Come la Realtà Virtuale sta trasformando la formazione dei giovani chirurghi

Come la Realtà Virtuale sta trasformando la formazione dei giovani chirurghi

Le tecnologie moderne possono dare un contributo sempre più importante nel campo medico, dalla Realtà Virtuale al monitoraggio neurofisiologico

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Periferiche
 

La Realtà Virtuale, mentre fatica ad emergere come strumento di intrattenimento, è sempre più importante nei settori del business e medico. Qualche giorno fa ci siamo occupati di tecniche di gestione del dolore, ma un ruolo molto importante la VR può averlo anche nella formazione degli studenti di medicina e dei giovani chirurghi.

In questo settore, FundamentalVR è un'azienda pioniere nell'uso della simulazione e nello sviluppo di scenari di apprendimento immersivi destinati alla comunità medica. Di recente si è avvalsa di una collaborazione con Haptx, una startup specializzata in guanti aptici per la VR, per creare un ambiente virtuale in cui i chirurghi possano affinare le loro abilità servendosi di visori VR. Il feedback aptico consente ai chirurghi e ai professionisti del settore medico di esplorare ambienti tridimensionali artificiali che condividono con la realtà immagini e suoni in modo da contribuire a trasmettere le sensazioni che si provano in una procedura medica reale.

Haptx

Le tecnologie aptiche come quelle messe a disposizione da Haptx ricreano il senso del tatto all'interno di esperienze immersive che puntano al fotorealismo. FundamentalVR ha quindi usato questa tecnologia per introdurre un ulteriore strato di realismo alla sua già esistente piattaforma di allenamento chirurgico, Fundamental Surgery. Quest'ultima, dunque, adesso gode del supporto ai guanti aptici.

Le simulazioni VR possono avere impatti significativi sulla qualità della formazione, sulle abilità dei chirurghi e sui costi delle procedure di insegnamento, confermando come la VR possa essere di grande ausilio nel settore medico. A differenza delle pratiche tradizionali, la formazione chirurgica immersiva offre lezioni guidate senza bisogno di supervisione. E, ancora più importante, i chirurghi in formazione possono esercitarsi tutte le volte che vogliono fino a quando non sono abbastanza sicuri di eseguire l'operazione nella realtà.

Le soluzioni di realtà virtuale, inoltre, possono aiutare le istituzioni mediche a ridurre i costi sanitari. Solitamente le scuole di medicina usano dei veri cadaveri per la formazione dei giovani studenti, il che può essere molto costoso. Ma queste simulazioni sono ormai in grado di arrivare a un livello di fedeltà sufficiente per sostituire le vecchie pratiche di insegnamento.

Altri studi confermano che la Realtà Virtuale come strumento di rilassamento o distrazione durante le procedure mediche può aiutare nella gestione del dolore, come abbiamo visto qui. La gestione del dolore in ambito medico può essere determinante in vari modi, ed è ovviamente tenuta in considerazione già nelle operazioni attuali. Anche se non direttamente inerente la Realtà Virtuale, a tal proposito segnaliamo l'operazione tenutasi presso l'ospedale SS.Annunziata di Taranto, dove una ragazza di 23 anni è stata operata mentre suonava il violino, come riporta l'Ansa. Questo è stato possibile grazie al fatto che l'ospedale è dotato di dispositivi di ultima generazione come il neuronavigatore e il monitoraggio neurofisiologico. Questa pratica ha permesso di rimuovere il tumore evitando di arrecare danni neurologici stimolando nella fase operatoria specifiche zone cerebrali, il che ha consentito di evocare disturbi sensitivi complessi.

Il neuronavigatore è alla base di un'operazione di chirurgia gestita tramite il computer che permette di ricostruire e rappresentare in tempo reale la mappatura della zona cerebrale servendosi di un endoscopio con una microcamera.

"Questa tecnica è particolarmente indicata nei casi in cui è necessario rimuovere lesioni localizzate in zone critiche" ha spiegato il direttore dell'Unità Operativa Complessa, dottor Giovanni Battista Costella. "Certo, al paziente è richiesta collaborazione e la procedura nel complesso non è una esperienza semplice".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7726 Aprile 2019, 12:34 #1
Questo è indiscutibilmente l'uso migliore che si possa mai fare di queste tecnologie.

Tutte le università (ma anche scuole professionali) dovrebbero dotarsi di sistemi del genere.
Faus26 Aprile 2019, 14:09 #2
Ottimo.
Fare pratica in un simulatore di aereo e non poter sfruttare la stessa tecnologia anche per altri campi mi pareva un po una limitazione.
In futuro, vedremo certamente altri campi dove la realtà virtuale verrà sfruttata per fare pratica con un rischio pari allo zero in caso di errori.
Abufinzio26 Aprile 2019, 14:22 #3
Surgeon Simulator 2021
300026 Aprile 2019, 14:33 #4
Prossimamente proverò l'Oculus Rift S e non nascondo che nutro molte aspettative, mi sta proprio tirando tantissimo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^