Clonazione di un disco semplice con la dock SATA StarTech

Clonazione di un disco semplice con la dock SATA StarTech

StarTech è un'azienda che punta sugli 'Introvabili Informatici': cavi, accessori, connettori, adattatori, tutti i prodotti più particolari sono a catalogo. Lo sono anche la dock per due dischi SATA per la clonazione one touch e il case per dischi protetti da PIN

di pubblicata il , alle 08:45 nel canale Periferiche
Startech
 

"Hard-to-find made easy" un motto che suona quasi come il titolo del noto catalogo per corrispondenza "Gli Introvabili". È un motto che racchiude tutta la filosofia di StarTech, azienda nata nel 1985 l'azienda. La mission è chiara: è quella di aiutare i professionisti dell'IT a trovare cavi, connettori, parti di ricambio e accessori, in particolare quello meno comuni e a volte più di nicchia. Nel catalogo dei cavi ci sono alcuni pezzi davvero difficili da trovare e soprattutto catalogati in modo coerente di facile ricerca.

Accanto al comparto dei cavi e degli adattatori, StarTech mette anche a disposizione una ampia gamma di accessori di non sempre facile reperimento, sempre legati al concetto di connessione, come ad esempio uno dei prodotti che abbiamo provato. Si tratta della la docking station USB per 2 hard disk SATA in grado, da un lato, di clonare un disco con la semplice pressione di un tasto, dall'altro di accedere ai due dischi in essa inseriti in modalità plug-and-play e hot-swap.

Il due comportamenti della dock sono accessibili rispettivamente quando staccata e quando connessa al PC tramita USB. Lo standard supportato è USB 3.0. Sono supportati sia dischi da 3,5" sia da 2,5". Per quanto riguarda l'operazione di clonazione del disco, essa è davvero semplice, una volta inseriti i due dischi con la dock non connessa al PC è sufficiente premere l'apposito pulsante per far partire la procedura. Naturalmente il disco di destinazione deve avere una capienza uguale o maggiore di quello di origine. L'operazione di clonazione avviene settore per settore e non è velocissima. Il costo del sistema è di circa 76 euro.

Sempre USB 3.0 è anche il case per dischi SATA da 2,5" dotato di crittografia 256-bit AES e protezione con PIN digitale da digitare sul pannello frontale. Oltre alla tastiera touch il case offre anche un piccolo display OLED per avere altre informazioni utili sul disco, come ad esempio la temperatura del disco o la velocità di connessione. In questo caso il prezzo (che non include il costo del disco) è decisamente salato: più di 100 euro. La crittografia avviene per via hardware in real-time, senza richiedere quindi l'installazione di software sul PC. Fondamentale è non perdere il PIN.

In molti si chiederanno: perché comprare da Startech quando alcuni dei prodotti possono essere acquistati dalla pletora di siti cinesi che popola il web? In questo ultimo caso i costi possono essere decisamente più competivi: Startech punta molto su aspetti come la qualità costruttiva, il servizio al cliente e la garanzia di due anni. Si tratta di aspetti che forse potrebbero attirare meno l'utente consumer, più portato verso il risparmio, ma essere fondamentali per la clientela professionale, che è il target di riferimento di StarTech.

[HWUVIDEO="1287"]Startech: dock per clonare in modo semplice hard disk SATA[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Abufinzio19 Febbraio 2013, 09:27 #1
li usiamo in ufficio da un anno, marchiati manhattan, molto utili
=Cipo2003=19 Febbraio 2013, 10:32 #2
funziona anche su dischi che arrancano un po', tipo con settori danneggiati?
unnilennium19 Febbraio 2013, 10:53 #3
clonare un disco settore per settore con settori danneggiati non ha senso...

i prezzi del box con la crittazione è decisamnete salato, considerando che la soluzione software di crittaggio esiste ed è free, sarebbe insteressante sapere come funziona quella di questo box... e in cosa sarebbe superiore....
Hulk910319 Febbraio 2013, 13:45 #4
Originariamente inviato da: unnilennium
clonare un disco settore per settore con settori danneggiati non ha senso...


Perchè non lo avrebbe??

Mi capita spesso di farlo e il 90% delle volte funziona perfettamente e il sistema riparte così com'era, con il sol bisogno di farci un ripristino dell'avvio sopra.
Mi è anche successo di badarci 1-2-3 settimane per clonare un disco da 40gb, ma se dentro hai dati importantissimi è l'unica possibilità prima di mandarlo in un centro recupero e spendere 500 euro.
Lwyrn19 Febbraio 2013, 15:19 #5
Che portatile è nell'ultima slide ?
Cristiano®19 Febbraio 2013, 17:14 #6

clone

sono come i prodotti da 40€ , lo avrei preso se permetteva di fare il clone anche su 2 hd di diversa capacità, quindi è e rimane inutile. Meglio affidarsi alla vecchia maniera, PC Windows + Acronis
Redframe19 Febbraio 2013, 17:56 #7

Clona anche diversi formati

Ho utilizzato un prodotto Startech, simile a questo e devo dire che è fantastico, ho clonato senza problemi un HDD, di origine 500MB su uno nuovo da 1TB, ovviamente ho dovuto poi modificare la partizione che ho ottenuto da 500MB, riportandola al TB.... una cosa semplice da fare con Windows. Lo reputo un ottimo strumento per clonare i dati sia per upgrade classici, ma anche per interventi più "particolari", di analisi di HDD senza rischiare di danneggiare l'originale.
Hulk910319 Febbraio 2013, 17:59 #8
Originariamente inviato da: Redframe
Ho utilizzato un prodotto Startech, simile a questo e devo dire che è fantastico, ho clonato senza problemi un HDD, di origine 500MB su uno nuovo da 1TB, ovviamente ho dovuto poi modificare la partizione che ho ottenuto da 500MB, riportandola al TB.... una cosa semplice da fare con Windows. Lo reputo un ottimo strumento per clonare i dati sia per upgrade classici, ma anche per interventi più "particolari", di analisi di HDD senza rischiare di danneggiare l'originale.


Lui intende dire, probabilmente, che non puoi clonare un disco più grosso su uno più piccolo, supponiamo che sul disco da un tera ci siano solamente 200mb, questi cosi non ti permettono di clonare i 200mb su un disco da 500mb, cosa che via acronis come diceva giustamente lui è possibile farlo

E non è assolutamente una cosa da poco, fidati
dratta19 Febbraio 2013, 20:07 #9

Docky double esata

Io utilizzo già da 2 anni un 4geek acquistato per neanche 30 o 35 euro non ricordo bene. Collegamento Esata + collegamento usb 2.0 (quest'ultimo lento) attenzione che non clona più di 2 Tb. La clonazione avviene sia tramite software incluso che senza pc.
chi volesse dove l'ho acquistato (s'è ancora disponibile) in Mp
saluti
Cristiano®20 Febbraio 2013, 08:29 #10
Originariamente inviato da: dratta
Io utilizzo già da 2 anni un 4geek acquistato per neanche 30 o 35 euro non ricordo bene. Collegamento Esata + collegamento usb 2.0 (quest'ultimo lento) attenzione che non clona più di 2 Tb. La clonazione avviene sia tramite software incluso che senza pc.
chi volesse dove l'ho acquistato (s'è ancora disponibile) in Mp
saluti


4geek= cacca cinese allo stato puro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^