Asus, dalle ventole ai monitor a 360 Hz, ecco le novità a marchio ROG

Asus, dalle ventole ai monitor a 360 Hz, ecco le novità a marchio ROG

Nel corso dell'evento Meta Buffs, Asus ha annunciato le novità della gamma ROG dei mesi a venire: oltre ai monitor ROG Swift a 360 Hz, ecco la tastiera ROG Strix Scope RX, il mouse wireless ROG Keris, le cuffie ROG Delta S, il mousepad ROG Scabbard II, la ventola ROG Strix XF 120 e il router gaming ROG Rapture GT-AXE11000 compatibile con il WiFi 6E.

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Periferiche
ASUSROG
 

Nel corso dell'evento Meta Buffs, Asus ROG ha presentato una serie di prodotti dedicati ai videogiocatori e agli appassionati di hardware in generale. Si parte con i monitor gaming ROG Swift PG259QN e PG259QNR, due modelli del tutto simili ma con alcune differenze fondamentali.

Entrambi hanno un refresh rate massimo pari a 360 Hz, sono basati su un pannello Fast IPS da 24,5 pollici e raggiungono la risoluzione Full HD. Si parla inoltre di un tempo di risposta GtG di 1 millisecondo, supporto HDR10 e integrazione di un modulo Nvidia G-Sync per sincronizzare refresh rate del monitor e frame rate prodotto dalla scheda video per immagini di gioco fluide senza tearing, stuttering o input lag.

Il modello PG259QNR si fregia però di qualcosa in più: offre Reflex Latency Analyzer, uno strumento di misurazione della latenza integrato nel monitor. Reflex Latency Analyzer rileva i click provenienti dal mouse e misura il tempo necessario affinché i pixel risultanti (ad esempio il fuoco della canna di una pistola) cambino sullo schermo.

Oltre a Reflex Latency Analyzer, ROG Swift PG259QNR ha un kit di montaggio da scrivania che consente di risparmiare spazio. ROG Desk Mount Kit può essere cambiato con il supporto del monitor in soli tre semplici passaggi e ha un morsetto a C che si apre fino a 80 mm di larghezza per compatibilità con la maggior parte delle scrivanie.

Asus ha presentato anche un terzo monitor, il ROG Swift PG329Q, un 32 pollici WQHD (2560 X 1440) sempre basato su un pannello IPS e refresh rate fino a 175 Hz. Anche in questo caso Asus indica un tempo di risposta di 1 millisecondo GtG, certificazione DisplayHDR 600, copertura dello spazio colore DCI-P3 del 98% e di quello sRGB del 160%. Presente, inoltre, la tecnologia Asus Extreme Low Motion Blur Sync (ELMB Sync) che elimina il motion blur senza rinunciare al refresh rate.

L'altra novità si chiama ROG Strix XF 120, ed è una ventola PWM da 120 mm pensata per garantire alte prestazioni di raffreddamento e una rumorosità sotto controllo. È una ventola che si può installare nel case, su un radiatore o su un dissipatore per CPU.

Asus specifica un flusso d'aria di 1,76 metri cubi al minuto e una pressione statica di 3,07mm H2O. ROG Strix XF 120 è dotata di tecnologia a levitazione magnetica che riduce l'attrito quando la ventola è in funzione, risultando così silenziosa e offrendo 400.000 ore di longevità, mentre la forma delle pale e il design anti vibrazione riducono ulteriormente il rumore. Con un intervallo operativo che va da 250 a 1800 RPM, la ventola può essere impostata al minimo e addirittura spegnersi automaticamente.

Si chiama invece ROG Strix Scope RX, la prima tastiera meccanica gaming RGB con switch meccanici ROG RX Red Optical integrati. Secondo Asus questi switch hanno un design unico "a stelo quadrato cavo" con LED RGB incorporati per illuminare tutti i tasti. Il nuovo design, insieme al meccanismo X-stabilizer, garantiscono un'elevata precisione e una durata pari a 100 milioni di pressioni per singolo tasto.

