Asus annuncia nuovi monitor con refresh rate fino a 280 Hz

Asus annuncia nuovi monitor con refresh rate fino a 280 Hz

I monitor ASUS TUF Gaming VG279QM e TUF Gaming VG259QM offrono entrambi un refresh rate fino a 280 Hz in FHD

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Periferiche
ASUSROGTUF gaming
 

TUF Gaming VG259QM e VG279QM: Asus li definisce "i monitor gaming più veloci al mondo". Questo perché si caratterizzano per un refresh rate addirittura di 280 Hz. Questi monitor funzionano in FHD (1920 x 1080 pixel) e vengono annunciati insieme a ROG Strix XG279Q, un monitor gaming da 27 pollici con risoluzione WQHD (2560 X 1440) e refresh rate a 170Hz.

I tre nuovi monitor sfruttano la tecnologia ASUS FastIPS per raggiungere un tempo di risposta di 1ms, vantano un contrasto di 1000:1 e grazie ad ASUS Extreme Low Motion Blur Sync (ELMB) eliminano ghosting e altri artefatti visivi.

TUF Gaming VG259QM e VG279QM

I monitor TUF Gaming VG279QM e VG259QM coprono lo spazio colore sRGB al 99%, mentre ROG Strix XG279Q offre una copertura della gamma colore DCI-P3 del 95%. Tutti e tre i display offrono un contrasto 1000:1 con un angolo di visualizzazione di 178°.

Inoltre i monitor sono certificati DisplayHDR 400 e sfruttato la tecnologia ASUS Dynamic Shadow Boost per schiarire automaticamente le aree più scure e migliorare le azioni in gioco nelle aree più buie.

Specifiche

ASUS ROG Strix XG279Q ASUS TUF Gaming VG279QM ASUS TUF Gaming VG259QM
Panel Size (diagonal) 27" Widescreen (16:9) 27" Widescreen (16:9) 24.5" Widescreen (16:9)
Panel Backlight / Type FastIPS FastIPS FastIPS
Color Gamut DCI-P3 95% 99% sRGB 99% sRGB
Resolution 2560 x 1440 1920 x 1080 1920 x 1080
Response Time 1 ms (GTG) 1 ms (GTG) 1 ms (GTG)
HDR (High Dynamic Range) Support Yes, DisplayHDR 400 Yes, DisplayHDR 400 Yes, DisplayHDR 400
Refresh rate 170Hz (overclocking) 280Hz (overclocking) 280Hz (overclocking)
Connectivity 1 x DisplayPort v1.2 2 x HDMI (v2.0) 1 x USB 3.0 upstream 1 x USB 3.0 downstream 3.5 mm  earphone jack 1 x DisplayPort1.2 2 x HDMI (v2.0) 1 x DisplayPort1.2 2 x HDMI (v2.0)
Special features GameFast Input, Adaptive-Sync (G-Sync compatible ) technology, Dynamic Shadow Boost, ELMB SYNC   GameFast Input, Adaptive-Sync (G-Sync compatible ready) technology, Dynamic Shadow Boost, ELMB SYNC   GameFast Input, Adaptive-Sync (G-Sync compatible ready) technology, Dynamic Shadow Boost, ELMB SYNC  

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Maxt7528 Dicembre 2019, 15:02 #1
Quando annunceranno monitor con angoli o bordo cornice, senza aloni di luce ?
sintopatataelettronica28 Dicembre 2019, 16:09 #2
Originariamente inviato da: Maxt75
Quando annunceranno monitor con angoli o bordo cornice, senza aloni di luce ?


Ma infatti 'sta corsa agli hz ha perso da tempo di senso...
60hz erano pochi e salendo la differenza è percepibile, ma ormai raggiunti i 144hz dipende tutto da altre caratteristiche del pannello (reattività delle transizioni), non certo dalla frequenza di aggiornamento.

Già, i produttori (anzi, gli assemblatori, visto che a produrre pannelli son 3 o 4 aziende) dovrebbero curare ben altre caratteristiche dei monitor, ma sparando numeri sempre più alti la gente si eccita a dismisura e compra pannelli anche se fanno schifo, se parli di qualità dei pannelli e del backlighting no.
joe4th28 Dicembre 2019, 17:36 #3

vista più riposata...

Sarebbe interessante sapere l'esperienza visiva sul campo, al di là dell'autosuggestione che possa un numero di Hz maggiore suscitare. Molti acquistano monitor a 144 Hz e oltre non tanto per una migliore risposta in ambito gaming, ma per un effetto "collaterale", ovvero perché ottengono un effetto piu' riposante, e migliorano o siattenuano i sintomi relativi a problemi oculari (tensioni, sindrome da visione al computer etc.); secondo altri invece, col passaggio da un 60 Hz di buona qualità a un 120 o 144, o 240 Hz, non riscontrano miglioramenti "visivi". Cosa ne pensate?
sintopatataelettronica28 Dicembre 2019, 17:44 #4
Originariamente inviato da: joe4th
Molti acquistano monitor a 144 Hz e oltre non tanto per una migliore risposta in ambito gaming, ma per un effetto "collaterale", ovvero perché ottengono un effetto piu' riposante, e migliorano o siattenuano i sintomi relativi a problemi oculari (tensioni, sindrome da visione al computer etc.);


Da 60hz a 144 la differenza c'è.
Superare i 144 hz è solo marketing.. utili quanto i 100 milioni di megapixel sbandierati per i cellulari su sensori grandi quanto una punta di spillo .

