Tidal in difficoltà: in cassa solo i soldi per durare massimo 6 mesi

Tidal in difficoltà: in cassa solo i soldi per durare massimo 6 mesi

Il servizio di musica in streaming di Jay-Z continua a perdere soldi e utenti, e potrebbe avere solo altri 6 mesi di vita

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Multimedia
 

Il servizio di musica in streaming Tidal sta affrontando diverse problematiche, sia di tipo economico che di crescita del volume di utenti. A riportarlo è Dagens Næringsliv, che scrive che dopo la perdita di circa 44 milioni di dollari del 2016 nelle casse di Tidal sono rimaste le finanze per resistere solamente altri 6 mesi. Il tutto dopo che l'operatore telefonico Sprint ha acquistato lo scorso gennaio il 33% delle quote, con un accordo da 200 milioni di dollari.

La trattativa avrebbe concesso al servizio di streaming musicale un "capitale sufficiente per durare altri 12 o 18 mesi", ma le casse potrebbero ben presto svuotarsi in maniera preoccupante per il servizio di Jay-Z. Un portavoce della compagnia ha comunque dichiarato alla stampa internazionale che le indiscrezioni sono infondate: "Abbiamo dovuto affrontare diverse storie negative dal lancio di Tidal, ma fino ad oggi la compagnia è sempre cresciuta di anni in anno".

Secondo i proclami ufficiali Tidal potrebbe diventare profittevole già a partire dalla metà del 2018, in barba a quanto previsto dal quotidiano norvegese. La stessa fonte ha in passato messo in discussione i numeri ufficiali divulgati dalla società: a settembre 2015 Jay-Z aveva scritto su Twitter che il servizio aveva raggiunto il traguardo del milione di utenti, tuttavia il quotidiano aveva analizzato i pagamenti interni alle etichette del settore rivelando che gli utenti erano solo 350 mila.

Dopo circa sei mesi Tidal parlava di 3 milioni di membri iscritti, ma i numeri di DN non superavano gli 850 mila. Si tratta in ogni caso di numeri di molto inferiori rispetto ai servizi concorrenti più blasonati: Spotify a luglio aveva circa 60 milioni di utenti iscritti, mentre Apple Music 30 milioni a settembre. Ma Tidal non è in loro diretta competizione, visto che si rivolge principalmente ad un pubblico di appassionati e "audiofili", amanti della musica e dell'alta fedeltà.

La caratteristica principale del servizio è la disponibilità di tracce in formato lossless, quindi senza perdita di qualità rispetto ai formati lossy utilizzati dal resto dell'industria. Tale peculiarità ha consentito al servizio di Jay-Z di introdurre un piano d'abbonamenti più costoso e quindi con margini di guadagno potenziali più elevati, tuttavia pare che questa strategia non stia pagando appieno, piangendo in un mercato in cui comunque gli altri non ridono di certo a crepapelle.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^