Per il resto la tastiera ha un telaio in lega con certificazione IP56 per resistenza ad acqua e polvere, e ha tasto CTRL più ampio per gli FPS. Una porta USB 2.0 può essere usata per ricaricare un dispositivo o per collegare dispositivi di archiviazione esterni. La tastiera presenta un logo ROG retroilluminato con effetti di illuminazione personalizzabili tramite il software Armoury Crate, utile per personalizzare profili, registrare macro e tenere traccia delle statistiche dell'hardware durante le sessioni di gioco.

Non c'è però tastiera senza mouse, ed ecco il nuovo ROG Keris Wireless, un mouse da 79 grammi dotato di connettività tri-mode, ossia è possibile scegliere se utilizzare una connessione wireless a 2,4 GHz, Bluetooth LE a basso consumo o se ricaricare la batteria via cavo USB. Il sensore raggiunge i 16.000 DPI, 400 IPS e 40 G di accelerazione. ROG Keris Wireless adotta quelli che Asus chiama ROG Micro Switch, ossia interruttori capaci di sostenere 70 milioni di click grazie a una giunzione elettrica placcata in oro per aumentarne longevità.

Dotato di pulsanti sinistro e destro in PBT e piedini arrotondati al 100% in TPFE, ROG Keris Wireless include anche tasti laterali intercambiabili disponibili in diversi colori per offrire una maggiore personalizzazione e un cavo ROG estremamente morbido per ridurre l'attrito.

Oltre al mouse è ormai consuetudine dotarsi anche di un mousepad, ed ecco che Asus propone ROG Scabbard II, un mousepad formato XXL realizzato con un tessuto di qualità resistente ad acqua, olio e polvere. Caratterizzato da bordi con cuciture sottili, anti sfilacciamento e con una base di gomma antiscivolo, ROG Scabbard II promette di non spostarsi di un millimetro sulla vostra scrivania.

La famiglia di cuffie Asus vede l'arrivo della ROG Delta S, equipaggiata con un codec ESS 9281 dotato di tecnologia Quad DAC. Le ROG Delta S sono le prime cuffie gaming certificate Master Quality Authenticated (MQA), ossia tramite la tecnologia MQA Renderer è possibile connettersi a un segnale MQA per riprodurre file MQA di alta qualità. Le ROG Delta S pesano 300 grammi e hanno padiglioni auricolari ergonomici ROG Hybrid a forma di D per un maggiore comfort anche durante le lunghe sessioni di gioco. Il connettore USB C consente di giocare su PC e subito dopo di passare su console o su dispositivi mobile senza dover cambiare cuffia.

Per concludere ecco il router gaming ROG Rapture GT-AXE11000, una soluzione Wi-Fi 6E capace di arrivare fino a 11.000 Mbps. Dotato di una porta WAN per velocità fino a 2 gigabit al secondo e di una LAN da 2,5 gigabit al secondo, integra una CPU quad-core 1,8 GHz a 64 bit insieme a 1 GB di RAM.

Il Wi-Fi 6E sfrutta a suo vantaggio il nuovo spettro radio incluso nella banda 6 GHz, che ha una larghezza di banda tre volte superiore a quella a 5 GHz, aggiungendo 7 canali extra da 160 MHz all'attuale Wi-Fi 6 per un funzionamento ad alta velocità senza interferenze da parte di altri dispositivi.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lithios02 Settembre 2020, 18:27 #1
domanda da ignorante per chi l'ha provato: Ma la differenza visiva tra un monitor 240 Hz e un comunissimo 60 Hz si percepisce all'occhio?

Qui addirittura si parla di 360 Hz... non è che inizia ad essere solo marketing questa storia del refresh rate alto?
TigerTank02 Settembre 2020, 18:40 #2
Originariamente inviato da: Lithios
domanda da ignorante per chi l'ha provato: Ma la differenza visiva tra un monitor 240 Hz e un comunissimo 60 Hz si percepisce all'occhio?