Conta infinitamente più l'elettronica e la qualità del pannello che il singolo dato degli hz in sé; come ho detto fino a 144hz c'è ancora sostanziale differenza rispetto a 60.. ma da lì in poi tale differenza si avvicina sempre più al nulla assoluto (soprattutto se poi i pannelli tecnicamente son delle ciofeche; e tanti lo sono abbastanza ).
Nui_Mg28 Dicembre 2019, 18:00 #5
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
Da 60hz a 144 la differenza c'è

Anche per non giochi ma semplicemente per tipici compiti da ufficio/programmazione/ecc.? Se sì, esistono dati scientifici non di parte in merito?
Therinai28 Dicembre 2019, 21:06 #6
Originariamente inviato da: Nui_Mg
Anche per non giochi ma semplicemente per tipici compiti da ufficio/programmazione/ecc.? Se sì, esistono dati scientifici non di parte in merito?


Bah, io dopo 8 ore di lavoro incollato al display in ufficio (roba della mutua dell'azienda, non posso cambiarlo neanche a spese mie) ho gli occhi cotti, mentre invece se passo la giornata intera incollato al display di casa da 144hz non ne risento. Chiaramente non c'è nulla di scientifico in questo, mia personale esperienza quotidiana.
sintopatataelettronica29 Dicembre 2019, 00:20 #7
Originariamente inviato da: Nui_Mg
Anche per non giochi ma semplicemente per tipici compiti da ufficio/programmazione/ecc.? Se sì, esistono dati scientifici non di parte in merito?


Tralasciando il discorso sensibilità individuale (visto che fisiologicamente siamo tutti diversi) , che comunque conta, e il discorso giochi.. a parità di altri fattori un refresh più alto di 60hz assicura meno stress perché all'occhio è meno visibile (era una cosa di cui si parlava già ai tempi del CRT)
Anche se non lo avvertiamo perché avviene troppo rapidamente, l'immagine sullo schermo ogni 1/hz secondi subisce una "rinfrescata" e viene rivisualizzata..
A 60hz tale rapido cambiamento ancora in qualche modo riesce a "infastidire" la vista, mentre superati i 100hz sempre di meno.

Raggiunti i 144hz, comunque, a parte eventuali androidi o superuomini di altri pianeti con una fisiologia radicalmente diversa dalla nostra , la differenza inizia ad essere del tutto irrilevante (dal punto di vista dell'affaticamento visivo).
sintopatataelettronica29 Dicembre 2019, 00:22 #8
Originariamente inviato da: Therinai
Chiaramente non c'è nulla di scientifico in questo, mia personale esperienza quotidiana.


In realtà, come ho spiegato nel post precedente a questo, c'è pure la ragione scientifica per cui un monitor a 100hz o più, a parità di qualità del pannello, (perché gioca un ruolo anche quello, l'elettronica ) è meno "affaticante" per la vista di uno a 60hz.
sbaffo29 Dicembre 2019, 13:16 #9
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
In realtà, come ho spiegato nel post precedente a questo, c'è pure la ragione scientifica per cui un monitor a 100hz o più, a parità di qualità del pannello, (perché gioca un ruolo anche quello, l'elettronica ) è meno "affaticante" per la vista di uno a 60hz.

Questa regola, come dici anche tu sopra, valeva per i CRT perché “lampeggiano” cioè il segnale non ha persistenza, infatti quando li si filmava si vedevano bene le scansioni. Con gli lcd che hanno persistenza (la luce dietro non si spegne e riaccende ma resta sempre accesa) sapevo che il problema era risolto. Anchio ai tempi dei crt a meno di 85hz sentivo gli occhi bruciare, 75hz era proprio il minimo per me per brevi periodi, 60 erano inguardabili.
Poi con gli lcd il problema non era più il refresh, infatti si è tornati ai 60hz max 75 senza problemi, casomai le lunghezze d’onda delle backlight che ad alcuni dava fastidio, coi led la luce blu anche peggio.

Il problema degli lcd era invece la latenza eccessiva nei movimenti, non la visione statica, almeno a quanto sapevo. Il refresh maggiore può aiutare a ridurre l’effetto scia dovuto alla latenza, un po’ come fanno i televisori nella modalità sport. Cioè può rendere la visione migliore se l’immagine si sposta, non solo nel gaming, anche lo scroll delle pagine, ma se è ferma non dovrebbero esserci benefici.

Il tutto se non mi sono perso qualcosa.
sintopatataelettronica29 Dicembre 2019, 17:10 #10
Originariamente inviato da: sbaffo
Questa regola, come dici anche tu sopra, valeva per i CRT perché “lampeggiano” cioè il segnale non ha persistenza, infatti quando li si filmava si vedevano bene le scansioni.


Sì, è vero che con i CRT era diverso e l'effetto era assai più marcato e che non ci dovrebbe essere quel "flicker "in fase di refresh con gli LCD; però da quando son usciti questi LCD ad alti refresh ho sentito molti che li trovano più riposanti e meno affaticanti per la vista rispetto a quelli a 60hz, per cui visto che le tecnologie e la retroilluminazione non son radicalmente cambiati... probabile che qualche beneficio lo diano .

Comunque contano soprattutto la qualità dei pannelli e la luce usata per il backlighting (come ricordavi), questo è sicuro.

E comunque la lentezza dei pannelli e l'effetto scia che ne consegue sono qualcosa di orrendo a vedersi, insopportabile oltre un certo livello , ma in teoria non dovrebbero portare affaticamento visivo e mal di testa.. solo nausea e disgusto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^