CHERRY, mouse MC 4900 con lettore impronte digitali: più sicurezza per l'utilizzo dei PC

CHERRY, mouse MC 4900 con lettore impronte digitali: più sicurezza per l'utilizzo dei PC

Il modello in questione si chiama MC 4900, è un mouse tradizionale a 3 pulsanti, con un piccola porzione del dorso dedicata ad ospitare un lettore di impronte digitali basato su sensore Crossmatch TouchChip TCS2 di tipo capacitivo

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Periferiche
Cherry
 

CHERRY, nota azienda leader del settore delle periferiche di input, da sempre si mantiene ai vertici del mercato presentando continuamente nuovi prodotti all'avanguardia rispetto alla concorrenza, ponendosi come punto di riferimento nel suo settore; seguendo questa sua filosofia, presenta un nuovo mouse che aggiunge, alle funzioni tradizionali, un canale di input aggiuntivo, basato su una tecnologia che oggi giorno è già alla portata di molti in ambito mobile, anche su dispositivi non per forza top di gamma: stiamo parlando del lettore di impronte digitali.

Il modello in questione si chiama MC 4900, è un mouse tradizionale a 3 pulsanti, cablato USB, con design simmetrico a saponetta e con un piccola porzione del dorso dedicata ad ospitare un lettore di impronte digitali basato su sensore Crossmatch TouchChip TCS2 di tipo capacitivo, con risoluzione pari a 508 dpi e una superficie di interfaccia pari a 10,4x14,4 mm.

Questo canale di identificazione aggiuntivo è stato pensato al fine di velocizzare e rendere più sicure le operazione di autentificazione di più operatori che ad esempio devono lavorare sulla stessa postazioni di lavoro, in momenti e con livelli di accesso differenti; l'utilizzo del sensore di impronte digitali può essere utilizzato sia in modalità  "single sign-on", riconducibile ad esempio all'inserimento occasionale di una password, oppure, se abbinato ad un software appropriato, può limitare l'utilizzo della periferica a determinate condizioni, software o singoli comandi.

 

Compatibile con la funzione Windows Hello e supportato da vari Software Development Kit (SDK) disponibili per Windows, Linux, Android e Mac, si pone come un mouse integrabile in svariati tipi di sistema.

Per quanto riguarda il mouse vero e proprio, si presenta con dimensioni pari a 115x65x40 mm ed un peso di 150 g, oltre al sensore di impronte digitali è presente una rotella di scorrimento extra larga e pannelli laterali gommati per una presa salda sia per mancini sia per destrorsi; la parte hardware dedicata alla funzione di puntamento è affidata ad un sensore con risoluzione pari a 1.375 dpi.

Riassumendo, l'MC 4900, o meglio il suo sensore di impronte digitali, rappresenta sicuramente un passo in avanti per quanto riguarda la sicurezza in ambito informatico, sia che venga utilizzato per impedire ai vostri colleghi di ficcanasare sul vostro computer sia in situazioni più sensibili come la gestione di sistemi con più livelli di accesso.

Già disponibile al prezzo di vendita consigliato di 110 €, potrebbe rappresentare l'inizio della diffusione di questa tecnologia anche in ambito PC, visto e considerando quanto in poco tempo è avvenuto nel settore smartphone, dove oramai il lettore di impronte digitale rappresenta una funzione sdoganata. Per maggiori informazioni e dettagli vi invitiamo a visitare la pagina dedicata al prodotto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6930 Novembre 2017, 09:00 #1
E su quale cloud estero finiscono le impronte raccolte da questo mouse?
E' ridicolo affermare che è una questione di sicurezza: cambi il mouse ed altro che evitarti "che venga utilizzato per impedire ai vostri colleghi di ficcanasare sul vostro computer "

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^