Qui addirittura si parla di 360 Hz... non è che inizia ad essere solo marketing questa storia del refresh rate alto?


Certo che si percepisce, eccome!
Già da 60 a 120.
E l'alto refresh aiuta a massimizzare la fluidità e a ridurre il frametime.
Ideale poi associare un buon mouse gaming da 1000Hz di polling.
The_SaN02 Settembre 2020, 18:50 #3
Originariamente inviato da: Lithios
domanda da ignorante per chi l'ha provato: Ma la differenza visiva tra un monitor 240 Hz e un comunissimo 60 Hz si percepisce all'occhio?

Qui addirittura si parla di 360 Hz... non è che inizia ad essere solo marketing questa storia del refresh rate alto?


Avendo un monitor da 165Hz, posso dirti assolutamente di si. Differenza abissale, proprio come fluidità e non solo come tempi di risposta.

Tra 165 e 240 invece non ho notato differenze pratiche (provato in negozio), ma sicuramente si avrà un miglioramento dei tempi di risposta in generale, così come avverrà con questo 360Hz. Siccome non sono un progamer mi basta il mio
TigerTank02 Settembre 2020, 18:58 #4
Originariamente inviato da: The_SaN
Avendo un monitor da 165Hz, posso dirti assolutamente di si. Differenza abissale, proprio come fluidità e non solo come tempi di risposta.

Tra 165 e 240 invece non ho notato differenze pratiche (provato in negozio), ma sicuramente si avrà un miglioramento dei tempi di risposta in generale, così come avverrà con questo 360Hz. Siccome non sono un progamer mi basta il mio


Esatto, a parte i fullHD da competizione per un gaming normale già i 120-144-165Hz fanno la differenza(+ freesync2 o gsync)
Lithios02 Settembre 2020, 19:12 #5
Grazie a tutti per le risposte molto competenti, sino ad oggi non ho ancora cambiato monitor perchè mi pare manchi sempre qualcosa.

Ad oggi lo trovo in commercio un monitor QHD Freesync Premium Pro ed HDR10?
BlueKnight02 Settembre 2020, 19:30 #6
Guarda, mi trovo nella tua stessa situazione da tempo...

Immagino che tu stia cercando un monitor FLAT, perchè altrimenti se vai sui curvi ne trovi a bizzeffe con le caratteristiche da te ricercate...

Ipotizzando che tu stia parlando di monitor flat comunque, gli unici due modelli sono l'AOC Agon AG273QX che è uscito da qualche mese, o il nuovo DELL S2721DGF uscito ad Agosto e di cui non ci sono ancora recensioni.
fraussantin02 Settembre 2020, 20:51 #7
Se per usare quella roba serve il crate armoury meglio evitare .
fraussantin02 Settembre 2020, 20:52 #8
Originariamente inviato da: Lithios
domanda da ignorante per chi l'ha provato: Ma la differenza visiva tra un monitor 240 Hz e un comunissimo 60 Hz si percepisce all'occhio?

Qui addirittura si parla di 360 Hz... non è che inizia ad essere solo marketing questa storia del refresh rate alto?


Scherzi è un altro pianeta

In un primo momento noterai differenze solo fino a 100 fps , ma poi abituandoti quando da 144 cali a.120 te ne accorgi
falcy02 Settembre 2020, 21:26 #9
Originariamente inviato da: fraussantin
Se per usare quella roba serve il crate armoury meglio evitare .


Mai avuto problemi è tutto sincronizzato e perfettamente funzionante ma dell' Armoury Crate uso solo Aura Sync il resto è inutility allo stato puro
fraussantin02 Settembre 2020, 21:39 #10
Originariamente inviato da: falcy
Mai avuto problemi è tutto sincronizzato e perfettamente funzionante ma dell' Armoury Crate uso solo Aura Sync il resto è inutility allo stato puro


beato te a me manco i led della scheda madre gestisce decentemente. ho dovuto disinstallarle tutto pulire registro e rimettere il vecchio aurasync

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^