Cartuccia esaurita? Può capitare di buttare via il 64% dell'inchiostro

Cartuccia esaurita? Può capitare di buttare via il 64% dell'inchiostro

Uno studio commissionato da Epson rende evidente lo spreco di inchiostro dovuto alla segnalazione di 'cartuccia esaurita' nelle stampanti a getto di inchiostro

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 14:18 nel canale Periferiche
Epson
 

Un interessante studio commissionato da Epson a TÜV Rheinland ha messo in luce alcuni aspetti del mondo delle stampanti a getto di inchiostro che portano a fare qualche riflessione. Come riporta Arstechnica, il produttore giapponese ha chiesto di eseguire lo studio in prima istanza per capire quali stampanti hanno un impatto ambientale e un consumo inutile di inchiostro maggiore tra quelle con cartuccia single-ink e multi-ink.

Ne emerge uno scenario abbastanza sconsolante per il consumatore. Accanto ai ben noti problemi legati al disseccamento degli inchiostri in caso di uso saltuario, che spesso porta a dover sostituire cartucce utilizzate una o due volte, e accanto alle quantità di inchiostro sprecato per le fasi di pulizia, emergono un paio di istanze da segnalare.

La prima riguarda solo il mondo delle stampanti con cartucce multi-ink, ossia che integrano all'interno della stessa cartuccia i colori necessari alla stampa, ed è un problema che molti si trovano ad affrontare quando le stampe eseguite sono sbilanciate su un colore solo. Stampare, ad esempio, fotografie con grandi campiture monocolore, come nel caso di ampi cieli azzurri, può portare all'esaurimento di un solo tipo di inchiostro, costringendo però alla sostituzione di tutta la cartuccia.

Il problema è superato nelle stampanti single-ink, in cui ogni colore ha una cartuccia separata, sostituibile in modo indipendente dalle altre. Cambiano i costi dell'apparato, ma alla lunga sicuramente può risultare conveniente questo secondo approccio.

Uno degli aspetti che lascia più l'amaro in bocca tra quelli analizzati nello studio è però la quantità di inchiostro che viene gettata nella spazzatura quando la cartuccia segnala di essere esaurita. Se nel caso della Epson R360 al momento della segnalazione di cartuccia esaurita resta solo il 9% di inchiostro in quest'ultima, nel caso della Kodak Easyshare 55300 questa percentuale sale al 64%.

In pratica ben più della metà dell'inchiostro finisce nella spazzatura, con costi per l'utente e impatto ambientale evidente. Il tutto dipende molto dal design della cartuccia, che determina la sua capacità di utilizzare l'inchiostro fino al suo esaurimento totale.

Naturalmente uno studio commissionato da un produttore che restituisce una classifica con in testa quest'ultimo va preso con il beneficio di inventario, ma in ogni caso l'ente che l'ha portato avanti è un nome affidabile.

Certamente, come sottolinea anche la fonte, sarebbe stato più completo uno studio che prendesse in considerazione l'efficienza totale delle stampe, andando quindi a misurare anche le quantità di inchiostro utilizzate oltre quelle sprecate.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

79 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rutto19 Giugno 2007, 14:24 #1
cmq anche nelle nuove single-ink, all'esaurimento di una sola cartuccia la stampante si riufiuta di stampare ulteriormente. a mio avviso cio' e' SCOMODO e veramente STUPIDO.
Puddus19 Giugno 2007, 14:26 #2
Cartuccia esaurita con dentro il 64% di inchiostro????
Complimenti veramente!
Tenendo conto che oramai conviene comprare una stampante e terminate le cartucce... Buttarla e comprarne una nuova, questo discorso risulta ancora più assurdo..

Se mi passate il paragone abbastanza stupido...
E' come comprare una fiat punto a 20 euro e il pieno di benzina 7000 euro...
Aryan19 Giugno 2007, 14:34 #3
Epson Stylus Color 440, cartuccia originale, 50% di inchiosto in più

Tolta e rimessa ho stampato circa il 50% in più rispetto alla "barra" delle utility epson
Sp4rr0W19 Giugno 2007, 14:36 #4
Originariamente inviato da: rutto
cmq anche nelle nuove single-ink, all'esaurimento di una sola cartuccia la stampante si riufiuta di stampare ulteriormente. a mio avviso cio' e' SCOMODO e veramente STUPIDO.


Epson Stylus Photo R300:

se finisco il nero, posso stampare il nero utilizzado le cartucce dei colori.

Le stampanti a cartucce separate sono la soluzione migliore. (e senza testina di stampa possibilmente)

HP, LEXMARK: ti costa di più la cartuccia che la stampante (perchè integrano anche la testina)
Gerardo Emanuele Giorgio19 Giugno 2007, 14:36 #5
storia vecchia io cambiai cartucce alla mia (EX STAMPANTE) epson c70 e per sfizio provai ad aprirne una. Non fatelo mai, soprattutto a casa vostra. Schizzo inchiostro ovunque. Penso che su 12ml quelli rimasti fossero 3-4.
Quella è stata la mia ultima inkjet.
marezza19 Giugno 2007, 14:38 #6
io per lavoro riparo stapanti...e per ovvie ragioni ho smesso da eoni di buttare cartucce....via di ricariche a siringa di colore e via...non c'e di meglio...con 30 euro vai avanti 4 anni
stefgraf219 Giugno 2007, 14:40 #7
Per questo io con la mia epson rx 425 uso il chipset reset e cosi posso stampare ancora un sacco di pagine anzicche buttar via tutto e vi assicuro che inchiostro ne rimane tantissimo!!
Cmq è tutto un imbroglio...
Togliete il chip dalle cartucce ladri
K7-50019 Giugno 2007, 14:43 #8
Pensate che con le prime ricaricate/riciclate hanno tentato di invalidare la garanzia: usi non originale - no garanzia. Mi sembra la pubblicità della alpitour... ahia-hiai!


Sono ridicoli, mio padre stampa un mucchio di roba in nero, solo contando quanto ha risparmiato sull'inchiostro ricaricando potrebbe comprarsi mezza AMD cash in mano.

Quando si è rotta la stampante, cioè consumata, ne ha comprata un'altra per 140€, di buona qualità. Ti fai due giri di cartucce e spendi uguale.


Basta, ormai siamo abbonati alle cremine anti arrossamento...
Haran Banjo19 Giugno 2007, 14:44 #9
Troppo facile, Puddu. Le cartucce fornite con l'acquisto della stampante sono dotate di una quantità di inchiostro molto inferiore alla cartuccia standard comprata da sola.
Bisogna spremere il consumatore come un limone.
E' stato calcolato il prezzo praticato per un ipotetico litro di inchiostro per stampanti ink-jet è pari a quello di MILLE litri di benzina (in Italia saran 500 litri, dato il prezzo dei carburanti...)
Hitman07919 Giugno 2007, 14:45 #10
si, in effetti le cartucce con la testina integrata non perdono qualità con gli annni della stampante...ma per il costo..andatevene a fan...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^