FSP, alimentatori ATX12VO in formato SFX per PC piccoli ed efficienti

FSP, alimentatori ATX12VO in formato SFX per PC piccoli ed efficienti

FSP ha realizzato i primi alimentatori al mondo in formato SFX conformi alla specifica ATX12VO, ossia dotati di un singolo canale da 12V e un connettore a 10 pin che elimina il tradizionale ATX a 24 pin.

di pubblicata il , alle 07:11 nel canale Periferiche
FSP
 

FSP Group ha presentato i primi alimentatori in formato SFX con connettore ATX12VO, FSP750-27SCB e FSP650-27SCB, rispettivamente da 750 e 650W e conformi allo standard di efficienza 80 Plus Gold. La novità maggiore è che sparisce il connettore ATX a 24 pin in favore di una soluzione a 10 pin, connettore che deve essere presente anche sulla motherboard.

Come spiegato in questo articolo, ATX12VO è una specifica sviluppata da Intel per rispettare le normative governative che puntano a migliorare l'efficienza degli alimentatori, in particolare in idle, ossia la situazione di carico minimo o nullo dove i PC passano più tempo.

Ed è proprio in tale frangente che si verifica la perdita di efficienza maggiore, dovuta alla conversione AC-DC, con un'efficienza che scende fino al 50-60%. Passando a un singolo canale, le perdite legate alla conversione possono essere minimizzate, arrivando a garantire un'efficienza fino al 75%.

Con ATX12VO gli alimentatori perdono il controllo di alcuni canali di tensione (+3,3 V e 5 V e -12 V e +5 VSB) che si spostano sulle motherboard, le quali richiedono necessariamente una riprogettazione. Il trasbordo dei canali "incriminati" sulle schede madri consentirà di rispettare le nuove normative, portando (in linea teorica) ad alimentatori meno costosi da produrre. Al tempo stesso si salvaguarderà la compatibilità con alcuni prodotti esistenti. I 5V sono ancora molto usati ad esempio per gli SSD SATA, le porte USB e l'illuminazione RGB.

Il lato negativo di questa transizione è un maggior numero di componenti sulla scheda madre, un PCB più grande e con più strati, il che significa maggiore complessità e costi in crescita che si rifletteranno sul prezzo finale. Inoltre, anche la dissipazione del calore potrebbe diventare un po' più complicata.

Ciò detto, al momento non ci sono stati grandi annunci, se non qualche motherboard Z490 di ASRock in passata e qualche promessa non concretizzata da altri produttori. Insomma, non è chiaro se e quando ci sarà una transizione vera e propria verso la nuova specifica.

Per il resto, gli alimentatori di FSP sono dotati - oltre che del connettore a 10 pin - di un EPS12V 4+4 pin e due connettori di alimentazione per le GPU (8 pin e 6+2 pin). I due modelli sono raffreddati da una ventola da 92 mm, integrano condensatori elettrolitici giapponesi, supportano i sistemi di protezione OCP, OVP, SCP, OPP e OTP e sono commercializzati con uno stand opzionale PS2 per il montaggio in chassis ATX.

FSP non ha annunciato una data di disponibilità o i prezzi, il che fa pensare che questi modelli saranno disponibili solo ai clienti OEM. 

Idee regalo, perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?
REGALA UN BUONO AMAZON
!

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1326 Novembre 2021, 12:35 #1
zero senso spostare in ambito desktop la conversione su mainboard, cosa dissipa a fare un alimentatore? corioso che fino a qualche anno fa si dichiarassero alimentatori con efficienza anche fino all'86%... ora il massimo è il 75% ?? boh
s12a26 Novembre 2021, 12:40 #2
Credo si riferisca in maniera specifica al carico in idle, dunque a spanne attorno al 5-10% del carico o giù di lì.

ATX12VO è una specifica sviluppata da Intel per rispettare le normative governative che puntano a migliorare l'efficienza degli alimentatori, in particolare in idle [...] Ed è proprio in tale frangente che si verifica la perdita di efficienza maggiore [...]


Immagino che trasferendo la conversione alla scheda madre ci siano più opportunità per risparmiare energia. 3.3V e 5.0V possono essere ottenuti al momento del bisogno invece che in maniera continuativa, ed i 12V di partenza possono essere ottenuti in maniera più semplice ed efficiente dall'alimentatore. Inoltre diventa possibile alimentare il PC potenzialmente direttamente da un'adeguata batteria a 12V.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^