C'è del futuro per gli schermi certificati NVIDIA G-SYNC?

C'è del futuro per gli schermi certificati NVIDIA G-SYNC?

Il proliferare di schermi per videogìocatori dotati di supporto alla tecnologia di Adaptive Sync porta a pensare che la diffusione di modelli certificati NVIDIA G-Sync sia in prospettiva sempre più riservata a pochi modelli di nicchia

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Periferiche
G-syncGeForceNVIDIAAMDFreesyncVESA
 

In occasione del Gamescom di Colonia varie aziende impegnate nel settore dei componenti hardware per gaming hanno annunciato nuovi schermi, caratterizzati da soluzioni tecniche che rispondono alle esigenze dei videogiocatori più appassionati.

Tra queste specifiche non manca il supporto all'Adaptive Sync, tecnologia che permette di variare dinamicamente la frequenza di refresh del monitor (secondo un range che varia da modello a modello) così da evitare la generazione di artefatti video che si presentano sia quando si abilita il sincronismo verticale sia quando lo si disabilita.

https://www.hwupgrade.it/articoli/skvideo/4809/nvidia_gsync_logo.jpg

G-SYNC è il nome con il quale NVIDIA indica la propria tecnologia di Adaptive Sync, mentre FreeSync è quella corrispondente delle schede AMD. La prima ha sempre richiesto monitor certificati da NVIDIA, cosa che porta un impatto in termini di costo addizionale. La seconda è invece basata sulle specifiche Vesa: nel momento in cui un monitor implementa tecnologia Adaptive Sync allora questo è compatibile FreeSync.

Da un po' di tempo a questa parte si assiste ad una sempre maggiore diffusione di schermi che implementano supporto Adaptive Sync, ma che non sono più direttamente certificati nel programma NVIDIA G-SYNC. L'azienda americana ha infatti cambiato il modo con il quale la propria tecnologia viene implementata: è infatti ora possibile abilitare supporto G-SYNC via driver con schermi Adaptive Sync, con un'esperienza di gioco che secondo NVIDIA non è al livello degli schermi certificati appositamente sviluppati ma che comunque è molto valida.

PG27UQX_720.jpg

Tutto questo porta a pensare ad una progressiva uscita di scena della tecnologia G-SYNC, così come indicata sino ad ora, a favore di quella Adaptive Sync. I produttori di schermi per gaming devono infatti unicamente applicare questa tecnologia secondo le specifiche VESA, riuscendo in questo modo a fornire supporto FreeSync con le schede AMD e ad abilitare la stessa tecnologia corrispondente con quelle NVIDIA. Uno dei limiti alla diffusione di G-SYNC è stato proprio il processo di certificazione, che richiede un investimento sia da parte di NVIDIA come del partner che si ripercuote in un costo d'acquisto superiore rispetto ad uno schermo con tecnologia Adaptive Sync tradizionale di pari specifiche.

aoc_agon3_27_2019_720.jpg

Cosa vedremo nel prossimo futuro? Ci aspettiamo sempre meno annunci di schermi desktop con supporto G-SYNC e sempre più interesse verso il supporto all'Adaptive Sync in forma generale. Vi saranno alcune eccezioni, rappresentate dagli schermi di fascia più alta per i quali i produttori vorranno implementare piena certificazione della tecnologia NVIDIA G-SYNC nella sua massima forma, ma la maggior parte degli schermi sarà Adaptive Sync. Di questo beneficeranno i videogiocatori, che avranno molte più opzioni di acquisto a disposizione anche a prezzi non elevati, confermando la regola che quando il mercato della tecnologia ha strumenti a disposizione preferisce sempre soluzioni open rispetto ad ecosistemi chiusi e proprietari.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
boboviz22 Agosto 2019, 10:57 #1
Per una volta le tecnologie proprietarie hanno fatto cilecca.
Perchè spendere di più per avere lo stesso?
supertigrotto22 Agosto 2019, 11:32 #2

Non ho preso Nvidia proprio per questo

Ho acquistato da poco un 34 pollici 21:9 samsung,100 hz e anche una radeon 5700.
Avrei potuto acquistare Nvidia ma per il motivo Gsync non l'ho fatto,se l'anno prossimo mi rifaccio il pc e magari prendo una delle nuove schede Intel,posso tranquillamente tenere il monitor visto che Intel fa parte di quelli che hanno adottato freesync,in effetti,se Intel mantiene la parola,le sue schede video saranno freesync.
vero che adesso le schede nvidia supportano il freesync ma il monitor deve essere certificato,quindi,il dubbio è sempre la compatibilità.
rob-roy22 Agosto 2019, 11:55 #3
Bene così, basta soluzioni chiuse che fanno lievitare il prezzo dei monitor.
Vendevano TN da 24'' a 500 euro solo per stò cavolo di G-synch
Luca198022 Agosto 2019, 12:08 #4
Non è detto che il monitor debba essere certificato, il mio Samsung C27HG70 non lo è ma funziona perfettamente con G-Sync.
DrSto|to22 Agosto 2019, 12:10 #5
Originariamente inviato da: supertigrotto
Ho acquistato da poco un 34 pollici 21:9 samsung,100 hz e anche una radeon 5700.
Avrei potuto acquistare Nvidia ma per il motivo Gsync non l'ho fatto,se l'anno prossimo mi rifaccio il pc e magari prendo una delle nuove schede Intel,posso tranquillamente tenere il monitor visto che Intel fa parte di quelli che hanno adottato freesync,in effetti,se Intel mantiene la parola,le sue schede video saranno freesync.
vero che adesso le schede nvidia supportano il freesync ma il monitor deve essere certificato,quindi,il dubbio è sempre la compatibilità.


