Da Qualcomm chip wireless tri-band per collegamenti a 7Gbps

Da Qualcomm chip wireless tri-band per collegamenti a 7Gbps

Con l'acquisizione di Wilocity, Qualcomm potrà realizzare chip tri-band capaci di affiancare all'ormai comune collegamento Wi-Fi un link a 60GHz con velocità limite di 7Gbps

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 12:16 nel canale Periferiche
Qualcomm
 

Qualcomm ha annunciato la totale acquisizione di Wilocity, startup con la quale collaborava già dal 2008. Non sono noti i tempi, le modalità e men che meno i dettagli economici dell'iniziativa, ma questa acquisizione potrebbe portare nuove e interessanti soluzioni sul mercato.

La connettività wireless in ambito domestico è divenuta indispensabile in molteplici situazioni: crescono il numero di dispositivi mediamente connessi al Wi-Fi in ogni casa e crescono anche le aspettative per quanto riguarda la velocità di trasmissione garantita dal collegamento senza fili. Il più recente standard dedicato al mondo delle reti locali senza fili è l'802.11ac che promette un collegamento teorico confrontabile a quello di una connessione Gigabit.

Questo protocollo, inoltre, offre anche buone caratteristiche in termini di retrocompatibilità permettendo così la presenza nella medesima LAN di client anche datati capaci di supportare i precedenti protocolli 802.11n e 802.11g. Dopo questa rapida premessa dedicata al mercato delle connessioni Wi-Fi veniamo alla notizia.

Wilocity è proprietaria di tecnologie capaci di trasmettere nella banda dei 60GHz e basate sullo standard IEEE 802.11ad, tali da garantire una velocità del link di oltre 6Gbps. E tali tecnologie - già anche con il nome di WiGig - ora acquisite da Qualcomm, saranno presto integrate in una nuova serie di chip tri-band, in grado di funzionare correttamente a 2,4GHz, 5GHz e 60GHz.

Ma questi segnali a così alta frequenza hanno un intrinseco difetto: il loro utilizzo pratico - almeno secondo le modalità previste da Wilocity - è limitato a brevi distanze e comunque in situazioni in cui il collegamento punto punto sia in vista. La disponibilità dei nuovi chipset tri-band di Qualcomm permetterebbe però l'integrazione in un unico dispositivo delle principali risorse necessarie a garantire i link a 2,4GHz e 5GHz, utili per offrire accesso al web con una portata ormai discreta, a cui si affiancherebbe un link a più alta velocità da dedicare a situazioni di streaming video o contenuti simili.

In alcuni recenti eventi, Wilocity ha mostrato la propria soluzione proprio in quest'ultimo ambito: il collegamento wireless era utilizzato per inviare in modo simultaneo più flussi video a differenti schermi. Con ogni probabilità non vedremo a brevissimo un'applicazione pratica di questi nuovi chip: infatti, solitamente sono necessari parecchi mesi ai vari produttori per ingegnerizzare e rendere disponibili prodotti basati sui più recenti chip.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123404 Luglio 2014, 13:22 #1
60 ghz?
Una parete di mezzo e addio segnale?
Sorboccolo04 Luglio 2014, 14:04 #2
Spero intel si muova nel mobili e faccia cestinare questa pessima azienda il cui unico scopo è di produrre chip con archiettura pessima, ma compensata da tanti core e alte frequenze.
calabar04 Luglio 2014, 17:11 #3
Originariamente inviato da: Sorboccolo
Spero intel si muova nel mobili e faccia cestinare questa pessima azienda il cui unico scopo è di produrre chip con archiettura pessima, ma compensata da tanti core e alte frequenze.

LOL?
Mparlav04 Luglio 2014, 17:25 #4
Originariamente inviato da: calabar
LOL?


Vedendo i suoi ultimi post, decisamente LOL

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^