Wi-Fi Direct, nuove specifiche per connessioni punto-punto

Wi-Fi Direct, nuove specifiche per connessioni punto-punto

Wi-Fi Direct è il nome delle nuove specifiche presentate dalla Wi-Fi Alliance per la gestione di una connessione punto-punto tra due dispositivi, senza dover ricorrere per forza ad una infrastruttura già esistente

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 10:57 nel canale Multimedia
 

La Wi-Fi Alliance, il comitato che si occupa di gestire tutto ciò che riguarda il Wi-Fi, ha annunciato nella giornata di ieri nuove specifiche. Raccolte sotto il nome di Wi-Fi Direct le nuove direttive consentiranno ai dispositivi di potersi collegare direttamente tra loro, senza dover appoggiarsi ad un hot-spot.

Wi-Fi Alliance ha già cominciato la certificazione dei prodotti Wi-Fi Direct e al momento sono presenti cinque chipset pronti per essere integrati all'interno dei dispositivi. Per ora i chip prodotti e in grado di garantire il funzionamento con Wi-Fi Direct sono sviluppati da Atheros, Broadcom, Intel, Ralink e Realtek. L'obbiettivo delle nuove specifiche è, semplicemente, quello di poter consentire ai dispositivi portatili di condividere immagini e file direttamente, con una connessione di tipo punto-punto, senza dover necessariamente appoggiarsi ad un hot-spot.

La parte interessante delle nuove specifiche è che per funzionare correttamente è necessario che solo uno dei due dispositivi supporto Wi-Fi Direct: in questo modo ogni secondo dispositivo con solo supporto Wi-Fi potrà condividere i dati.

Wi-Fi Direct

"Abbiamo sviluppato Wi-Fi Direct per supportare un vasto numero di applicazioni che necessitano di una connessione diretta ad un altro dispositivo, senza la necessità però di appoggiarsi ad una connessione internet o ad una infrastruttura già esistente", ha affermato Edgar Figueroa, CEO della Wi-Fi Alliance.

In commercio sono già presenti diversi prodotti capaci di supportare le nuove specifiche Wi-Fi direct: tra questi troviamo i moduli Broadcom BCM43224, ma anche soluzioni sviluppate da Ralink e Realtek. Quando verrà resa disponibile la parte software, fondamentale per il funzionamento di Wi-Fi Direct, non è quindi da escludere che prodotti già esistenti saranno in grado di poter suppotare tale tecnologia.

Le nuove specifiche presentate dalla Wi-Fi alliance sono inoltre in grado di supportare correttamente la cifratura dati WPA2, garantendo quindi una elevata protezione dei dati: questo protocollo di protezione viene lanciato in corrispondenza di una connessione Wi-Fi Direct attiva. Wi-Fi Direct arriverà, secondo quanto affermato dalla Wi-Fi Alliance, sia sui telefoni sia su riproduttori MP3, televisioni, videocamere e quant'altro. A questo indirizzo è possibile consultare le FAQ rilasciate per tale tecnologia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Unrealizer26 Ottobre 2010, 11:18 #1
ma non esisteva già il wifi ad hoc per questo?

parlo da profano, perché l'unica volta che l'ho usato è stato nel mio breve periodo con la prima PSP
LMCH26 Ottobre 2010, 11:32 #2
Originariamente inviato da: Unrealizer
ma non esisteva già il wifi ad hoc per questo?

parlo da profano, perché l'unica volta che l'ho usato è stato nel mio breve periodo con la prima PSP


Esisteva già, ma non era una funzionalita standard, nel senso che l'interoperabilità non era garantita tra software ed hardware diversi.

Da qui in avanti invece, se un certo dispositivo supporta WiFi Direct ha certe funzionalità garantite e compatibili con altri dispositivi che supportano WiFi Direct.
Sputafuoco Bill26 Ottobre 2010, 12:54 #3
Buona cosa, ma non è chiaro se si potrà ad esempio mandare in streaming un film o immagini alla tv o stampare da un notebook in wireless senza bisogno di un modem-router di mezzo.
thecatman26 Ottobre 2010, 12:55 #4
finalmente visto anche che col nuovo win7mobile vogliono limitare il bluetooth
nebbia8826 Ottobre 2010, 14:07 #5
io non ho mai avuto problemi con le reti wifi ad-hoc.. con qualsiasi hardware.. Boh o.O
esempi??

EDIT: appunto, lo standard wifi direct certifica cose molto più interessanti, come il soft-AP (che già c'era) e il fatto di usare un client come bridge per collegarsi a un'infrastructure esistente.
peccato che la nius parli solo di punto-punto -.-
smartiz27 Ottobre 2010, 14:14 #6
Era ora, era una funzione che attendevo da anni !!!

Anche perche' ho tentato piu' volte un collegamento ad hoc ma non sono mai riuscito...
:-(
E tutti quelli a cui chiedevo inf (anche tecnici specializzati) era tanto se sapessero di che parlavo.
:-(((
Sputafuoco Bill27 Ottobre 2010, 16:51 #7
Questa è una gran bella cosa, da quanto ho letto per i dispositivi WiFi già in commercio dovrebbe essere sufficiente l'aggiornamento del firmware per poter essere compatibile con il nuovo standard, inoltre c'è una notevole velocità di trasferimento dei dati (fino a 300 Mbps su reti 802.11n).
Dunque il lento bluetooth non servirà più a niente, e anche i router non serviranno più per poter stampare in wireless, e magari si potrà usare il TV come schermo senza collegarlo con cavo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^