Ora anche con le schede nVidia si possono utilizzare il Freesync dei monitor.
supertigrotto22 Agosto 2019, 14:35 #6

@DrSto|to

Infatti l'ho scritto,ma ho voluto premiare lo standard aperto,gli standard chiusi non mi sono mai piaciuti,vedi le memorie di ps Vita,costosissime senza ragione.
Gsync poteva avere un senso se fosse stato uno standard aperto,perfino Intel ha mollato l'osso con thunderbolt,rendendolo royalty free,il modo di operare di Nvidia non mi piace,in questo modo hanno viziato il mercato,i prezzi dei monitor,la confusione e anche la libertà personale,ebbene chi magari ha speso 1000 euro di monitor gsync,difficilmente prenderà una scheda video AMD o una futura Intel (che potrebbero rivelarsi anche buonissime schede medio/alta gamma),appunto perchè si ritroverà ad aver speso molti più soldi per un monitor gsync che all'atto pratico,non ha la compatibilità con standard aperti,quindi dovrebbe rinunciare alla sincronizzazione adattativa,monitor comunque utilizzabile ma senza poter contare sulle potenzialità della sincronizzazione adattativa,come se fosse un monitor di 10 anni fa.
Io la vedo così,finchè c'è collaborazione fra produttori hardware per gli standard,c'è beneficio e avanzamento tecnologico,quando non c'è collaborazione e qualche azienda vuole fare la secchiona prima della classe,senza aiutare i compagni e portare beneficio a tutta la classe,secondo me non va premiata.
Gli esperimenti odierni sull'insegnamento dimostrano che,l'individualià non porta benefici.
Adesso come ora,che benefici ha portato gsync?
Non mi dite che ha lanciato l'adaptive sync perchè è una cosa che sarebbe uscita comunque anche se Nvidia non l'avesse lanciata per prima,AMD e gli altri era già al lavoro su questo con lo standard Vesa,quindi pure Intel con le sue integrate (che attualmente utilizzano pseudoarchitetture AMD) e gli altri piccoli produttori come ad esempio Via.
Maxt7522 Agosto 2019, 15:04 #7
Io però che sia la stessa cosa non sono proprio convinto. A partire da certe tabelle visionate in cui il range di funzionamento di AMD era sempre monco, rispetto a quello Nvidia. Che poi non lo si voglia notare e si guardi solo al risparmio, accontentandosi, bè allora è un altro conto.
Personalmente mi interessa poco, a me interessa soltanto non peggiorare rispetto alla mia soluzione attuale. Per cui se quando il mio monitor deciderà di lasciarmi, non ci saranno più i G-Sync proprietari, prenderò un monitor con standard ''aperto'' e bon, se funzionerà con le stesse ''performance'', tanto di guadagnato.
magicreflex23 Agosto 2019, 15:16 #8
Originariamente inviato da: Maxt75
Io però che sia la stessa cosa non sono proprio convinto. A partire da certe tabelle visionate in cui il range di funzionamento di AMD era sempre monco, rispetto a quello Nvidia. Che poi non lo si voglia notare e si guardi solo al risparmio, accontentandosi, bè allora è un altro conto.
Personalmente mi interessa poco, a me interessa soltanto non peggiorare rispetto alla mia soluzione attuale. Per cui se quando il mio monitor deciderà di lasciarmi, non ci saranno più i G-Sync proprietari, prenderò un monitor con standard ''aperto'' e bon, se funzionerà con le stesse ''performance'', tanto di guadagnato.


Si, sono la stessa cosa.
Freesync essendo aperto lascia più libertà ai produttori ed esistono anche monitor economici con range ridotto, ma non è un limite di freesync (o meglio del vesa adaptive sync) è una scelta del produttore così come ci sono monitor a 60hz e monitor a 144hz.
Se vuoi risparmiare prendendo uno a range ridotto e risparmi, se vuoi una cosa più performante prendi un monitor con range uguale a gysnc e comunque risparmi i soldi del modulo gsync.
Luca198023 Agosto 2019, 17:03 #9
Originariamente inviato da: Maxt75
Io però che sia la stessa cosa non sono proprio convinto. A partire da certe tabelle visionate in cui il range di funzionamento di AMD era sempre monco, rispetto a quello Nvidia.


Sempre monco no, il mio funziona nel range 48-144 Hz, G-Sync certificati fanno di meglio? Sotto i 48 fps vedi comunque gli scatti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^