati le registrazioni più vecchie.

Nel momento in cui dovesse verificarsi un evento non ordinario, identificato come tale dall'accelerometro integrato in NuviCam, il sistema provvederà automaticamente a salvare lo spezzone di filmato in uno spazio protetto della memoria così che rimanga a disposizione per una visione in un secondo tempo senza venir in alcun modo cancellato. Pensiamo ad esempio ad un tamponamento, o ad un'uscita di strada: NuviCam salverà automaticamente questi istanti in video, assieme a quelli precedenti e ai successivi, così che sia possibile rivederli in un secondo tempo per appurare le cause dell'incidente e le eventuali responsabilità.

La presenza di una Dashcam apre spazio anche a funzionalità di assistenza alla guida, simili a quanto proposto da alcuni costruttori automobilistici su propri modelli. Se la velocità di percorrenza supera i 65 Km/h è disponibile un sistema di avviso di superamento di corsia, che interviene con un messaggio sonoro oltre che con una scritta sul display di NuviCam. E' disponibile anche un sistema di avviso in caso di collisione frontale, selezionabile su 3 livelli di intervento: se il nostro veicolo si sta avvicinando a quello che lo precede a velocità troppo elevata un segnale a video e un avviso acustico richiamano la nostra attenzione così da scongiurare un tamponamento. Non manca infine Realvision, una funzione che grazie alla Dashcam aiuta a meglio identificare il numero civico della destinazione nel momento in cui si è al termine del viaggio.

Garmin ha scelto di non integrare in NuviCam una SIM per il traffico dati, ma di utilizzare una connessione con uno smartphone. Questa scelta parte da una considerazione pratica: chi ha uno smartphone è collegato ad un piano dati, con traffico che può venir utilizzato in condivisione anche per le necessità del navigatore. In questo modo si evita di dover richiedere un canone di abbonamento annuale per il servizio di aggiornamento dati in tempo reale, addizionale rispetto al costo del dispositivo.

Garmin NuviCam viene proposto ad un prezzo ufficiale di 359,00€ IVA inclusa; è possibile collegarvi sino a 4 videocamere wireless supplementari, vendute a 169,00€ ciascuna, da utilizzare come videocamera per la retromarcia o nell'installazione in autobus o camper per monitorare quanto accada nel veicolo alle spalle del conducente.

Garmin NuviCam un prodotto che si differenzia da quanto offerto sul mercato dagli altri navigatori satellitari per autoveicoli, che grazie alla presenza della Dashcam vuole incrementare la sicurezza attiva dell'automobilista rendendo accessibili funzionalità che sono presenti al momento come accessorio solo per alcune automobili. Da non trascurare la possibilità di ottenere sconti e agevolazioni da parte della propria compagnia assicuratrice nel momento in cui si utilizzi NuviCam: la dashcam integrata rappresenta infatti una prova importante nel momento in cui si presenti un sinistro e siano da valutare le responsabilità dei coinvolti. Garmin è al lavoro con le principali compagnie di assicurazione nazionale e si attendono annunci a riguardo nei prossimi mesi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Luca*gr05 Giugno 2015, 15:06 #1
L'interesse verso questi navigatori satellitari è andato scemando in questi ultimi anni.
Non mi stupisce che qualche produttore come Garmin tenti la strada di queste novità per tenere a galla questi prodotti.
Piuttosto mi domando per quale motivo una soluzione del genere non venga adottata da qualsiasi casa automobilistica.
Avremmo un quadro più chiaro di come avvengono gli incidenti e per le assicurazioni e forze dell'ordine, sarebbe più facile risalire ad eventuali responsabilità.
qboy05 Giugno 2015, 15:18 #2
in russia lo fanno già da anni, per altri motivi ma lo fanno
AceGranger05 Giugno 2015, 15:37 #3
Originariamente inviato da: qboy
in russia lo fanno già da anni, per altri motivi ma lo fanno


perchè mediamente guidano di cacca ?
the_joe05 Giugno 2015, 15:49 #4
Originariamente inviato da: Luca*gr
L'interesse verso questi navigatori satellitari è andato scemando in questi ultimi anni.
Non mi stupisce che qualche produttore come Garmin tenti la strada di queste novità per tenere a galla questi prodotti.
Piuttosto mi domando per quale motivo una soluzione del genere non venga adottata da qualsiasi casa automobilistica.
Avremmo un quadro più chiaro di come avvengono gli incidenti e per le assicurazioni e forze dell'ordine, sarebbe più facile risalire ad eventuali responsabilità.


E come direbbe qualcuno "così poi le OTT potranno vedere anche dove vai con la tua automobile" GOMBLOTTO.....
dr-omega05 Giugno 2015, 18:42 #5
Originariamente inviato da: AceGranger
perchè mediamente guidano di cacca ?


Per quello e anche perchè è pieno di truffatori; fatti due risate guardando i video di quelli che si buttano "letteralmente" addosso alle auto (a volte persino ferme) per fingere l'investimento.
qboy05 Giugno 2015, 19:16 #6
Originariamente inviato da: AceGranger
perchè mediamente guidano di cacca ?


intendi come il 99% degli italiani? comunque no, e la risposta ce l'hai poco sopra
Luca*gr05 Giugno 2015, 20:34 #7
Originariamente inviato da: dr-omega
Per quello e anche perchè è pieno di truffatori; fatti due risate guardando i video di quelli che si buttano "letteralmente" addosso alle auto (a volte persino ferme) per fingere l'investimento.


Bhe, un motivo in più per inserire questo tipo di novità su qualsiasi auto.
Da noi non ci saranno i furbi che fingono di essere investiti, ma altri tipi di furbi che lucrano sulle assicurazioni...
Donuts05 Giugno 2015, 22:54 #8
Garmin e compagnia dovrebbero puntare sulla connettività mirroring (metti la comodità di vedere nello schermo dell'auto il navigatore che hai già sul cellulare) anche se capisco perché questa soluzione non prende piede: sul segmento premium il navigatore più scrauso costa come un trapianto di reni.

Comunque la videocamera integrata nel corpo del navigatore non è proprio il top: era meglio un modulo separato (e microscopico da posizionare sul parabrezza)
bio.hazard06 Giugno 2015, 07:59 #9
Originariamente inviato da: AceGranger
perchè mediamente guidano di cacca ?


gli italiani invece sono convinti di essere tutti piloti di Fornula 1 (anche se non si direbbe, a giudicare dalle statistiche sugli incidenti stradali...)
filotto7306 Giugno 2015, 09:41 #10
In Russia le compagnie assicuratrici ti obbligano ad installare la dashcam visto i notevoli incidenti che si verificano sia per le estreme condizioni climatiche sia per le estreme percentuali di alcool e droga nel sangue del 90% della popolazione ... comunque fossi io la Garmin tenterei a tutti i costi di fare join-venture con le maggiori case automobilistiche per far installare di serie i loro validi prodotti magari con connettività gps/wifi/bluetooth etc ... ormai i navigatori portatili non hanno tanto futuro davanti.

IMHO

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^