Cala la domanda per i pannelli da 7 a 10 pollici, la colpa è di Atom

Cala la domanda per i pannelli da 7 a 10 pollici, la colpa è di Atom

I problemi di disponibilità dei processori Atom sono indirettamente causa di una flessione nella domanda di pannelli LCD di piccolo formato

di pubblicata il , alle 10:47 nel canale Periferiche
AtomIntel
 

I problemi di fornitura dei processori Intel Atom stanno causando qualche grattacapo attraverso tutta l'industria legata ai sistemi compatti netbook e MID. A lanciare l'allarme ora sono i produttori di pannelli LCD nei formati da 7 a 10 pollici, che temono una flessione nelle consegne del mese di luglio.

I produttori dei pannelli LCD, infatti, hanno riscontrato una domanda inferiore a quanto atteso nonostante la capacità produttiva sia sufficiente per soddisfare le esigenze dei clienti. A trascinare verso il basso la domanda sono proprio quelle realtà che vedono la propria attività frenata dalle ridotte consegne di altri componenti, come processori e batterie. La naturale conseguenza, non potendo gli assemblatori mantenere il consueto tasso di produzione, è quella di ridurre anche gli ordinativi per gli altri componenti come, ad esempio, i display.

Il segmento dei sistemi ultracompatti rappresenta un'interessante opportunità per i produttori dei pannelli LCD di piccolo formato: queste unità sono infatti state prodotte in volumi per i lettori DVD portatili ed in seguito, a fronte di uno scarso successo di mercato, riutilizzati per la produzione di cornici digitali, anch'esse risultate poco interessanti agli occhi del pubblico.

Le consegne del mese di luglio, tuttavia, paiono ormai compromesse e qualche preoccupazione potrebbe nascere anche per le consegne del mese di agosto: come già abbiamo avuto modo di sottolineare in questa notizia, infatti, se i problemi di fornitura delle batterie sono ormai in via di risoluzione, le consegne di Atom potrebbero causare ancora qualche problema almeno fino al mese di settembre.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
John2203 Luglio 2008, 11:04 #1
Ancora non capisco come sia possibile che dopo il pluff delle batterie del primo eeePC ci siano ancora dei problemi di fornitura... non l'hanno capita che devono rivolgersi a un altro fornitore???

Mi stupisce che Intel abbia problemi a sfornare i suoi Atom in quantità... hanno una complessità strutturale ridicola, e un costo di produzione misero...
il Biondo03 Luglio 2008, 11:10 #2
Se AMD si sbrigasse con il suo antiAtom (che tralaltro è anche meglio)...
Demone_Horobi03 Luglio 2008, 11:20 #3
Bhe, non puoi dire che il chip nuovo dell'amd sarà meglio, non è ancora neanche stato prodotto!
Però a parte l'ottimo consumo energetico, Atom non mi riesce proprio a 'convincere' come prestazioni, mi pare molto sottodimensionato per l'utilizzo attuale dei vari sistemi.
C'è qualcuno che ha un eepc o simili con Atom, e ne può dare un giudizio?
legno03 Luglio 2008, 11:21 #4

Commento in parte OT

Questa frase "pannelli LCD di piccolo formato: queste unità sono infatti state prodotte in volumi per i lettori DVD portatili ed in seguito, a fronte di uno scarso successo di mercato, riutilizzati per la produzione di cornici digitali, anch'esse risultate poco interessanti agli occhi del pubblico." non fa altro che confermare la mia personalissima idea che asus con la trovata dell'eeePC si e' inventata la maniera di venderci HW OBSOLETO a prezzi stellari! Ovviamente IMHO. Ciao ciao.
tommy78103 Luglio 2008, 11:22 #5
veramente asus è l'unica a non soffrire troppo per la fornitura delle barrerie, è msi ad essere in piena emergenza dovendo appena approdare sul mercato con il suo wind. io tutte queste previsioni disastrose non le vedo comunque, ciò che non vendono oggi venderanno a settembre, la domanda è altissima e appena le altre componenti saranno disponibile i produttori acquisteranno in massa i monitor.
sesshoumaru03 Luglio 2008, 11:28 #6
Originariamente inviato da: legno
Questa frase "pannelli LCD di piccolo formato: queste unità sono infatti state prodotte in volumi per i lettori DVD portatili ed in seguito, a fronte di uno scarso successo di mercato, riutilizzati per la produzione di cornici digitali, anch'esse risultate poco interessanti agli occhi del pubblico." non fa altro che confermare la mia personalissima idea che asus con la trovata dell'eeePC si e' inventata la maniera di venderci HW OBSOLETO a prezzi stellari! Ovviamente IMHO. Ciao ciao.


