Schermi Philips per le console: niente TV e latenze ridotte

Schermi Philips per le console: niente TV e latenze ridotte

Philips presenta, accanto alle soluzioni per il pubblico professionale, anche una serie di modelli dedicati a chi gioca con le console: caratteristiche tecniche uniche, per venire incontro a chi vuole ottenere la migliore qualità nel gioco

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Periferiche
HDRFreesyncPhilips
 

In occasione dell'IFA 2019 di Berlino la divisione display di Philips ha mostrato prodotti che si rivolgono a due tipologie di pubblico molto diverse tra di loro. Da un lato quello professionale, con schermi di tipo wide screen sempre più apprezzati per le caratteristiche tecniche; dal'altro quello dei videogiocatori, focalizzandosi però sul pubblico di coloro che utilizzano console.

Con i prodotti della famiglia M-Line, mostrati ancora come prototipi all'IFA, Philips intende offrire schermi che per dimensioni e collocamento nell'ambiente domestico ricalchino l'esperienza ottenibile con un tradizionale TV ma che vantino specifiche tecniche che strizzano l'occhio proprio all'appassionato di giochi. Niente sintonizzatore TV, quindi, ma un pannello 4K capace di gestire con segnale HDMI una frequenza di refresh sino a 60 Hz con la possibilità di salire sino a 120 Hz abbinando risoluzione QHD di 2.560x1.440 pixel. Il pannello implementa tecnologia low input lag oltre a quella Freesync, è certificato HDR 1000 e integra nella base una soundbar sviluppata da B&W.

Le specifiche tecniche sono quindi ben diverse da quelle di un corrispondente schermo TV da 55 pollici di diagonale, forte di una maggiore attenzione alle prestazioni che i giocatori prediligono: ridotto lag di input e frequenze di refresh che rimangono molto elevate. Questo schermo, che verrà proposto a circa 1.400€ IVA inclusa nel mercato europeo, integra anche l'iconica tecnologia ambient light con una serie di led posteriori che si illuminano a seconda della condizione di utilizzo, delle immagini visualizzate e dell'ambiente nel quale lo schermo è posizionato.

Ritroviamo caratteristiche simili anche in questo secondo schermo da 32 pollici di diagonale, pensato per un posizionamento in camera più che in salotto. In questo caso rimangono invariate le caratteristiche quanto a frequenza di refresh e risoluzioni massime, con lo standard HDR certificato che è quello HDR 600. Sempre presenti le tecnologie low input lag e Freesync, per un prezzo che dovrebbe posizionarsi attorno ai 400€.

Passando alla gamma delle soluzioni per i professionisti Philips ha mostrato il modello top di gamma della famiglia P-Line. Si tratta di un prodotto a 49 pollici di diagonale, con risoluzione di 3.840x1.200 pixel con rapporto di 32:10 capace di operare con una frequenza di refresh verticale sino a 100 Hz. Alla sua base è integrata una docking station con connessione USB Type-C, mentre nella parte superiore è montata una webcam ruotabile per essere celata alla vista compatibile con il sistema di autenticazione Windows Hello.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8809 Settembre 2019, 15:48 #1
Un monitor per console da 55" ma con pannello LCD anzichè OLED ?
Praticamente hanno sacrificato contrasto e HDR al fine di proporre prodotti più economici spacciati come soluzioni ad hoc nel settore.

Il secondo è un normalissimo monitor 32" 16:9 per PC come molti altri.

60 Hz con la possibilità di salire sino a 120 Hz abbinando risoluzione QHD di 2.560x1.440 pixel
Eh si, è proprio ad hoc per console, come no
Therinai09 Settembre 2019, 15:56 #2
Boh, io non capisco che senso ha parlare di un display senza funzione TV per consolles???
Cioé è un display di grandi dimensioni, non capisco che bisogno ci sia di rinominare un normale display.
Io è da anni che ogni tanto compro una consolles per l'esclusiva di turno, e non avendo la tv la scatoletta l'attacco al display del pc fisso, ma mica vado in giro a raccontare che ho il display per consolles
Ma poi dico, su uno schermo da 55" che ti costa mettere un sintonizzatore?
Mi sembra una cosa senza senso.
nickname8809 Settembre 2019, 16:15 #3
Originariamente inviato da: Therinai
Ma poi dico, su uno schermo da 55" che ti costa mettere un sintonizzatore?
Mi sembra una cosa senza senso.

Se metti il sintonizzatore poi non possono più venderlo come display per console, ma come semplice TV e finirebbe in competizione con tutte le altre.
Cfranco09 Settembre 2019, 16:21 #4
Originariamente inviato da: Therinai
Ma poi dico, su uno schermo da 55" che ti costa mettere un sintonizzatore?

Perché così è un prodotto gaming esclusivo e possono alzare il prezzo
mr.cluster09 Settembre 2019, 16:24 #5
Originariamente inviato da: nickname88
Un monitor per console da 55" ma con pannello LCD anzichè OLED ?
Praticamente hanno sacrificato contrasto e HDR al fine di proporre prodotti più economici spacciati come soluzioni ad hoc nel settore.


Gioca esclusivamente a FIFA per una settimana con un OLED, e dopo non bestemmiare che ti si è impressa la barra del punteggio sullo schermo.
Questo vale per qualsiasi titolo che non presenta elementi a scomparsa totale.

In alternativa, nessun OLED può raggiungere HDR 1000 per ragioni di eccessivo degrado del pannello.
Maxt7509 Settembre 2019, 17:04 #6
Originariamente inviato da: nickname88
Se metti il sintonizzatore poi non possono più venderlo come display per console, ma come semplice TV e finirebbe in competizione con tutte le altre.


Ah... dici che ne vendono ?
Therinai09 Settembre 2019, 17:04 #7
Originariamente inviato da: nickname88
Se metti il sintonizzatore poi non possono più venderlo come display per console, ma come semplice TV e finirebbe in competizione con tutte le altre.


Originariamente inviato da: Cfranco
Perché così è un prodotto gaming esclusivo e possono alzare il prezzo

Giusto, evidentemente non sono un mago del marketing
Techie09 Settembre 2019, 18:48 #8
Beh per quelli che richiedono l'esenzione dal canone l'assenza di un sintonizzatore penso possa avere un senso, credo.
Dato che non l'ho mai chiesta, non so di preciso.
chaosblade09 Settembre 2019, 19:10 #9
Un po’ troppo ingombrante per non fare anche da tv
stoka09 Settembre 2019, 19:20 #10
Originariamente inviato da: Techie
Beh per quelli che richiedono l'esenzione dal canone l'assenza di un sintonizzatore penso possa avere un senso, credo.
Dato che non l'ho mai chiesta, non so di preciso.

può avere un senso...
La Dichiarazione di non detenzione ha valore solo per l’anno di riferimento, quindi se non entri in possesso di un televisore dovrai ripresentarla ogni anno. Se non la presenti, scatterà nuovamente la presunzione di detenzione e ti sarà addebitato il canone nella bolletta elettrica (almeno 5 mensilità te le addebitano se invii l'esenzione semestrale invece di quella annuale nei tempi giusti).
- Richiesta di esonero per l’intero anno: dal 1° luglio anno precedente al 31 gennaio anno in corso.
- Richiesta di esonero per il secondo semestre: dal 1° febbraio al 30 giugno dell’anno in corso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^