Disponibile in Giappone il primo hub USB Ultra Wideband

Disponibile in Giappone il primo hub USB Ultra Wideband

Sul mercato giapponese fa capolino il primo dispositivo basato sulla tencologia wireless che dovrebbe ereditare i lasciti di bluetooth e USB

di pubblicata il , alle 17:37 nel canale Periferiche
 

La compagnia giapponese Y-E Data ha annunciato il primo hub USB Wireless basato sulla tecnologia Ultra Wideband (UWB). Si tratta del dispositivo YD-300 UWB che ha già ricevuto la certificazione ufficiale ed è già stato messo in vendita.

Il dispositivo è provvisto di un chipset basato da Wisiair e consente di rimpiazzare qualunque connessione USB su cavo tramite un collegamento wireless. In altri termini, qualunque periferica dotata di connessione USB può essere posizionata in qualunque punto della stanza, senza la necessità di dover essere fisicamente nelle vicinanze del sistema.

L'hub wireless comunica con il sistema tramite un dongle USB, è provvisto di quattro porte USB 2.0 ed è in grado di stabilire un collegamento wireless a 480Mbps fino a 10 metri di distanza. Attualmente il supporto è garantito solo per Windows XP. Y-E Data ha inoltre annunciato che nel prossimo futuro renderà disponibile una ExpressCard/34 e una Mini Card PCI Express UWB.

Fonte: Dailytech

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

54 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
.Kougaiji.02 Novembre 2006, 17:46 #1
Bello molto utile
Ombra7702 Novembre 2006, 17:52 #2
altre onde elettromagnetiche in più a buffo, altro buco di sicurezza in più, altra energia sprecata per la trasmissione.
L'utilità è solo avere la scrivania fighetta sgombra Mac style (senza nulla togliere al mac, ovviamente)
prova02 Novembre 2006, 17:55 #3
Bè, se hai un paio di hd esterni e non ti va di avere la scrivania piena di fili e periferiche ritengo che non sia male lasciarli su uno scaffale mentre trasmettono dati
kaksa02 Novembre 2006, 17:56 #4
a me piace aver la scrivania in ordine, ma purtoppo per mia abitudine non ci riesco mai. non sono un fighetto, ma mi piacerebbe poter lasciare la stampante sullo scaffale ditro di me senza doverla ogni volta posizionare sulla scrivania quando serve.

ombra77, che commento buffo il tuo
Ombra7702 Novembre 2006, 17:59 #5
immagino che la parte piu' buffa sia relativa ai buchi di sicurezza :P
syscall02 Novembre 2006, 18:02 #6

Sarebbe interessante se..

permetesse di condividere le stesse periferiche fra piu' computers.. ovviamente serializzando le richieste. E se, ovviamente, non funzionasse solo sotto Win. Purtroppo per esperienza so che qualsiasi hw sperimentale nel sol levante viene venduto con solo i drivers per windows giap.
Baltico02 Novembre 2006, 18:06 #7
se non erro i cavi usb certificati sono fino a 3mt per usb 1.1 e 1.5mt per le usb 2.0

10 metri certificati in certi ambiti di utilizzo non fanno certo schifo
leo boss02 Novembre 2006, 18:09 #8
ok senza fili x la scrivania è decisamente meglio ma a me spaventa molto l'idea di ritrovarsi la camera strapiena di onde elettromagnetiche già c'è il telefonino, il monitor, il modem wi-fi, voi che dite? meglio i cavi sparsi forse...
Ombra7702 Novembre 2006, 18:13 #9
mai esporrei all'etere un disco esterno usb o una chiavetta. Dubito che abbiano implementato un algoritmo crittografico particolarmente robusto, altrimenti il prezzo non sarebbe contenuto per un hardware che trasmette crittato a quelle velocità.
Sajiuuk Kaar02 Novembre 2006, 18:15 #10
Che figata Credo che ora monterò finalmente un miniPC con batterie intercambiabili sul motorino

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^