Prezzi stellari !?!?!?

FINALMENTE una casa tira fuori un ultraportatile ad un prezzo accessibile e hai il coraggio di parlare di "prezzi stellari" ?

Guarda su ebay a quanto venivano venduti i toshiba libretto (i primi), ossia l'unico modo di avere un vero ultraportatile a meno di 300 euro prima dell'eeepc, e guarda che hardware montava.
leddlazarus03 Luglio 2008, 12:20 #7
certo che queste problematiche sono sempre in agguato soprattutto quando si fanno i conti alla cieca.

Guardate il prezzo delle ram colato a picco anche grazie alle superproduzioni in aspettativa di Vista che poi è risultato diciamo "non trainante".


edit:
abbiate pazienza non ho letto bene la news
legno03 Luglio 2008, 12:33 #8
Originariamente inviato da: sesshoumaru
Prezzi stellari !?!?!?

FINALMENTE una casa tira fuori un ultraportatile ad un prezzo accessibile e hai il coraggio di parlare di "prezzi stellari" ?

Guarda su ebay a quanto venivano venduti i toshiba libretto (i primi), ossia l'unico modo di avere un vero ultraportatile a meno di 300 euro prima dell'eeepc, e guarda che hardware montava.


Ciao, non fraintendermi la mia affermazione e' riferita al fatto che IMHO Asus ha margini superiori su questi eeePC che su i suoi nb normali, proprio perche' l'hw e' obsoleto. So' anch'io che 400 € non sono molti ma a quel prezzo ti prendi un normale 15,4" con 1Gb di ram HDD da 120 Gb dvd-rw e procio sui 2GHz. L'unico merito di Asus e' di aver "inventato" un nuovo segmento di mercato per ultraportatili poco costosi e molto poco performanti. ciao ciao
sesshoumaru03 Luglio 2008, 12:36 #9
Originariamente inviato da: legno
Ciao, non fraintendermi la mia affermazione e' riferita al fatto che IMHO Asus ha margini superiori su questi eeePC che su i suoi nb normali, proprio perche' l'hw e' obsoleto. So' anch'io che 400 € non sono molti ma a quel prezzo ti prendi un normale 15,4" con 1Gb di ram HDD da 120 Gb dvd-rw e procio sui 2GHz. L'unico merito di Asus e' di aver "inventato" un nuovo segmento di mercato per ultraportatili poco costosi e molto poco performanti. ciao ciao


Con un normale 15.4 non ci faccio nulla, e l'unico merito di Asus ai miei occhi è un merito enorme.
Asus ha dato una scossa straordinaria al mercato, guarda un 9" sony quando costa.
lucusta03 Luglio 2008, 12:51 #10
Originariamente inviato da: sesshoumaru
Prezzi stellari !?!?!?

FINALMENTE una casa tira fuori un ultraportatile ad un prezzo accessibile e hai il coraggio di parlare di "prezzi stellari" ?

Guarda su ebay a quanto venivano venduti i toshiba libretto (i primi), ossia l'unico modo di avere un vero ultraportatile a meno di 300 euro prima dell'eeepc, e guarda che hardware montava.


ho da anni in un cassetto il progetto di un mininote DIY, mai realizzato perche', a conti fatti, superava i 700 euro di HW.
al tempo, usando una VIA nano, un LCD 7" ed altra componentistica sul mercato, si poteva fare un libretto molto simile al VIA nanobook (d'altronde 17x17cm non si discostano molto dalla grandezza di un eeePC) , ma dal prezzo che si avvicinava troppo a soluzioni gia' esistenti e piu' performanti.
Asus ha avuto il merito di produrre un sistema minimale, piccolo e funzionale ad un prezzo industriale, quindi effettivamente economico.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^